Sul dosso di castel Grumello a Sondrio

di Tiziana Crimella
Lombardia
|
Castelli
|
Montagna
|
Un pomeriggio in totale relax vi basterà per scoprire castel Grumello, antico maniero che domina Sondrio e regala un bel panorama sulla media Valtellina.

Se cercate una meta che non richieda fatica ma possa affascinarvi con il respiro della storia; che sia raggiungibile in auto ma possa anche essere l’occasione per una passeggiata tra i vigneti; che sia panoramica quanto basta ma anche la scusa per assaggiare i sapori valtellinesi… a castel Grumello siete proprio nel posto giusto!

Cosa vedere a castel Grumello

Un grumo, ossia un dosso roccioso, è quello che costituisce la rupe su cui poggia castel Grumello il cui nome completo, per la verità, è castello De Piro al Grumello. De Piro è infatti la famiglia ghibellina di origine comense che lo fece costruire tra la fine del Duecento e l’inizio del Trecento in una posizione ritenuta strategica, sia per le difficoltà di accesso, sia perché dominante sulla città di Sondrio e su una buona porzione di valle. Il castello ebbe però vita breve: venne infatti distrutto nel 1512, dopo essere divenuto dimora del Vescovo di Como, insieme al vicino castello Mancapane, in seguito all’occupazione della Valtellina da parte dei Grigioni.
Si pensa che la struttura originaria del castello fosse molto più vasta di quella attualmente visibile, come fanno supporre i ritrovamenti archeologici emersi durante gli scavi. La costruzione che potrete ammirare oggi è a struttura gemina, cioè composta da due edifici distinti che ancora conservano i merli ghibellini a coda di rondine, interamente circondati dalle mura. L’edificio orientale è dotato di una torre di avvistamento elevata, caratteristica che lascia supporre il suo utilizzo come corpo difensivo. La presenza di ruderi di un camino in una sala dell’edificio occidentale fa pensare, invece, che quest’ultimo fosse adibito a dimora; anche in questa costruzione non doveva mancare un corpo di guardia, alla cui presenza fanno ricondurre le feritoie ricavate nelle mura.

Castello, gusto e dintorni

Il castello è raggiungibile in auto ma, se volete metterci un pizzico di fascino in più e preparare l’appetito, potrete “conquistarlo” anche a piedi, con una passeggiata di circa 25 minuti, lungo un sentiero ben tenuto che sale attraverso i vigneti del Grumello.
Il privilegio di poterlo ancora ammirare è dovuto al recupero ad opera del FAI che ha ristrutturato l’edificio a seguito della donazione dei vecchi proprietari nel 1990 e, dal 2001, ha reso questo luogo visitabile. A pochi passi, troverete il ristoro castel Grumello dove scoprire anche tutto il gusto della cucina tipica e del pregiato rosso a cui il maniero ha prestato il nome.

 

Informazioni

FAI- Castel Grumello
www.fondoambiente.it

Cerca altre METE

Scopri le nostre proposte per il weekend in tutta Italia

Cerca altre IDEE

Al mare, in montagna, turismo attivo, di fede, in camper e molto altro ancora

Potrebbe interessarti anche

idee per il tuo weekend?

Lasciaci la tua e-mail
Ogni settimana riceverai le nostre proposte