Alla misteriosa Pietra di Bismantova

di Redazione
Emilia Romagna
|
Camper
|
Montagna
|
Parchi e natura
|
Nel parco nazionale dell’Appenino Tosco-Emiliano dove i rilievi appenninici emiliani volgono al confine con la Toscana, si alza improvviso e isolato un enorme monolite in arenaria che torreggia sui crinali circostanti; se la statura della Pietra di Bismantova non fa certo notizia, la sua sagoma non manca certo di incantare.

Decisamente misteriosa. Tanto da aver stuzzicato le fantasie di Dante che la cita nel Purgatorio come quelle degli strateghi che progettarono il sistema difensivo dei Canossa realizzando sul suo pianoro sommitale una fortezza. La Pietra di Bismantova è una delle montagne simbolo del parco nazionale dell’Appenino Tosco-Emiliano e un riferimento per escursionisti e arrampicatori ma è perfetta anche per chi non vanta alcuna esperienza e cerca semplicemente una passeggiata con un gran panorama in questa natura bizzarra.

Attorno e sopra alla Pietra di Bismantova

Attorno alla Pietra si snodano diversi sentieri e potrete scegliere per un giro completo del massiccio alla sua base come compierne l’anello lungo il pianoro sommitale camminando a poca distanza dallo strapiombo. Per una tranquilla passeggiata vi consigliamo il sentiero CAI 697 che “non si perde quasi nulla” delle tante cose da vedere; partite da piazzale Dante salendo la scalinata che riporta sulla strada e proseguite sull’asfalto in salita fino a incontrare in breve l’eremo stretto fra pareti strapiombanti ai piedi di un anfiteatro roccioso decisamente suggestivo. Edificato nel 1617, “nasconde” nella sagrestia affreschi del XV secolo tra cui la Madonna di Bismantova a cui l’eremo stesso è dedicato. Tornando a ritroso, raggiungete il rifugio della Pietra e proseguite lungo la traccia che si snoda per un primo tratto in moderata pendenza fino alla base di alcune spettacolari pareti e continua in salita fino al cartello che indica a destra la sommità. Ci arriverete risalendo una scalinata naturale nella roccia in cui troverete anche una catena a cui attaccarvi nel caso il percorso fosse scivoloso. Superato l’ultimo tratto si costeggiano alcune macchie di alberi fino al prato che precede lo strapiombo: un salto verso il basso di quasi 300 metri che vi consigliamo di ammirare con stupore e la giusta dose di prudenza. Dopo una meritata sosta e qualche centinaio di scatti, tornate sul sentiero 697 che vi porterà questa volta in discesa a Cà dal Lovastrel e quindi all’area archeologica di Campo Pianelli dove furono rinvenute alcune tombe e i resti di una capanna dell’Età del Bronzo. Il percorso ormai praticamente pianeggiante si snoda ai piedi della Pietra fino alla foresteria di San Benedetto dove potrete ritemprare anima e soprattutto corpo con un pranzo all’ombra degli gli alberi prima di tonare al piazzale di partenza, ormai vicinissimo.

Scheda tecnica

Partenza/arrivo: Piazzale Dante
Tempo di percorrenza: 2 ore
Lunghezza: 4 km
Difficoltà: E – sentiero escursionistico 

Per chi viaggia in camper

Castelnovo nè Monti
Area attrezzata comunale
Via dei Partigiani
Servizi: acqua, pozzetto

 

Informazioni per visitare la Pietra di Bismantova

Comune Castelnovo nè Monti
www.lapietraelabismantova.it

Parco Nazionale Appennino Tosco emiliano
www.parcoappennino.it

Rifugio della Pietra
www.rifugiodellapietra.it

Foresteria San Benedetto
www.foresteriasanbenedetto.it

Cerca altre METE

Scopri le nostre proposte per il weekend in tutta Italia

Cerca altre IDEE

Al mare, in montagna, turismo attivo, di fede, in camper e molto altro ancora

Potrebbe interessarti anche

idee per il tuo weekend?

Lasciaci la tua e-mail
Ogni settimana riceverai le nostre proposte