TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Al Castello di Malcesine

Visita alla fortezza Scaligera

Proteso sulle acque del lago di Garda, incastonato sotto le pendici del Monte Baldo, fu visitato anche da Goethe, di cui si ammirano diversi lavori nella sala a lui dedicata.

Sia che siate dei romantici o dei musoni solitari, sia che siate a spasso con i bimbi o con i nonni, sia che siate semplicemente in attesa di qualche amico sportivone che ha affrontato il Monte Baldo in bici o in trekking, il Castello Scaligero, sul suo scoglio a nord-ovest del centro storico di Malcesine, è una piacevole meta dove trascorrere qualche ora.
Ricostruito dai Franchi nell'806 dopo che gli stessi distrussero l'originaria fortificazione longobarda, fu residenza degli Scaligeri per oltre cento anni a partire dal 1277.

L'itinerario entro le mura

Il primo edificio che si scorge entrando nel cortile è la Casermetta, un tempo alloggio della guardia del castello. In fondo al cortile un terrazzino a picco sul lago regala il primo, spettacolare panorama. Una gradinata conduce dal cortile alla Sala Goethe, un tempo adibita a polveriera degli austriaci. La sala, dedicata allo scrittore, poeta e drammaturgo, ospita i disegni che egli tracciò durante il suo Viaggio in Italia, nonchè la riproduzione dei colori della natura e delle cose come apparvero al suo sguardo all'epoca, dando vita alla sua Teoria dei Colori. Superata la sala, un minuscolo giardino occupato dalla macchia mediterranea accoglie il busto di Goethe, in una cornice di rara suggestione.

Il Rivellino, cioè il secondo cortile di epoca austriaca, è la tappa successiva; qui è lo spalto merlato a offrire una nuova scenografia panoramica, che spazia dal paese, al lago e fino alle pendici occidentali del Monte Baldo.
Un portale scaligero e una nuova rampa introducono nel terzo cortile, il più elevato. A sinistra del pozzo, proprio sotto la Torre, si nota l'affresco di una Madonna con Bambino, probabilmente dove un tempo era presente un'antica cappella.

Ancora una scala sale dal pozzo prima alla Sala Congressi della Residenza Scaligera e, quindi, alla Torre. La Residenza costituisce una tappa importante della visita in quanto ospita il Museo della pesca e - per chiamarlo con tutto il suo nome - delle attività del lago e delle galee veneziane. L'esposizione nel primo salone riguarda oggetti e reperti legati alla pesca e alla caccia sul lago; nella seconda sala sono rappresentate le navi da terra che operavano attraverso la Val d'Adige e la Sella di Loppio nel XV secolo durante la guerra condotta dai Veneziani contro i Milanesi, e il tentativo di recupero di una galea veneziana affondata a Lazise.

La possente torre

Il mastio merlato, con la sua forma pentagonale irregolare è, prima di tutto, un osservatorio privilegiato da cui si gode un panorama mozzafiato sul lago. Terminata probabilmente nel 1131, come faceva supporre un graffito, oggi scomparso, con la data e il nome di Corrado II, la torre è composta di cinque stanze, di cui la sola stanza "della Vedetta" è dotata di ben sei finestre. Qui, nei primissimi anni del Novecento, fu collocata la campana comunale, risalente al 1442, ornata di impronte delle monete comunali.
Il vasto spazio verde che spicca guardando in giù dagli spalti è il Lacaòr, considerato uno degli insediamenti protostorici più antichi di Malcesine. Viene adibito a teatro all'aperto durante la stagione estiva.

Da non perdere

Prima di lasciare Malcesine, trovate il tempo di effettuare una corsa sulla funivia del Monte Baldo: divisa in due tronconi, Malcesine-San Michele e San Michele-Monte Baldo, sale in cima in soli 10 minuti. Perchè vale la pena? La cabina del secondo troncone durante il trasferimento ruota su se stessa, offrendo una visione del panorama da far girare la testa!

Informazioni

comunemalcesine.it 

 

Come arrivare

Si può raggiungere Malcesine con l'autostrada A22 uscita Rovereto-Lago di Garda Nord, poi breve tratto di SS240 fino a Torbole, quindi costeggiando il lago lungo la SS249 in direzione Verona. L'uscita per chi si serve della A4 è Peschiera, poi SS249 in direzione Trento.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Giornata Europea dei Parchi

Grandi polmoni verdi di montagne o piccole aree di pianura,...

Leggi tutto

Mangialunga

Assaporate, è proprio il caso di dirlo!..., i paesaggi dell'entroterra...

Leggi tutto

Sagra dei Pici

Primo piatto tra i più celebri e richiesti nelle più...

Leggi tutto

Golosa Bike

Domenica in sella alla vostra due ruote a pedali, per...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna