Val Pusteria a 360°

Dolci pascoli, sentieri perfetti e ben segnalati: benvenuti in val Pusteria! Grandi panorami e sapori genuini come la gente di questi posti che conserva fiera le proprie tradizioni. Un giro in famiglia? Venite qui!

Si scrive Area Vacanza Sci & Malghe Rio Pusteria e si pronuncia “montagna per tutti”!
L’attenzione all’ambiente e alle tradizioni si traduce nell’accoglienza unica di quest’angolo di Alto Adige dove la valle Isarco e la val Pusteria si incontrano dando vita a luoghi che sembrano davvero progettati per ospitare le famiglie.
Rio di Pusteria, Maranza, Valles, Rodengo, Spinga, Vandoies, Fundres e Vallarga! Ai piedi di cime maestose vi aspetta un mondo di sentieri impeccabili per camminare perfino spingendo un passeggino, o per rilassarvi in una delle tante malghe. E la sera ritroverete tutta la familiarità dei masi con ambienti tradizionali e tranquilli, autentici come le persone che vi ospitano e i loro prodotti, preparati direttamente dalle mani dei contadini.

Passeggiata all’alpe di Luson e Rodengo

Quella all’altopiano dell’alpe di Luson e Rodengo è solo una tra le numerose possibilità per un giro facile tra pascoli e alpeggi ma offre in più la possibilità di variare il percorso combinando a piacere i diversi itinerari che lo attraversano.
Lasciata l’auto nel parcheggio di Zumis poco oltre i 1.700 metri di quota, imboccate il sentiero che risale lentamente il costone prima nel bosco e quindi tra i prati raggiungendo la baita Roner (1.832 m). Un libro in legno con la storia del rifugio vi accoglie insieme ai sapori di torte e spuntini, come a quello di un buon pranzo, se l’ora è già quella giusta. Un angolo bar a disposizione anche per i vostri cani e uno bello spazio giochi per i bimbi, vi consentiranno un momento di completo relax. Riprendete a camminare in leggera salita tra i pascoli aperti e le baite in legno percorrendo il sentiero 2, largo e ben curato, tanto da non creare problemi nemmeno se deciderete di spostarvi con un passeggino. Troverete ben presto un belvedere con un’immagine panoramica e l’indicazione di tutte le cime all’orizzonte. Nei pressi del bivio con la bacheca potrete compiere la prima scelta: a sinistra lungo il sentiero 68 arriverete fino alla baita Rastner (1.932 m) per iniziare il ritorno sbucando sul sentiero principale alla chiesetta e da qui tornare al rifugio Roner; viceversa potrete continuare in direzione della baita Starkenfeld che vi aspetta a quota 1.936 metri. Qui dovete assolutamente chiedere di Christian che vi incanterà con le storie vissute tra questi prati e il rifugio dove è cresciuto; vi mostrerà come si fa il “suo” formaggio di cui non potrete che innamorarvi. La strada forestale continua contrassegnata dal numero 67 e si alza con un paio di tornanti. Appena prima potrete prendere a destra il 66 e ancora a destra il 2A per chiudere l’anello.
Se invece continuate, restate sul 67 che diventa un sentiero (qui niente passeggino) e piega a sinistra salendo più deciso fino a raggiungere la cima dell’Astjoch (cima Lasta), un panettone privo di pericoli che culmina a 2.194 metri, d cui la vista spazia a 360°!

Val di Fundres

Altra meta da non perdere è la val di Fundres e anche qui sono diversi gli itinerari possibili.
Un giro perfetto per esplorare la bassa valle è la via dei Masi che inizia nelle vicinanze del centro sportivo e compie un anello di 8 km che potrete percorrere in circa 2 ore e mezza alla scoperta delle antiche costruzioni della vallata.
Una variante per godersi al meglio la valle e la sua vista dall’alto, è il sentiero che raggiunge la malga Gampiel. La si può raggiungere partendo dal piccolo nucleo di Dun su sentiero o dal maso Hinteregger percorrendo una strada forestale (n. 30) chiusa al traffico.
Camminerete per buona parte nel bosco risalendo il costone della montagna in vista dei monti di Fundres per uscire tra i pascoli per un ultimo tratto fino alla baita, particolarmente adatta alle famiglie per la presenza di molti animali (asini, capre, conigli, cani e gatti…) e di un piccolo parco giochi immerso nel verde dove i più piccoli possono decisamente sfogarsi. Da questo punto potrete anche decidere di allungare il giro fino al lago Ponte di Ghiaccio.

Altre idee in val Pusteria?

Due alternative pensate per i più piccoli sono il Sentiero delle api a Rodengo, passeggiata didattica di circa 2 ore nel mondo del miele e il Sentiero degli Elfi a Vandoies, 1 ora per osservare gli animali del bosco e una fantastica cascata. Per grandi e piccini invece da non perdere è un giro alla malga Fanes: sceglietela per la splendida valletta in cui si trova e per l’antico borgo di malghe, il meglio conservato dell’Alto Adige.

 

Informazioni per visitare la Val Pusteria

APT Gitschberg-Jochtal
www.riopusteria.it 

Altri luoghi in Trentino-Alto Adige

Battello lago di Garda: Malcesine
In battello sul lago di Garda

In battello sul lago di Garda

Scivolare sulla superficie dell'acqua a bordo di un battello è di sicuro il più originale tra i modi "normali" per gustarsi il lago di Garda, dove ammirare dall’acqua pareti strapiombanti e dolci colline, severi castelli e borghi che profumano di sole e limoni...

Cosa vuoi fare?