Passeggiata al Sacro Monte di Varese

di Redazione
Lombardia
|
Collina
|
Luoghi di fede
|
Immerso nella natura del parco del Campo dei Fiori, il Sacro Monte di Varese è un bene patrimonio UNESCO oltre che uno dei più estesi itinerari mariani d’Italia. Le sue 14 cappelle si rincorrono lungo 2 km di acciottolato in salita che regala panorami suggestivi.

La via al Sacro Monte di Varese fu realizzata tra il 1604 e il 1680 per iniziativa del padre cappuccino Giovanni Battista Aguggiari che, sull’onda della Controriforma, dispose la costruzione di 14 cappelle dedicate ai misteri del Rosario, riservando all’ultimo – la visione della Vergine accolta e incoronata in Paradiso – un posto d’onore nel santuario al termine del percorso.

La salita tra le cappelle del Sacro Monte

Dalla località Prima Cappella, comodamente raggiungibile in auto dal centro di Varese, potrete salire agli 883 metri del santuario di Santa Maria del Monte – ultima tappa – visitando le cappelle che compongono la via sacra. Tutte diverse tra loro, raffigurano ciascuna un mistero tratto dal Vangelo (dall’Annunciazione all’Assunzione della Vergine Maria) e sono collegate al crinale del monte da un ampio percorso acciottolato, che supera un dislivello di circa 300 metri. Salendo potrete approfittare di alcune terrazze panoramiche che si affacciano sulle valli e sulla pianura circostante per fermarvi tra una tappa e l’altra a riprendere fiato o dissetarvi a una delle fontane lungo la salita. La passeggiata immersa nel bosco unisce la natura all’arte dell’apparato decorativo delle cappelle progettate dall’architetto Giuseppe Bernascone detto “Il Mancino”. Tutte sono dotate di portico che consente, attraverso porte e finestre a grate, di osservare gli interni decorati con gruppi di figure sceniche realizzate da importanti artisti del panorama culturale lombardo. Non mancano nemmeno interventi più recenti come quello di Renato Guttuso che nel 1983 fu invitato a dipingere una versione contemporanea della Fuga in Egitto, sulla parete esterna della cappella dedicata alla Natività.

Il santuario di Santa Maria del Monte

Giunti sulla sommità del monte, fermatevi a vedere l’interno del santuario, quindicesima tappa della via sacra inserita nell’omonimo borgo, balcone panoramico da cui la vista spazia sui laghi di Varese, Comabbio e Monate. La chiesa è affrescata con dipinti che risalgono al XIV secolo e un importante altare maggiore in marmo, del 1662. Delle tre navate che ne scandiscono l’interno, quella centrale catturerà la vostra attenzione con L’Ascensione al cielo di Cristo del Fiammenghino mentre nelle navate laterali potrete ammirare alcune sculture lignee.
Molto interessante è anche la visita al museo del Santuario, conosciuto come museo Baroffio uno spazio che raccoglie oggetti liturgici e immense raccolte d’arte, fra cui opere di scultura e dipinti.

La salita in funicolare

Da Varese potete raggiungere la Prima Cappella in auto e proseguire a piedi oppure usufruire della storica funicolare inaugurata negli anni della Varese liberty (corse che si alternano ogni 10 minuti).
Da Santa Maria del Monte l’itinerario può proseguire nel territorio del parco del Campo dei Fiori, fino al monte Tre Croci, all’Osservatorio Astronomico o al Forte di Orino.

 

Informazioni per visitare il Sacro Monte di Varese

Santuario di Santa Maria del Monte
www.sacromontedivarese.it

Museo Baroffio e del Santuario
www.museobaroffio.it

Condividi l'articolo su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Cerca altre METE

Scopri le nostre proposte per il weekend in tutta Italia

Cerca altre IDEE

Al mare, in montagna, turismo attivo, di fede, in camper e molto altro ancora

Potrebbe interessarti anche

idee per il tuo weekend?

Lasciaci la tua e-mail
Ogni settimana riceverai le nostre proposte