TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

La bassa valle e i castelli della Valtournenche

Antichi manieri tra le montagne della Valle d'Aosta

Da Pont-Saint-Martin a Breuil-Cervinia: un viaggio in Valtournenche alla scoperta della Vallée, in un paesaggio ricco di castelli, antiche strade e piste da sci a non finire...

Storici passaggi

Pont-Saint-Martin è il primo paese che incontrerete arrivando in Valle d'Aosta lungo il corso della Dora Baltea ed è anche la porta d'ingresso per la valle di Gressoney. Tanto per iniziare a guardarvi intorno, fate un salto nei pressi del ponte romano, di sicuro il monumento più conosciuto, grande opera d'ingegneria del I secolo a. C. che, con una sola campata in pietra alta 23 m, è rimasto fino al 1831 l'unico accesso alla valle. Il borgo è sorvegliato dall'antico castello feudale (che qui chiamano Castellaccio), di cui restano solamente i resti a dominare un'altura all'imbocco della valle del torrente Lys. 

Continuando sul fondovalle raggiungerete Donnas dopo soli 3 km; superata la porta d'ingresso con una breve deviazione dalla strada principale, potrete respirare un po' della sua storia camminando lungo la stretta strada che ne costituisce l'asse principale su cui affacciano le antiche case. Da qui proseguite verso la parte di ponente del paesino, dove potrete ammirare un tratto della strada consolare delle Gallie, importante arteria del I secolo a.C., in cui sono ancora riconoscibili i profondi solchi lasciati nella pietra dal passaggio dei carri. Di nuovo verso nord vi troverete a passare tra il fiume e le montagne che si stringono in questo punto della vallata dominata dal Forte di Bard, che merita certamente una visita e può anche essere raggiunto con una piacevole passeggiata a piedi tra le vigne.

Issogne e il  castello degli Challant

Con una manciata di chilometri si arriva a Verrès, l'antica Vitricium, proprio all'inizio della valle d'Ayas. Anche qui non manca un poderoso castello arroccato su uno sperone roccioso alla confluenza del torrente Evançon con la Dora Baltea. In paese fate una sosta alla collegiata di Saint Gilles che conserva la cripta dove furono sepolti gli esponenti della casata Challant.

Superato il corso impetuoso della Dora, si trovano le case di Issogne, in cui è senza dubbio obbligatoria una visita al castello che si fa notare per le sue torri angolari, le finestre a crociera, e molti dettagli che lo rendono decisamente diverso da tutti gli altri manieri della regione. Si tratta, in effetti, di una vera e propria dimora di rappresentanza, abbellita da decorazioni insolite; varcato il portone d'ingresso, vi troverete a naso in su sotto ai portici affrescati prima di raggiungere la deliziosa fontana del Melograno che con la vasca ottagonale e una pianta di melograno in ferro battuto, domina il cortile. Da qui entrerete nelle stanze fino ad arrampicarvi lungo la stretta scala a chiocciola che porta ai piani alti dove incontrerete le stanze di Giorgio di Challant e la Sala del re di Francia che, si narra, ospitò Carlo VIII durante il suo passaggio in Italia nel 1494.

Il più famoso dei manieri: il castello di Fénis

Superando la cittadina di Châtillon e quella di Saint-Vincent, sarete in breve nel borgo di Fénisdove vi aspetta il castello forse più famoso della Valle d'Aosta, voluto da Aimone di Challant. Costruito fra il XIII e il XV secolo, il castello fu una possente fortezza per difendere un territorio pianeggiante privo di difese naturali, quanto una confortevole dimora, abbellita dai numerosi affreschi che ornano i ballatoi, le sale e la cappella, quasi tutti attribuiti alla scuola di Giacomo Jaquerio. Se vi è venuta voglia di un giro in bici, andate al parcheggio Tzantè de Bouva di Fénis, circondato da un'area verde, da cui potrete partire per percorrere le numerose stradine secondarie che attraversano la bassa valle.

Tornate quindi a ritroso fino a Châtillon dove potrete scegliere di fare una "puntata" al Casinò di Saint-Vincent prima di imboccare la strada regionale della Valtournenche. 14 km dopo sarete nel borgo di Torgnon, abbracciato da una cornice di fitti boschi. In paese, all'interno della parrocchiale di San Martino, sono conservate alcune opere d'arte tra cui un rarissimo Cristo della metà del '300 mentre più avanti, nella frazione Triatel, fermatevi al "rescald", edificio del XV secolo un tempo destinato alla conservazione di cereali e foraggi, che oggi ospita il Museo etnografico Petit Monde

Il paradiso delle nevi

Finita la scorpacciata di storia e castelli, non resta che puntare al traguardo finale risalendo la Valtournenche fino a Breuil-Cervinia ai piedi del monte Cervino; qui tutto iniziò con la prima funivia tra Breuil e Plan Maison e, già tre anni dopo, nel 1939, venivano conquistati dai turisti di mezza Europa i 3480 m del Plateau Rosà. Oggi la stazione offre centinaia di chilometri di piste collegate tra loro oltre che con i comprensori di Valtournenche e della svizzera. Dal ghiacciaio del Plateau Rosà si può infatti scendere verso Zermatt come verso Cervinia dove si arriva con gli sci ai piedi; ma le occasioni per una (o più 9 giornata sulla neve sono davvero tante: dallo snowboard (da non perdere l'ottimo snowpark di Plan Maison), al pattinaggio, escursioni o, perfino, voli in deltaplano. Per unire piacere e sapere, inoltre, sul Plateau Rosà, si può visitare il museo "Una montagna di lavoro" con esposte fotografie e oggetti legati al passato della zona e alla costruzione degli impianti di risalita; sempre sul Plateau Rosà, accanto alla stazione della funivia del Piccolo Cervino, si trova la grotta di ghiaccio più grande e alta del mondo.

 

Informazioni

Regione Valle d'Aosta
www.lovevda.it

Comune di Pont-Saint-Martin
Tel. 0125.83.06.11
www.comune.pontsaintmartin.ao.it

Pro Loco di Verrès
Tel. 0125.92.95.50

Comune di Fenis
Tel. 0165.76.46.35
www.comune.fenis.ao.it

Castello di Issogne

Tel. 0125.92.93.73

Proloco di Issogne
www.issogne.vda.it

Come arrivare

Percorrere l'autostrada A4 fino allo svincolo di Santhià per proseguire poi sulla A5 fino all'uscita di Verres. Da cui si imbocca la SS26 in direzione di Issogne.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

A Pergola per le festività di Pasqua

Scaldate i motori e... via! Alla volta dei uno dei...

Leggi tutto

Mostra Mercato di prodotti Agro-Alimentari e Artigianali

Tra le mura medievali del borgo umbro di Città della...

Leggi tutto

Foire de la Pâquerette

Se state pensando di trascorre le vacanze in Pasqua in...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna