Tra le mura del castello di Gorizia

di Redazione
Friuli Venezia Giulia
|
Borghi
|
Camper
|
Castelli
|
Pianura
|
Gorizia svela la sua posizione già dal nome che in slavo significa “colle”. Proprio quello da cui l’antico castello sorveglia l’abitato offrendo una grande vista panoramica sulla cittadina.

La storia in breve

I rimaneggiamenti ebbero inizio nel XIII secolo, quando i conti di Gorizia trasformarono un primo edificio ottoniano in vera e propria fortificazione. Di questi ampliamenti duecenteschi rimane oggi il palazzo dei Conti impreziosito da bifore romaniche incorniciate da marmo rosa. Risale invece al XVI secolo la sostituzione di una cinta difensiva in legno con un paramento a tre piani dotato di torrioni, camminamento di ronda e mura merlate in arenaria. Il castello passò più volte di mano, diventando possedimento dei conti di Gorizia, ma anche degli Asburgo e dei veneziani; nei secoli assunse funzioni amministrative, di caserma e carcere. L’aspetto attuale del maniero è il risultato dei numerosi interventi che, del mastio originale, hanno lasciato solo le fondamenta ancora oggi visibili all’interno della corte dei Lanzi.

La visita al castello di Gorizia

Per raggiungere il castello dovrete varcare la porta Leopoldina, edificata nel 1660 in onore della visita dell’imperatore Leopoldo d’Asburgo.
La visita può avere inizio nella corte dei Lanzi; al piano terra troverete la ricostruzione della cucina e della mensa, mentre nella sala dei Cavalieri una collezione di armi goriziane impiegate dall’XI al XVI secolo, con alcune riproduzioni di macchine da guerra in dimensioni reali. Al piano superiore, trovate la sala del Conte e il salone degli Stati Provinciali, un grande ambiente su cui si affaccia un ballatoio in legno con uno splendido soffitto a cassettoni. Sullo stesso piano, nella sala della Musica, potrete vedere le copie di antichi strumenti e ascoltarne la melodia. Al secondo piano sono esposte tele di scuola veneta e, nel Granaio, è allestito il museo del Medioevo Goriziano.
Ancor più suggestivo sarà percorrere il cammino di Ronda, dal quale godrete di un grande panorama.

Un salto a Gorizia

Lasciando Borgo Castello si scende verso piazza Sant’Antonio e nella storica via Rastello, dove fare una passeggiata nell’atmosfera goriziana delle antiche botteghe fino a raggiungere il respiro della piazza con la barocca chiesa di Sant’Ignazio, principale luogo di culto della città. Da qui ci si dirige verso piazza De Amicis dove si trova lo storico palazzo Attems che ospita la Pinacoteca.

 

Per chi viaggia in camper

Gorizia
Area sosta in Viale Oriani angolo Viale Virgilio, a 200 m dal centro
Servizi: acqua, pozzetto scarico

 

Per visitare il castello di Gorizia

Castello di Gorizia
Borgo Castello 36
Gorizia
Tel. 0481.53.51.46

Comune di Gorizia
www3.comune.gorizia.it

Cerca altre METE

Scopri le nostre proposte per il weekend in tutta Italia

Cerca altre IDEE

Al mare, in montagna, turismo attivo, di fede, in camper e molto altro ancora

Potrebbe interessarti anche

idee per il tuo weekend?

Lasciaci la tua e-mail
Ogni settimana riceverai le nostre proposte