Passeggiata per Sacile

di Redazione
Friuli Venezia Giulia
|
Borghi
|
Camper
|
Pianura
|
Porta occidentale della regione al confine con il Veneto, il borgo di Sacile è considerato il “giardino della Serenissima”, non soltanto per la bellezza dei suoi palazzi di gusto veneziano che si specchiano nel Livenza, ma anche per l’importante ruolo culturale rivestito nei secoli.

A spasso per Sacile

Il Livenza si insinua nel centro storico di Sacile con due diramazioni quasi a creare altrettante grandi “isole” che, storicamente, hanno incarnato il potere politico e quello religioso. Vagando per il tranquillo centro sarete soprattutto conquistati dai tanti scorci che regala lo scorrere placido del fiume con le case che si specchiano nel verde dell’acqua e le luci che si riflettono al calare della sera.
Sulla prima “isola”, cuore del borgo, pulsa l’armoniosa piazza del Popolo sulla quale affacciano eleganti balconi e finestre ad arco che sembrano guardare alla quattrocentesca Loggia Comunale; passeggiate nell’ombra dei portici o prendetevi subito il tempo per guardarvi attorno con una sosta ai tavolini dei bar. Se capitate qui verso fine agosto, vedrete questo spazio diventare il palcoscenico della plurisecolare sagra dei Osei.
Oltre il lato meridionale della piazza trovate il cinquecentesco palazzo Ragazzoni Flangini Billia commissionato dall’omonima famiglia veneziana nel 1570 come residenza; l’edificio mostra al fiume il cortile e una facciata laterale contraddistinta però da un’insolita pentafora che consente l’illuminazione di tutto il piano nobile. All’interno è da vedere il bellissimo salone d’onore interamente affrescato.
Percorrendo via della Pietà vedrete a sinistra il piccolo Battistero affacciato al Livenza poco prima di scorgere sul lato opposto la sagoma dell’imponente campanile in stile veneziano che si alza per oltre 50 metri sovrastato dalla statua in bronzo di un angelo che sorveglia il vicino Duomo (1474-96). Edificato sul sito di un’antica pieve, subì numerose trasformazioni anche a causa dei terremoti che colpirono la zona; il portale in bronzo è opera dell’artista Casarini che si occupò anche di affrescare il presbiterio.
Scendete tra i portici e il lastricato di via Gasparotto fino a via Mazzini; pochi passi a sinistra avrete un nuovo punto di vista sul fiume dal ponte dei molini mentre, proseguendo per vicolo Livenza troverete di fronte a voi il ponticello pedonale che porta ai giardini Ortazza se volete lasciar correre i più piccoli nel verde.
Uno spunto in più è fare un salto alla ex chiesa di San Gregorio oggi spazio culturale che ospita mostre, concerti ed eventi… 

Per chi viaggia in camper

Sacile
Area sosta c/o parcheggio fra Via Ruffo e Viale della Repubblica
Servizi: acqua, pozzetto scarico

 

Informazioni per visitare Sacile

Visit Sacile
www.visitsacile.it

Cerca altre METE

Scopri le nostre proposte per il weekend in tutta Italia

Cerca altre IDEE

Al mare, in montagna, turismo attivo, di fede, in camper e molto altro ancora

Potrebbe interessarti anche

idee per il tuo weekend?

Lasciaci la tua e-mail
Ogni settimana riceverai le nostre proposte