TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

In camper tra Umbria e Marche

Da Perugia a San Benedetto del Tronto

Un lungo weekend in camper che parte da Perugia, nel cuore dell'Umbria, per poi toccare la splendida Norcia, sotto le pendici dei Monti Sibillini e valicare nelle Marche seguendo il corso del giovanissimo fiume Tronto. E poi... giù per un tuffo al mare a San Benedetto del Tronto.

Perugia non è certamente un luogo da cui partire in fretta, anzi. La città umbra, merita senz'altro un paio di giorni, per poter ammirare la gran quantità di testimonianze lasciate dalla civiltà etrusca fino al Rinascimento. A piedi, naturalmente, per non perdersi proprio nulla, neppure ciò che si nasconde nella suggestiva Perugia sotterranea.
Poi via; destinazione Foligno. La strada che scende a sud-est è scorrevole, ma mai noiosa. Una prima, attraente deviazione conduce ai piedi del Monte Subasio, protetti in Parco: è di nuovo sosta, questa volta per visitare Assisi e i luoghi di San Francesco. Magari soffermandosi prima all'interno della celebre Basilica, poi prendendosi il tempo per una passeggiata nel Bosco di San Francesco che culmina con la ricerca del proprio "paradiso" ideale, simboleggiato nella celebre opera di Land Art.

Spello e Foligno

Di nuovo fermi? Certo che si! Spello si può godere senza troppo affannarsi in poche ore. Basta sapere cosa vedere. Si comincia dalle mura, molto ben conservate, su cui si aprono le tre porte, Urbica, la Consolare, risalente al I secolo a.C., e Venere, con le Torri di Properzio. All'interno delle mura, merita una fermata la chiesa di Santa Maria Maggiore: la celebre Cappella di Baglioni ha uno splendido pavimento maiolicato e altrettanto splendidi affreschi del Pinturicchio. Pure la Casa Romana è risalente al I secolo a.C; chi ama le chiese non può perdersi quella di Sant'Andrea e quella di San Lorenzo, suggestiva per la facciata, la loggia e i rosoni. Se resta del tempo per i musei, notevoli sono il Museo Civico all'interno del Palazzo dei Canonici, e la Pinacoteca.
Poca strada e si giunge a Foligno, uno dei rari centri storici dell'Umbria che sorge in pianura, dove il fiume Topino sbocca nella Valle Umbra. La passeggiata in città vede i suoi punti di maggiore interesse nelle due piazze principali, poco distanti tra loro: Piazza Duomo e Piazza della Repubblica. Vi si ammirano il Duomo e i palazzi più importanti e rappresentativi: il Palazzo Comunale, del XIII secolo, il Palazzo Pretorio, Palazzo Trinci, con magnifiche sale affrescate e il cinquecentesco Palazzo Orfini. Ripreso il camper, una sosta suggestiva, ora lontano dai centri storici, si compie all'Abbazia di Sassovino, sulla strada verso il Valico di Colfiorito. Resterà indelebile l'immagine del chiostro romanico duecentesco in cui si contano 128 colonne sottili, come indimenticabile sarà l'atmosfera mistica che si sprigiona dall'ambiente benedettino.

Verso Norcia

Una volta giunti all'Abbazia, tanto vale proseguire per la più solitaria, lenta e panoramica strada verso il Valico di Colfiorito. Prima dei due tornantoni che salgono al valico, la strada piega a risalire la Valle del Menotre. Un corso d'acqua breve, solo 30 chilometri, la cui portata si arricchisce notevolmente proprio nei pressi di Rasiglia, dove sono presenti numerose, ricche sorgenti. Una di queste si trova proprio sotto il Castello di Rasiglia, nel centro del borgo: bisogna fermarsi e cercare di scoprire la leggenda che aleggia su queste "acque pagane"...
Mezzo giro attorno al Monte Cavogna seguendo prima il corso del fiume Corno, poi le spettacolari gole del torrente Sordo e si giunge a Norcia. Una piccola città che non si ha voglia di lasciare in fretta, graziosa da osservare da fuori e curiosa da vivere da dentro. La passeggiata nel borgo pedonale si fa largo tra piccole botteghe e norcinerie strette tra loro, con la merce che resta sugli espositori fuori dalle vetrine finchè il meteo lo consente. Così si salta da succulenti salumi appesi dalle forme svariate a giganteschi vasi colmi di funghi; da cioccolati dal profumo irresistibile a utensili in rame e ferro battuto. Dopo lo shopping, la suggestiva Piazza San Benedetto, con la facciata bianca della basilica gotica, invita alla tranquillità, prima di rimettersi in movimento.

Proseguendo lungo le Forche

Chi ha voglia - e il piacere - di lasciar perdere la statale delle Tre Valli Umbre e delle sue gallerie, potrà tornare a casa ricordando il tratto delle Forche come il più spettacolare di tutto l'itinerario. Una volta superata la prima, la Forca di Santa Croce, forse la più gratificante per paesaggi e panorama, si giunge alla Forca Canapine. La strada si snoda nell'inghiottitoio carsico del Monte Ventosola e sbuca su un altopiano sopra i 1500 metri di altezza. È li che comincia la lunga, dritta strada che taglia il magnifico Piano Grande di Castelluccio, vasto e selvaggio, nel cuore dei Monti Sibillini. Uno spettacolo che le gallerie della statale a scorrimento veloce ha "censurato", ma che chi viaggia in camper non sipuò certo lasciar scappare.

La valle del Tronto

Superata la Forca Canapine si precipita verso la valle del Tronto. Le Marche si presentano così, facendo ingresso sulla statale Piceno Aprutina che fino alla minuscola frazione di Borgo si snoda in un paesaggio ancora aspro e selvaggio, stretta in gole di suggestiva bellezza. Ad Acquasanta Terme, abbracciata da fitti boschi di faggi, castagni e querce, i contorni si riempiono di nuovo di case e di cose, di gente e di botteghe; la valle si allarga e riprende vita.
Ascoli Piceno è una delle città monumentali d'Italia e merita una visita approfondita; se il tempo a disposizione è poco, bisogna almeno fare una sosta in Piazza Arrigo e allo storico Caffè Meletti, nella rinascimentale Piazza del Popolo. Ma tra i suoi tesori si celano decine di torri, palazzi loggiati e affrescati, fontane monumentali e un gran numero di ponti, di statue, di teatri.
Lasciata Ascoli è subito mare, quello di San Benedetto del Tronto, sulla Riviera delle Palme. Un mare tranquillo, quello che piace ai bambini: il fondale sabbioso, con la spiaggia lunga e profonda, le palme che rincorrono, col loro tratto fresco e verde, la pista ciclabile su cui pedalare nelle ultime ore della giornata. E se oltre che nel mare volete fare un "tuffo" nella storia della città...visitate uno dei tanti musei (delle anfore, della pesca, quello macologico o di storia naturale, solo per citarne alcuni...) o spingetevi nel vecchio nucleo addossato al castello ad ammirare Torre dei Gualtieri

Shopping di gusto

A Perugia, il cioccolato. A Norcia e dintorni: il farro, la lenticchia di Colfiorito, il pecorino di Castelluccio, la schiacciata di Norcia. In alcune norcinerie ci sono i laboratori di lavorazione dei salumi a vista, giusto per far salire la voglia di acquisti! Castelluccio è famoso anche per la produzione di legumi rari, come la roveja e la cicerchia, tutti coltivati con metodo biologico. Il pregiato zafferano di Cascia fa parte dei dei prodotti agroalimentari tradizionali dell'Umbria ed è tutelato da marchio di provenienza. Se è periodo, i tartufi della zona di Norcia non hanno bisogno di presentazioni. Ad Ascoli i dolci all'anice e la celebre Anisetta Meletti; in gastronomia o al ristorante le olive ripiene.
Assolutamente da assaggiare in loco (un pò complicato da portarsi a casa...) è il famoso brodetto alla sambenedettese: una vera prelibatezza per chi ama il pesce!

Per chi viaggia in camper
Perugia

Area attrezzata
Piazzale del Bove, nel parcheggio vicino alla stazione dei Carabinieri
Servizi: acqua, pozzetto, illuminazione, elettricità, servizi igienici, servizi per disabili, docce.
Assisi
Parcheggio di Santa Maria degli Angeli
Via Giosuè Borsi
Servizi: acqua, pozzetto, illuminazione, servizi igienici.
Spello
Area attrezzata comunale
Via Centrale Umbra, vicino agli impianti sportivi
Servizi: acqua, pozzetto, illuminazione.
Ascoli Piceno
Punto sosta
Viale Alcide de Gasperi.
San Benedetto del Tronto
Area sosta
Viale dello Sport
Servizi: acqua, pozzetto, illuminazione, elettricità, servizi igienici, docce.

 

Informazioni

Perugia
turismo.comune.perugia.it
Spello
turismo.comune.spello.pg.it
Foligno
www.comune.foligno.pg.it
Valle del Menotre
menotre.it
Ascoli Piceno
www.comuneap.gov.it/turismo
San Benedetto del Tronto
www.sanbenedettodeltronto.it

Come arrivare

Perugia si raggiunge con la A1, uscita Bettolle, poi raccordo autostradale per Perugia per chi proviene da nord; uscita Orvieto, poi proseguendo per Todi e da lì innesto su SS3bis in direzione Perugia, se arrivate da sud.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Garda con gusto

Pietanza tipica di Riva del Garda, cittadina affacciata sulla sponda...

Leggi tutto

Volterragusto

La città etrusca fa festa con il tartufo bianco e...

Leggi tutto

Fiera del Riso Vialone Nano mantovano

Quasi venti giorni di festa e di gusto organizzati dalla...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna