TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

In camper sulla neve della Valle d’Aosta

Vacanza di frontiera, tra Courmayeur e La Thuile

Una la mondana località al cospetto del Monte Bianco, l'altra incollata al valico del Piccolo San Bernardo, ognuna con una propria anima e una propria fisionomia. Incantevoli in inverno sotto la neve.

Due località, Courmayeur e La Thuile, così vicine eppure sorprendentemente diverse. La prima, più mondana e sofisticata, sempre in gran fermento in ogni stagione, apre la porta della Valle d'Aosta verso la Francia, ma anche verso le due pittoresche valli ai piedi del massiccio del Monte Bianco, a destra la Val Ferret, a sinistra la Val Veny. La Thuile sembra più appartata: più piccola e raccolta, si trova alle porte di quello splendido passaggio a ovest che è contraddistinto dal Colle del Piccolo San Bernardo, un valico che scavalca un paesaggio tanto aspro e severo, quanto affascinante, quasi ipnotizzante, per le storie e le leggende che lo riguardano. Concentrare un weekend o anche una intera, breve vacanza da queste parti non vi lascerà il tempo di annoiarvi, anzi!

Come arrivare

A meno che, appunto, non proveniate dalla Francia, per raggiungere Courmayeur e La Thuile dovrete percorrere la statale 26 (o l'autostrada A5) della Valle d'Aosta. 
Una volta a destinazione, sia che abbiate scelto di fare tappa prima a Courmayeur che a La Thuile, per spostarvi da una località all'altra considerate un tracciato alternativo, molto panoramico, parallelo alla rotta consueta e che collega La Thuile a Morgex; si tratta della SR36 del Colle San Carlo, mantenuta sempre in perfetto ordine anche durante le nevicate. Il valico, non molto lontano dalla Tête d'Arpy, raggiunge (agevolmente!) la quota di 1950 metri; da lì, con le ciaspole ai piedi, si può raggiungere lungo il sentiero numero 15 il Lago d'Arpy, suggestivo in inverno, quando la sua superficie è ammantata.

Courmayeur

Ok, siete in camper, quindi sportivoni per antonomasia. Ma a Courmayeur sta bene la scarpa elegante, quanto lo scarpone da sci; va bene per partecipare alla fiaccolata notturna, ma anche per il concerto di musica classica; potete decidere di dedicarvi alle attività sul ghiaccio, come pure di godere del caldo tepore delle terme; potete scegliere il silenzio perfetto di un sentiero nel bosco (con le ciaspole e mai da soli!), o tuffarvi nella vivace mondanità dei locali che dispensano nottate di divertimento. Insomma, una città dalle tante sfaccettature, facile da fruire secondo i gusti personali.

Sciare a Courmayeur

Qualsiasi esperienza sugli sci vi venga in mente, a Courmayeur si può fare. Il comprensorio sciistico sul Tetto d'Europa si estende su due versanti, quello dello Chécrouit e quello della Val Vény, con trenta piste di discesa per tutti i gusti e gradi di dificoltà; potete dedicarvi allo sci di fondo, allo sci alpinismo o al freeride magari sperimentando l'helisky, esibirvi in salti ed evoluzioni allo snowpark, imparare a sciare con un maestro tutto per voi o in un piccolo gruppo. Ci sono tracciati da seguire con le ciaspole e se in camper non volete stivare sci, snowbord, ciaspole e scarponi, potete noleggiare tutto in loco.

La Thuile

Solo dieci chilometri e quattro tornantoni da affrontare subito all'inizio separano La Thuile dalla statale 36. Ma lì è tutto un altro mondo. La vasta conca circondata dalle pareti del Massiccio del Rutor e dalla Catena del Monte Bianco, è graziosamente occupata dalle tipiche abitazioni in pietra e legno; un villaggio pittoresco che in inverno si trasforma in un incantevole presepe. Spingersi con gli impianti fino al confine francese (in inverno il transito sulla statale è chiuso), allarga l'orizzonte quasi all'infinito.
Sul Colle del Piccolo San Bernardo aleggia una magica atmosfera; sarà per via del cromlech, il Cerchio di Annibale, un raro cerchio megalitico ancora osservabile, costituito da pietre conficcate nel terreno. O sarà per la mansio romana, l'enorme edificio su quella che fu la Strada delle Gallie, che testimonia la presenza dell'uomo già in epoche lontanissime, o ancora per il tempietto che sbuca appena al di là della ex dogana italiana. San Bernardo è lì, dall'alto della sua Columna Jovis, che un tempo ospitava il busto di Giove, a vigilare sulla moltitudine di gente che oggi transita per questa via più che altro per svago. Fu lui, il santo, a fondare, attorno all'anno Mille, l'Ospizio per accogliere i viandanti e che oggi ospita il punto informazioni turistiche.

Sciare a La Thuile

Piccola e appartata, La Thuile può contare su un comprensorio sciistico spettacolare, a cavallo tra Italia e Francia, al cospetto del ghiacciaio del Rutor. È il Comprensorio Internazionale Espace San Bernardo, che vanta questi numeri: 30 anni di età (quindi di esperienza); 3000 ettari di superficie solcati da 150 chilometri divisi tra 80 piste, di cui 13 che mettono alla prova i duri talenti; 37 impianti di risalita, tra i quali domina la telecabina; 400 cannoni pronti a innevare all'occorrenza 40 chilometri di piste e, ancora, 2 stadi di slalom, 2 snowpark, 1 area snowkite e 1 di freeride securizzato.
Direttamente dal paese con la telecabina e la seggiovia quadriposto si può raggiungere Les Suches e da li spaziare nel cuore del comprensorio. Sempre dal paese, la seggiovia Maison Blanche è l'ideale per raggiungere un mini-comprensorio dedicato a chi non è ancora esperto e muove le prime scivolate sugli sci.

Oltre lo sci

A Courmayeur dovete tenere d'occhio il cartellone invernale Welcome Winter, per scoprire i tanti appuntamenti e vivere l'atmosfera dell'inverno a Courmayuer; e non mancheranno gli eventi tradizionali come la Festa del Pane nell'antico forno di Dolonne, seguita dalla Fiaccolata dei Maestri della Scuola di Sci Monte Bianco. Potete concedervi una breve immersione nella cultura alpinistica con la visita al Museo Alpino Duca degli Abruzzi, in centro paese, nella Casa delle Guide Alpine, o mettere il naso nella ricca Biblioteca Storica, al piano superiore della Biblioteca Comunale, dedicata alla memoria storica e culturale di Courmayeur. A La Thuile dedicatevi al pattinaggio su ghiaccio (come pure a Courmayeur), ma godetevi soprattutto la straordinaria tranquillità delle sere nella conca.

Qualcosa di buono

Scaduto il tempo della vacanza, non ve ne andate senza prima aver fatto la spesa: Fontina Dop in testa, che potreste acquistare nello spaccio del Consorzio dei Produttori, in Valpelline; poi la Torta 1441, da comprare proprio a La Thuile "città del cioccolato" e della cui altitudine la torta prende il nome, e la tometta, altro dolce locale (e non un formaggio!). Magari qualche vino nelle cantine di Donnas, se non vi siete accorti che a Morgex, alle Cave du Vin Blanc potete degustare il bianco più alto d'Europa, e senz'altro i salumi tipici, tra cui la rinomata moccetta e, alla faccia della riconquistata forma dopo lo sci, il famoso lardo di Arnad!

Per chi viaggia in camper
La Thuile
Camping Rutor
Frazione Villaret, Località Sapinera,
Tel. 0165.88.41.65 - campingrutor.altervista.org
Servizi: acqua, pozzetto, illuminazione, elettricità, servizi igienici, docce, WiFi, servizio navetta.
Area attrezzata Azzurra
Frazione Villaret, dopo gli impianti di risalita di Les Suches (direzione La Sapiniere)
Tel. 348.3535048-  azzurracamper.com
Servizi: acqua, elettricità, pozzetto, illuminazione, WiFi, servizio navetta, noleggio attrezzatura sci.

Courmayeur
Area Sosta Camper SemanaPré St-Didier (a 5 chilometri da Courmayeur)
SS26, all'ingresso del paese
Tel. 0165.87.817
Servizi: acqua, elettricità, pozzetto, illuminazione.

 

Informazioni

Consorzio degli operatori turistici di La Thuile
lathuile.it

Ufficio del Turismo di Courmayeur
Piazzale Monte Bianco 15,
Tel. 0165.84.20.60

Ufficio del Turismo di La Thuile
Via Collomb 36
Tel. 0165.88.41.79

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna