Isole Trémiti, le perle dell’Adriatico

Raggiungibili via mare tutto l’anno, le Trémiti sono un angolo di paradiso mediterraneo con millenni di storia alle spalle, dove si viene per fare il pieno di natura e di sport. Sopra e sotto all’acqua.

Se siete sensibili al fascino del mare cristallino, dei fondali variopinti, delle calette di sabbia finissima e delle grotte dai bagliori iridescenti sarà amore a prima vista. Lo splendido arcipelago delle Isole Tremiti è del resto un eden incantato, affiorante al largo della costa Adriatica, poco distante dalle altrettanto selvagge coste del Gargano. Ne fanno parte tre isole (San Nicola, San Dòmino e Capraia) e due isolotti rocciosi (Cretaccio e Pinosa), che per la loro straordinaria ricchezza naturalistica e paesaggistica fanno parte della riserva naturale delle Isole Tremiti, a sua volta inclusa nel del parco nazionale del Gargano.

Da dove iniziare la visita?

Navi, motonavi, traghetti e aliscafi arrivano tutti (e solo) all’isola di San Nicola. È la più piccola delle tre, circoscritta dalle possenti mura medievali dell’abbazia-fortezza di Santa Maria a Mare, detta anche la “Montecassino del mare” per la sua grandiosità. Il candore della pietra abbaglia non poco, fin sotto la galleria turrita che sale al complesso, di cui fanno parte anche il castello dei Badiali e il torrione Angioino, dalla caratteristica forma circolare. In tutto l’arcipelago la storia si fonde con il racconto mitologico, portato dal canto delle diomedee. Questi uccelli eleganti che nidificano tra le scogliere sarebbero infatti – secondo la leggenda – i compagni di Diomede, il guerriero amico di Ulisse che si rifugiò su queste isole al ritorno dalla guerra di Troia, stabilendovi i primi insediamenti.

Le spiagge più belle…

Se cercate invece la natura, quella più selvaggia, trasferitevi a San Dòmino, denominata l'”orto del Paradiso” per la ricchezza di vegetazione che la caratterizza. È infatti ricoperta di distese di pino d’Aleppo, tanto fitte che viste dal mare sembrano quasi innalzarsi sull’acqua. Qui troverete strutture turistiche in grado di soddisfare ogni esigenza (ci sono porto ed eliporto, alberghi e ristoranti, villaggi vacanze, camping e diving-center); non mancano nemmeno spiagge, calette, rocce, scogli e faraglioni. Cala delle Arene è la più grande e famosa, e anche l’unica sabbiosa di tutte le Tremiti; poco lontano c’è Cala Matano, insenatura naturale che scende a strapiombo sul mare; infine scoprite anche Cala degli inglesi, con le sue rocce digradanti nel blu, e Cala Tonda, che raccoglie a sé l’acqua formando una sorta di piccolo lago.

…e le grotte più suggestive

Sempre a San Dòmino si possono raggiungere via mare alcune delle grotte più belle dell’arcipelago: la Grotta delle Rondinelle, dove nidificano le rondini; la Grotta delle Viole, dove il sole raggiunge i fondali producendo bagliori iridescenti; la Grotta del Bue Marino, sicuramente la più famosa e incantevole: qui la luce del sole penetra all’interno su basse acque turchesi che riflettono sfumature blu tutt’intorno… un vero spettacolo, ancor più suggestivo se pensate che sopra le vostre teste si innalza l’altissima Ripa dei Falconi, dove, appunto, non è raro che trovino riparo selvaggi rapaci.

Sport, relax e natura

Siete nel paradiso delle immersioni: l’acqua è tanto trasparente da far sognare di essere ai Caraibi, e invita a tuffarsi per nuotare tra branchi di pesci fluorescenti, rami di corallo nero e variopinte gorgonie. In gommone e in barca raggiungete anche i tre isolotti disabitati: Cala del Diavolo sul Cretaccio e Pietre di Fucile a Capraia, per snorkeling e birdwatching. Pianosa invece ammiratela dal mare: è vietato ogni approdo per salvaguardare uno degli ultimi ambienti incontaminati dell’Adriatico. Escursioni in barca a vela attorno all’arcipelago, con aperitivi a bordo e cene in porto realizzano infine il sogno di una vacanza green e romantica… sempre con la macchina fotografica al collo per non perdervi nessuna emozione.

 

Informazioni per visitare le Isole Tremiti

Tremiti.eu
www.tremiti.eu/isole

Ente parco nazionale del Gargano
www.parcogargano.it

 

Altri luoghi in Puglia

Cosa vuoi fare?