TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Rovereto e Vallagarina, un territorio tutto da vivere

Angolo di Trentino inaspettato

Rovereto e Vallagarina sono la porta del Trentino per chi arriva da Sud. Preparatevi a percorrere un itinerario inatteso, fuori dai principali circuiti turistici, anello di congiunzione tra montagna e pianura, tra cultura italiana e tedesca.

Cercate un Trentino inedito? Allora venite a Rovereto e Vallagarina! Solo qui troverete mille idee per vivere una vacanza adatta a tutti, a un passo dai grandiosi scenari alpini ma senza l'affollamento degli itinerari più battuti. A meno di un'ora di macchina da Verona potrete ammirare un paesaggio incantevole, punteggiato di vigneti e castelli, pascoli e cime di roccia, e fermarvi in deliziosi borghi per visitare musei e parchi. Un vero paradiso per l'outdoor e per l'enogastronomia, per la cultura e per gli eventi.

Montagna d'estate: trekking, MTB e bici lungo l'Adige

La montagna qui è a portata di mano: basta alzare gli occhi per scorgere i verdi pascoli della Lessinia, o quelli dell'Altopiano di Brentonico, nel cuore del Parco del Monte Baldo. O per rincorrere con lo sguardo i terrazzamenti della Val di Gresta, primo biodistretto del Trentino, e incantarsi sulle pareti verticali del Pasubio e delle Piccole Dolomiti. Ci sono  facili per chi è poco allenato (o molto pigro!), passeggiate per famiglie con bambini che si possono fare anche con i passeggini, oppure escursioni più impegnative che durano tutta una giornata e richiedono buona preparazione fisica. Ci sono tracciati in quota anche per la MTB, sul Sentiero della Pace, che si snoda tra le trincee, i forti e le gallerie della Prima guerra mondiale, combattuta fra queste montagne. E poi c'è la bici, naturalmente, il mezzo migliore per apprezzare a fondo la Valle. E con la giusta "velocità". Ci si muove lentamente, tra i pregiati vigneti del fondovalle lungo le due rive dell'Adige, dominato da castelli fiabeschi e punteggiato di borghi di origine medievale come Avio, città del vino e del Castello del FAI, o Ala, città di Velluto, antico centro di produzione dei velluti di seta.

I castelli immersi fra i vigneti

Gli antichi manieri raccontano la storia di questa Valle: fra le mura di alcuni si effettuano degustazioni di Marzemino, Enantio e Moscato Giallo, altri sono noti per gli appuntamenti estivi, anche per famiglie e le rievocazioni storiche. Il Castello del FAI di Avio, abbarbicato con le sue cinque torri sulle pendici del Monte Vignola, conserva meravigliosi affreschi medievali. A Isera si avvista Castel Corno, su uno sperone di roccia (bella e panoramica la passeggiata per raggiungerlo). A Nogaredo, ecco Castel Noarna, antichissimo maniero abbracciato da verdissimi vigneti: qui il vino si degusta ammirando affreschi e ascoltando storie di streghe! In posizione panoramica, il Castello di Castellano spicca per la lunga muraglia che discende il pendio fino alla Torre della Guardia. In Alta Vallagarina, Besenello è invece il regno del Moscato Giallo, coltivato ai piedi di Castel Beseno, il più grande castello del Trentino. La sua costruzione risale all'anno Mille e la sua mole imponente, tutta bastionata e turrita, occupa la sommità di un'intera collina. Ai suoi piedi c'è Castel Pietra, espugnato da Napoleone contro gli Austriaci nel 1796!

Musei in valle...

Di borgo in borgo in Vallagarina si scopre un mondo di tradizioni, artigianato e storia locale nei piccoli, ma ricchissimi, musei tematici disseminati in tutta la valle. A Brentonico, fra i verdi pendii del Parco del Baldo, immergetevi nei 3500 mq di bellezza e profumo del Giardino botanico, nella zona antistante il Palazzo Eccheli Baisi, e poi fate un salto negli avvolti del palazzo, a ispezionare la ricca collezione paleontologica del Museo dei Fossili. In Vallarsa entrate in una casa contadina del XIX secolo grazie all'allestimento del Museo della Civiltà Contadina, mentre ad Avio scoprite le origini antiche del borgo nella Casa del Vicario, osservando poi i resti della Via Appia Augusta che passava da queste valli. Se siete appassionati di musica non perdetevi ad Ala il Museo del Pianoforte antico, e a Isera stupitevi tra le più di 35.000 immagini di cartoline d'epoca asburgica nel Museo della Cartolina "Salvatore Nuvoli". Infine a Villa Lagarina, nelle sale del settecentesco Palazzo Libera, documentatevi sull'arte e la liturgia in Trentino grazie alla preziosa collezione del Museo Diocesano.

Rovereto, piccola capitale della cultura

I musei non mancano poi a Rovereto, cittadina signorile e moderna al tempo stesso, fatta apposta per passeggiare a piedi gustando ogni angolo del suo centro storico. Ricordate che la città è a portata di clic: installando l'applicazione gratuita izi.TRAVEL sul vostro cellulare potrete fare una piacevole passeggiata (15 tappe) nel centro storico e ascoltare la storia della città grazie all'audioguida "Rovereto tra palazzi e musei". È bello scoprire, passo passo, i suoi gioielli antichi: l'Accademia degli Agiati, il Teatro Zandonai, la Biblioteca civica, il palazzo dell'Annona. E naturalmente il Castello dei Castelbarco, cinquecentesco, che sorveglia il corso del torrente Leno. A Rovereto sono passati grandi artisti: dal più famoso, Wolfgang Amadeus Mozart, che nella chiesa di San Marco ha tenuto il suo primo concerto in Italia, al più eccentrico, Fortunato Depero, grafico e pittore futurista. A lui è dedicata l'omonima Casa d'Arte, parte integrante del Mart, il Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, che è uno dei 4 musei internazionali della città (insieme al Museo Storico Italiano della Guerra, alla Campana dei Caduti e alla Fondazione Museo Civico): musei dove, tutto l'anno, potrete partecipare a tantissime attività in famiglia grazie alla proposta "Al Museo con mamma e papà".

I luoghi della Grande Guerra

Rovereto è anche Città della Pace: dal Colle Miravalle, la grande Campana dei Caduti, fusa con il bronzo dei cannoni delle nazioni coinvolte nel conflitto, diffonde un messaggio di pace con i suoi 100 rintocchi quotidiani. Lungo il Sentiero della Pace si toccano i luoghi che sono stati teatro del Primo conflitto mondiale: noi vi consigliamo di andare a visitare il forte Pozzacchio a Trambileno, un'imponente fortificazione tutta scavata nella roccia sulla sommità di uno sperone cilindrico che sbarrava l'accesso alla via per Rovereto. Spiando dalle feritoie si aprono scorci panoramici su tutta la Vallarsa, le Valli del Leno, il Pasubio, le Piccole Dolomiti, Passo Buole e il Monte Zugna.

Palcoscenico di eventi

Danza, teatro, cinema, musica, archeologia, ma anche sport, commemorazioni storiche e ricorrenze religiose. Tutto l'anno, 365 giorni su 365, Rovereto e la sua Valle mettono in calendario mostre d'arte, spettacoli, concerti, sagre. Dai famosissimi mercatini di Natale di Rovereto e di Ala al festival Oriente Occidente, ad Ala città di Velluto o al Festival Mozart e alla Settimana mozartiana fino alla rassegna del Cinema Archeologico, non c'è giorno in cui non ci sia un'ottima scusa per fare festa!

Per scoprire ancor meglio questo splendido territorio, approfittate del Vallagarina Experience 8 tour organizzati da giugno a settembre per una giornata all'insegna della natura, cultura e del gusto! Tutti i tour, che partono da Rovereto, sono su prenotazione e comprendono il transfer in pullman. 

 

Informazioni

www.visitrovereto.it

Tag dell'articolo

I commenti sono momentaneamente disabilitati

Sagre & eventi

Pizza Festival Lombardia

La vera pizza napoletana sarà la protagonista indiscussa di otto...

Leggi tutto

Sagra della vongola verace

Tre weekend per degustare tutte le ricette e le varianti...

Leggi tutto

Cammina e gusta

Il Parco nazionale dello Stelvio vi aspetta, nell'ultima domenica di...

Leggi tutto

Festival del Pesce azzurro a Marzamemi

Il profumo di squisiti piatti a base di pesce azzurro,...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna