La ciclabile della val Seriana

Facile, rilassante e divertente. La ciclabile della val Seriana è un itinerario testato per trascorrere una giornata in bici ma senza fatica, approfittando del fresco di una bella valle e del suo fiume limpido.

Ecco un giro in bici semplice, occasione di relax e divertimento piuttosto che di “sangue, sudore e lacrime”; un itinerario adatto anche alle famiglie, frazionabile, così che ciascuno di voi possa scegliere la lunghezza del proprio percorso. Pedalata in montagna, certo, semplicemente da fare “al contrario”. Si parte dall’alto, si scende gustando l’aria fresca senza spingere troppo, e si chiude l’anello tornando al punto di partenza in bus. L’abbiamo testata per voi e proviamo a raccontarvela.

Un giro a Clusone prima di partire

La val Seriana è uno dei due solchi che si aprono alle spalle di Bergamo, facilmente raggiungibile dall’autostrada A4. Clusone (punto più alto della ciclabile) si trova a circa 30 km dal capoluogo e dovrete prevedere mezz’ora di strada per arrivare a destinazione. Il nostro consiglio è quello di concedervi un’abbondante colazione e un giro nel cuore antico del borgo: non rinunciate a uno sguardo sul palazzo Comunale con il suo elegante porticato e gli affreschi dipinti tra il XV e il XVIII secolo e alla torre dell’orologio costruito da Pietro Fanzago nel 1583. Se vorrete concedervi una deviazione, salite all’imponente basilica di Santa Maria Assunta e, soprattutto, al vicino oratorio dei Disciplini (XIV sec.) che custodisce importanti cicli pittorici e, sulla parete esterna, gli Affreschi della Morte con la celebre Danza Macabra.
Cercate poi parcheggio nella zona della stazione o, se siete fortunati, nei pochi posti auto presenti in via Bono da Castione proprio dove ha inizio la ciclabile.

I numeri della ciclabile della val Seriana

La ciclabile della val Seriana si sviluppa nel suo ramo principale dai 297 metri di quota di Ranica fino ai 574 di Clusone seguendo l’andamento del fiume Serio per 31,5 km complessivi; da Clusone ad Albino ricalca l’antico sedime della ferrovia a binario unico che dal 1911 al 1967, ha collegato Bergamo a Clusone.
Si pedala alternando fondo asfaltato (11,6 km) a tratti in terra battuta (18,3 km), con solo 1,6 km su strada aperta al traffico; ciclabile al 100%, è perfetta da percorrere con una mountain bike quanto adatta alle city bike. La segnaletica è impeccabile: i piccoli cartelli con il simbolo della ciclovia sono frequenti e segnalano ogni bivio affiancandosi ai grandi pannelli che indicano il chilometro raggiunto e cosa vedere nei dintorni. Lungo il percorso non mancano occasioni di relax: panchine per la sosta, aree gioco per i più piccoli e fontanelle con acqua freschissima.

Tutti in sella

Partite da Clusone lasciando le case e puntando verso valle tra alberi e prati fino alla pineta della località Busgarina dove si trova un punto ristoro con laghetto di pesca, piscina e giochi, ideale anche come base se vi spostate in camper. Superata la vecchia stazione di Ponte Selva raggiungerete il corso principale del fiume Serio e Ponte Nossa dove consigliamo una deviazione per vedere il museo dei Magli e scoprire come venivano fabbricati gli utensili utilizzando la forza dell’acqua e questi enormi martelli. Poco oltre lo storico ponte vi aspetta un’area sosta con fontana e la deviazione per la ciclabile della valle del Riso (da ignorare). Procedete a fianco della statale tra le pendici del pizzo Frol e il fiume che offre diverse possibilità per una sosta rinfrescante, imboccando poi il tratto sterrato di Ponte del Costone (punto ristoro sul percorso) che porta a Casnigo dove pedalare nel bosco, alti sul corso d’acqua. Ancora su terra battuta affrontate un breve tratto “nella civiltà” raggiungendo Colzate dove si sottopassa la strada risalendo la riva opposta con un paio di tornanti. Attraversando la boscaglia sarete ai prati di Vertova (panchine e tavoli per la sosta), fino a sbucare sullo scenografico ponte in legno in corrispondenza di invitanti pozze verdi meta di tuffi e bagni. Un’affascinante passerella conduce al bivio verso la ciclabile della Valgandino che procede diritta mentre il vostro percorso piega a destra sotto la provinciale in corrispondenza di un canale. Continuate tra due pareti verdi tagliando il canale più volte e incontrando il punto ristoro Buschina (fontana e parco giochi) con un fantastico pergolato rinfrescato da una nuvola d’acqua attraverso cui passare. Entrate quindi nel territorio di Gazzaniga tornando presto a fianco del fiume prima di immettervi per poco più di un chilometro nel tratto urbano che su strade comunque non trafficate, riconduce alla pista. Raggiungerete così, ancora su sterrato, il parco di Cene (fontana) e, dopo 2 km circa, Albino dove noi consigliamo di chiudere l’anello dal momento che vi troverete praticamente a passare dalla stazione e da qui un bus vi riporterà comodamente alla partenza…

Per chi viaggia in camper

Clusone
Area attrezzata camper Busgarina
Tel. 347.67.72.849
www.busgarina.it
Servizi: acqua, pozzetto scarico, elettricità, servizi igienici, docce. Area a pagamento, apertura annuale

 

Informazioni per un giro sulla ciclabile della val Seriana

IAT Valseriana e Val di Scalve
www.valseriana.eu

Orari degli autobus:
www.sab-autoservizi.it
www.bergamotrasporti.it

Altri luoghi in Lombardia

Valchiavenna Outdoor

Valchiavenna Outdoor

Weekend tra natura, borghi e sapori, accompagnati dai colori sgargianti dei prati e dal fragore delle cascate, dal fresco dei crotti e dal profumo della brisaola... Ecco qualche idea per vivere un weekend in Valchiavenna: in bici, a piedi, con le gambe sotto il tavolo oppure a spasso per i borghi. Ce n'è davvero per tutti i gusti!

Cosa vuoi fare?