Weekend in camper attorno al golfo di Trieste

di Tiziana Crimella
Friuli Venezia Giulia
|
Borghi
|
Camper
|
Mare
|
Parchi e natura
|
L'ultimo lembo orientale d'Italia racchiude attorno al golfo di Trieste paesaggi unici eppure diversi tra loro, da esplorare lentamente, dalla laguna al Carso, con un bel giro in camper.

Partite dalla riserva naturale delle foci dello Stella e tuffatevi nella storia tra Aquileia e Grado prima di arrivare a Trieste e al grazioso borgo di Muggia. Prendetevi però una giornata per una deviazione nella natura un po’ selvaggia della val Rosandra, nel Carso Triestino.

Primo giorno: le foci dello Stella e Marano Lagunare

Il fiume Stella è lungo solo 45 km ma, prima di gettarsi in mare, crea attorno alla sua foce un ambiente suggestivo composto da isolotti e barene, quasi interamente ricoperti da canneti, con un’eccezionale presenza di avifauna. Potete godere di questo paesaggio dall’acqua, con un’escursione in motonave ideale anche per i più piccoli oppure, se siete sportivi, noleggiare un kayak per uno sguardo dal pelo dell’acqua a garzette, aironi e falchi di palude. Da vedere anche il villaggio dei pescatori con i caratteristici casoni e la bilancia Di Bepi, un bilancione da pesca tradizionale.

L’area fa parte del territorio di Marano Lagunare, il grazioso borgo che conserva sugli edifici i caratteri e i fregi tipici della Serenissima. Qui troverete colore, mare e sole. Sulla piazza centrale si alza la torre Millenaria, di fronte al palazzo dei Provveditori, risalente al XV secolo. Se volete approfondire la storia di questo luogo sospeso tra mare e terra, entrate al museo della Laguna che, con più di cinquecento oggetti, ripercorre il ruolo di Marano come tramite tra l’Adriatico e l’entroterra. A meno che non vi piaccia l’idea di una sosta libera, per la notte vi suggeriamo di raggiungere l’area di sosta di Aquileia.

Secondo giorno: Aquileia e Grado

Dopo il tuffo nella natura incontaminata della laguna, la sosta ad Aquileia è un piacevole intervallo tra archeologia e storia. Fondata dai Romani 181 anni prima di Cristo, Aquileia vanta un’area archeologica con un Foro Romano risalente al II secolo d.C. e un sepolcreto, ancora più antico. Assolutamente da non perdere è la basilica patriarcale, del 313 d.C., che custodisce preziosi affreschi e meravigliosi mosaici pavimentali che sono il vero motivo di stupore durante la visita. Circonda l’abside della basilica il cimitero dei caduti, mentre su un lato spicca il battistero a pianta ottagonale.

Una lingua d’asfalto lunga e dritta unisce Aquileia a Grado; un grazioso castrum a stradine pedonali compone la città che pare galleggiare sull’acqua. In effetti il borgo è sorto su un isolotto unito alla terraferma dal lido e dalla pineta, a est, e dal lungo ponte della Figariola, a nord, che divide la Laguna di Levante da quella di Ponente. Prendetevi il tempo per una passeggiata tra le case dipinte con colori vivaci che si alternano a quelle in pietra locale. Facciate da osservare con attenzione perché, per le costruzioni, qui sono stati impiegati tutti i materiali di recupero possibili, comprese decorazioni di sarcofagi e frammenti di stemmi. Da non mancare un salto alla basilica paleocristiana di Santa Maria delle Grazie, al cui interno il pavimento risale al V secolo.

Terzo giorno: il castello di Miramare e Trieste

Lasciata Grado attraverserete un tratto di entroterra prima di trovarvi in vista del mare, di un blu incredibile, che mostra dall’alto i fondali rocciosi sotto acque cristalline. Le falesie di Duino sono la scenografica porta d’ingresso nella provincia di Trieste; poi la strada verso Miramare è una gran balconata a picco sul golfo; se volete preparare il palato a Trieste, fate tappa al castello di Miramare: l’ingresso nel parco è libero mentre la visita negli appartamenti abitati da Massimiliano d’Asburgo e Carlotta, è decisamente suggestiva.
Trieste è una città in cui è bello fermarsi. Per passeggiare nella grandissima piazza Unità d’Italia e per gustare un dolce o un caffè sul canale attorno a ponte Rosso. Ma anche per salire al colle di San Giusto, considerato il centro storico, dove vi aspettano la cattedrale con lo splendido rosone in pietra carsica, la fortezza e il foro romano. Se città di confine significa città di cultura, Trieste ne è la conferma con i suoi oltre 30 musei che spaziano da quello artistico a quello storico, da quello scientifico a quello letterario, passando per collezioni e raccolte curiose, come il museo Ferroviario o il museo dell’Antardide.

Escursione in val Rosandra

Da Bagnoli di Rosandra risalite il monte Carso verso l’imbocco della valle, selvaggia e incontaminata, che si insinua fino al confine con la Slovenia. Vi troverete al cospetto dello spettacolare risultato della fusione tra il clima mediterraneo e quello continentale e alpino. Qui potrete fare un giro a piedi o in bici, tra i boschi e le cascatelle del fondovalle fino alla spettacolare cascata che compie un tuffo di 40 metri o percorrere la vecchia ferrovia oggi tracciato di una suggestiva pista ciclabile con alcuni tratti davvero panoramici. Oppure entrambi, compiendo un anello che troverete descritto nel nostro itinerario dedicato proprio alla val Rosandra.

Scheda tecnica:

Partenza: riserva naturale Foce della Stella
Arrivo: val Rosandra
Lunghezza: 120 km ca
Durata: 3/4 giorni
Tappe: riserva naturale foci dello Stella, Marano Lagunare, Aquileia, Grado, Trieste, riserva naturale val Rosandra

Per chi viaggia in camper

Aquileia
Area comunale in Via Grandi (vicino agli scavi archeologici)
Servizi: acqua, pozzetto scarico. Apertura annuale, animali ammessi, Area a pagamento

Grado
Area attrezzata comunale in Viale Italia 73
Servizi: acqua, pozzetto scarico, elettricità. Apertura annuale, animali ammessi. Area a pagamento.

Trieste
Area attrezzata parcheggio Bovedo
Via Miramare 30-32
Apertura annuale, animali ammessi. Area a pagamento

Informazioni per un giro in camper nel golfo di Trieste

Turismo Friuli Venezia Giulia
www.turismofvg.it

Cerca altre METE

Scopri le nostre proposte per il weekend in tutta Italia

Cerca altre IDEE

Al mare, in montagna, turismo attivo, di fede, in camper e molto altro ancora

Potrebbe interessarti anche

idee per il tuo weekend?

Lasciaci la tua e-mail
Ogni settimana riceverai le nostre proposte