Weekend a Matera

di Redazione
Basilicata
|
Camper
|
Città d'arte
|
Collina
|
Fine settimana tra i Sassi patrimonio UNESCO di Matera e nel Parco Archeologico Storico Naturale della Murgia e delle Chiese Rupestri. Dopo essere stata capitale europea della cultura nel 2019, il suo Cuore antico è pronto come non mai per sorprendervi con la sua storia antichissima tra i tagli di luce e ombra nei vicoli del Sasso Barisano e del Sasso Caveoso.

Non è facile immaginarsi la vita di un tempo nei Sassi e visitarli oggi è senza dubbio sorprendente. In un weekend a Matera vi aspettano vicoli e scalette, case scavate nel tufo, oltre 150 chiese rupestri (di cui molte affrescate) e un complesso sistema di canali e cisterne tra i più antichi e meglio conservati al mondo.

Primo giorno. A piedi nella Civita: Il Sasso Barisano e il Sasso Caveoso

Pronti per un weekend a Matera? Giù dall’auto, scarpe comode e tanta voglia di esplorare qualcosa di veramente unico. L’ingresso ai Sassi può avvenire dal Sasso Barisano; si raggiunge dal Comune scendendo lungo via Pentasuglia, dove si concentra il maggior numero di portali scolpiti e fregi che immettono nel cuore sotterraneo. Primo incontro è il monastero di Sant’Agostino, sorto nel 1591 sulle rovine di un cenobio rupestre e riedificato in parte a metà del Settecento. Dal sagrato godrete della vista spettacolare sulla Murgia Timone, sul profondo canyon del torrente Gravina e sulla cattedrale romanica pugliese della Civita con il suo rosone a sedici raggi e il campanile di oltre 50 metri. Se deciderete di farci un salto, vi potrete ammirare il presepe cinquecentesco e gli splendidi affreschi della Madonna della Bruna e del Giudizio Finale.
Proseguendo lungo Via D’Addozio, incontrerete la chiesa rupestre di San Pietro Barisano scavata nel tufo, la cui facciata settecentesca poggia su chiesa ipogea scavata probabilmente attorno all’anno Mille. Ai piedi della Civita si diramano le stradine pedonali verso il centro, un tempo cinta da mura di cui faceva parte la torre Mellana. Via Madonna del Gesù è una magnifica balconata lungo lo strapiombo sulla Gravina; qui si trova l’affascinante complesso monastico rupestre della Madonna delle Virtù e di San Nicola dei Greci, fondato nei secoli X-XI. In questa suggestiva location ogni anno si tengono Mostre Internazionali di Scultura. Proseguendo lungo via Madonna delle Virtù, si raggiunge il Sasso Caveoso, quasi un anfiteatro attorno a cui sono disposte le case-grotte. Su piazza San Pietro Caveoso, a picco sulla Gravina, si affaccia la chiesa di San Pietro Caveoso del 1218, cui fu aggiunto il campanile barocco. Alla sua destra un arco vi porterà alla ricostruzione di una casa contadina e alla chiesa rupestre di San Pietro in Monterrone.
Vi aspetta poi uno degli incontri più suggestivi, quello con la chiesa rupestre di Santa Lucia alle Malve, riccamente affrescata e primo insediamento lauriotico a Matera, abitato fino a metà degli anni Cinquanta. Lungo una stradina in salita arriverete al monte Errone, una rupe su cui sorgono le chiese rupestri di Santa Maria de Idris e di San Giovanni in Monterrone. Da qui tornate verso piazza San Pietro Caveoso, risalite Vico San Leonardo fino al quartiere albanese e visitate le quattro cripte rupestri che fanno parte del Convicinio di Sant’Antonio. L’incontro con le chiese rupestri si chiude con Santa Barbara – basilica bizantina riccamente affrescata – e le chiese del Cappuccino Vecchio e Cappuccino Nuovo. Per finire raggiungete piazzetta Pascoli, da cui si gode una splendida vista sul panorama dei Sassi, proprio dal centro di Matera dove non mancano le occasioni per una sosta gustosa nei ristoranti.

Weekend nei musei di Matera

Un weekend vi darà sicuramente l’opportunità di approfondire: ecco qualche spunto a tema musei. Partite dal MUSMA, il più “moderno”: il museo della Scultura Contemporanea di Matera è ospitato a Palazzo Pomarici e accoglie opere che ripercorrono la storia della scultura dalla fine del XIX secolo a oggi. Il museo d’Arte Medievale e Moderna occupa le sale del seicentesco Palazzo Lanfranchi ed è articolato in quattro sezioni: Arte Contemporanea, Arte Sacra, Collezionismo e Antropologia. Se vi appassiona la storia, scegliete il museo Archeologico Nazionale che mostra i reperti del territorio materano; affascinante anche il percorso del museo della Raccolta delle Acque, presso le chiese sconsacrate di San Giovanni e del Purgatorio.

Secondo giorno. Il Parco Archeologico delle Chiese Rupestri

Non lasciate Matera senza attraversare gli ottomila ettari dell’altopiano disteso tra Matera e Montescaglioso in uno scenario di vegetazione bassa e dirupi vertiginosi che si perdono in profondi canyon. Proprio queste sono le gravine dove l’uomo, a dispetto di un’apparente ostilità dell’ambiente, ha trovato protezione e si è insediato fin dalla preistoria. Nella Grotta dei Pipistrelli, lungo la gravina a cui si accede dal rione Agna di Matera, ritroverete le testimonianze più antiche della presenza dell’uomo, risalenti al Paleolitico superiore. Risalgono al Neolitico i villaggi trincerati di Murgecchia, Murgia Timone e Tirlecchia, ma è nell’alto Medioevo che la Murgia viene abitata da eremiti e asceti che, sfuggiti alle persecuzioni religiose in Oriente, fondano l’insediamento rupestre sparso nel Parco. Oggi l’area protetta è un territorio suggestivo popolato da numerose specie autoctone e distese di erbe officinali spontanee che riempiono l’aria di profumi; l’habitat ideale per alcune specie di rettili, volpi, faine e gatti selvatici è particolarmente suggestive nelle ore notturne tra i richiami di gufi imperiali, civette e barbagianni mentre, se amate i pipistrelli, non vi resta che curiosare nelle numerose grotte.

Per chi viaggia in camper

Radogna Camp
Contrada Murgia Timone
presso Jazzo Gattini, centro visite del Parco
Tel. 0835.33.22.62 – 320.26.36.528
www.ceamatera.it
Servizi: acqua, pozzetto, elettricità, servizi igienici, docce, bus navetta per il centro storico

Autoparco di Matera
Contrada Pantano
Tel. 340.68.50.509
www.autoparcomatera.it
Servizi: acqua, pozzetto, illuminazione, elettricità, aperta tutto l’anno. A pagamento

 

Informazioni per un weekend a Matera

Comune di Matera
www.comune.matera.it

Cerca altre METE

Scopri le nostre proposte per il weekend in tutta Italia

Cerca altre IDEE

Al mare, in montagna, turismo attivo, di fede, in camper e molto altro ancora

Potrebbe interessarti anche

idee per il tuo weekend?

Lasciaci la tua e-mail
Ogni settimana riceverai le nostre proposte