TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Sulle sponde del Trasimeno

Weekend per tutte le stagioni

Ecco il luogo perfetto dove conciliare amore per la natura, passione per lo sport, arte e cultura. Non si corre il rischio di annoiarsi qui, né a riva né "al largo". Tra bagni di sole, gare di vela, giri in bici e birdwatching, c'è davvero l'imbarazzo della scelta

Il Trasimeno, con i suoi 128 chilometri quadrati è il quarto per estensione della Penisola e il più grande dell'Umbria. Sulle rive vi aspettano borghi deliziosi e ogni genere di sport, dalla bici alla vela, fino alla canoa. D'estate ci si va a prendere il sole, a rilassarsi con una passeggiata, a fare birdwatching. Aironi, garzette, anatre e folaghe si scoprono dietro i canneti, fra le ninfee, ma anche sfacciatamente a pochi passi dall'uomo.

Arrivando da Perugia la prima località che s'incontra è Magione, su una collina della sponda orientale. La sosta è d'obbligo per il meraviglioso Castello dei Cavalieri di Malta, costruito come ospizio per i pellegrini che si recavano a Roma tra il 1150-1170.

Pochi chilometri a nord-ovest si trova Passignano sul Trasimeno, dove si respira l'atmosfera del borgo marinaro, con il porto dove attraccano barche a vela e altre piccole imbarcazioni da diporto. Da qui si salpa infatti per l'Isola Maggiore, che insieme alla Minore e all'Isola Polvese costituisce un "mini-arcipelago" in mezzo allo specchio d'acqua. Un po' di tempo dedicatelo alla visita della Rocca Medievale di Passignano che, innalzata in epoca longobarda tra il V e il VI secolo, è oggi adibita a Centro di Documentazione del Territorio.

Ancora più su, lungo la sponda settentrionale, si arriva a Tuoro sul Trasimeno su un'altura che digrada dolcemente verso le acque,famosa principalmente per due motivi: la battaglia del 217 a. C. e il Campo del Sole. Della prima risuonano gli echi della sfida tra i Romani e i Cartaginesi di Annibale che sconfissero i legionari comandati dal console Caio Flamino con un prezzo altissimo di vite (i morti furono circa 16mila); della seconda va ammirata l'installazione di 27 colonne-sculture realizzate da famosi artisti italiani e stranieri, tra cui Giò Pomodoro, Alì Traorè e Kengiro Azuma, tra il 1985 e il 1989, a memoria del sanguinoso evento bellico. Le sculture hanno l'aspetto di moderni totem e occupano il tratto di riva di Punta Navaccia.

L'ultima tappa è sulla sponda occidentale con sosta al borgo di Castiglione del Lago, arroccato ai piedi del castello medievale voluto dall'imperatore Federico II di Svevia nel XIII secolo. L'attrattiva principale è il suggestivo camminamento che collega la fortezza all'elegante dimora rinascimentale dei castiglionesi Duchi della Corgna, impreziosita da splendidi affreschi di pittori umbri del XVI secolo.

 

Per chi viaggia in camper
Area attrezzata
Tuoro sul Trasimeno
Località Borghetto.
Servizi: acqua, pozzetto

 

Informazioni

Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica del Comprensorio Trasimeno
Piazza Mazzini 10
Castiglione del Lago (PG)
Tel. 075.96.52.484 / 075.96.52.738
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Come arrivare

Per raggiungere il Lago Trasimeno in auto si percorre l'autostrada A1, uscita Valdichiana, raccordo Perugia-Bettoll se si proviene da Nord; uscita Chiusi-Chianciano Terme se si arriva da Sud.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Giornata Europea dei Parchi

Grandi polmoni verdi di montagne o piccole aree di pianura,...

Leggi tutto

Mangialunga

Assaporate, è proprio il caso di dirlo!..., i paesaggi dell'entroterra...

Leggi tutto

Sagra dei Pici

Primo piatto tra i più celebri e richiesti nelle più...

Leggi tutto

Golosa Bike

Domenica in sella alla vostra due ruote a pedali, per...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna