Un giro a San Lorenzo di Sebato

di Redazione
Trentino Alto Adige
|
Borghi
|
Montagna
|
Trekking
|
San Lorenzo di Sebato era un importante sito romano, di cui potrete rivivere le origini visitando il Museum Mansio e passeggiando lungo il Sentiero panoramico Archeologico. Per una giornata tra storia e aria “buona”.

Castelli, chiese, affreschi, sculture e graziosi centri storici caratterizzano i borghi medievali della val Pusteria, che da anni incanta i visitatori di tutto il mondo. La valle interessante per le sue materie prime, ma soprattutto per il controllo del territorio verso nord, fu un punto strategico per i Romani. San Lorenzo di Sebato, dove vi portiamo oggi, ne è un esempio.

Il borgo di San Lorenzo di Sebato

Sebatum fu la denominazione romana di uno dei primi insediamenti, che oggi conosciamo come San Lorenzo di Sebato. Qui, tra fattorie, officine, stalle e mercati si trovava la mansio, ovvero, la stazione di sosta, un tempo fondamentale durante le spedizioni. A ricordare quei tempi e la storia antica di questa località altoatesina, c’è il museo Archeologico Mansio Sebatum, il primo in Alto Adige dedicato esclusivamente all’Età del ferro e all’epoca romana; vi potrete ammirare un gran numero di reperti ritrovati a San Lorenzo e negli immediati dintorni.
Andate poi a castel Badia-Sonnenburg, che sovrasta il paese e riserva alcune sorprese per chi sceglie di trascorrere qui alcune ore; per esempio quella delle coppelle rupestri di Castelbadia, presumibilmente risalenti all’Età del bronzo, il cui significato è tuttora avvolto nel mistero.

Il sentiero Panoramico Archeologico

Prendetevi poi un po’ di tempo per respirare l’aria pulita di queste montagne. Dimenticate l’auto nel parcheggio presso il mercato coperto e raggiungete con una passeggiata di una decina di minuti, i boschi a sud di San Lorenzo, dove al ponte Peintner, vi aspetta la partenza del sentiero Panoramico Archeologico (Sonnenburger Kopf), un percorso didattico che si snoda lungo le distese verdi della vallata, “accompagnato” da tabelloni con tutte le informazioni sui siti archeologici e sugli oggetti che vi sono stati rinvenuti. Lungo il sentiero passerete dalle case di Fassing e incontrerete scorci panoramici sui declivi che circondano San Lorenzo e la vicina Brunico.

Scheda tecnica

Partenza e arrivo: San Lorenzo di Sebato (ponte Peintner)
Durata: 1 ora e 45 minuti
Lunghezza: 4,8 km
Dislivello: 210 metri
Difficoltà: T – sentiero turistico

 

Informazioni per visitare San Lorenzo di Sebato

Consorzio Turistico Kronplatz-Plan de Corones
www.kronplatz.com 

Cerca altre METE

Scopri le nostre proposte per il weekend in tutta Italia

Cerca altre IDEE

Al mare, in montagna, turismo attivo, di fede, in camper e molto altro ancora

Potrebbe interessarti anche

idee per il tuo weekend?

Lasciaci la tua e-mail
Ogni settimana riceverai le nostre proposte