TROVA LE SAGRE E GLI EVENTI PER IL TUO WEEKEND

Escursione al Corno Bianco

Escursione fuori dagli schemi per vedere l'alba appollaiati sulla cima di una montagna, il Corno Bianco, (Weisshorn) quasi al confine tra le province di Trento e Bolzano.

Capita che un giorno, annusando l'aria, ritrovi un paesaggio, dei suoni, delle sensazioni. E magari sei così fortunato da poterle rivivere e cercare di raccontarle attraverso uno scatto o poche righe, per provare a condividerle pensando che quel luogo possa diventare magia anche per altri...

Partiamo allora per un'escursione un po' fuori dagli schemi: sveglia prestissimo per raggiungere il Passo Oclini/Jochgrimm e, da qui, la vetta del Corno Bianco/Weisshorn.

C'è un rumore sordo e ripetitivo che viene da lontano. Cerco faticosamente di ignorarlo ma insegue i pensieri e i sogni. Mi giro una, due, mille volte prima di arrendermi alla sveglia e aprire gli occhi. Fuori è buio, le ossa stanche, la mente confusa. Eppure è ora, si deve andare. Mentre i tornanti si rincorrono ne assecondo l'andamento che sfila sagome di abeti alti e neri che ci guardano curiosi. Poi il motore e l'ultimo schiocco di portiera cedono il posto al silenzio e al suono dei passi sul brecciolino. Sono le 4 e non c'è tanta voglia di parlare. Meglio così, forse. Parlano gli sguardi che s'incrociano tra sbuffi di vapore.

Si parte nei pressi dell'Hotel Corno Nero lungo un sentiero lastricato e un po' scivoloso (specie in discesa) che risale ripido il pendio erboso con una grande fioritura e lascia quindi il posto a una traccia su terra battuta. Si sale ancora con una serie di stretti tornanti su fondo ghiaioso che attraversano un ambiente di pini mughi e, più in quota, la roccia bianca prende il posto della vegetazione e si raggiunge la cresta rocciosa con la croce.

Siamo su, quota 2316 metri, col chiarore livido dell'alba e un mare di nubi sotto i piedi. Di fronte sbuca lento il primo raggio che colora il cielo e scalda i ricordi mescolando emozioni alla roccia. Sopra le nuvole ci sono le cime del Catinaccio e dello Sciliar, il Gruppo del Latemar. Di fronte la sagoma severa del Corno Nero.

Solo più tardi vedremo nella vallata sottostante il Santuario di Pietralba e la spettacolare forra da erosione formata dal Rio delle Foglie/Bletterbach che incide il versante nord della montagna mettendo a nudo l'intera successione geologica. Non resta che scendere per tornare verso il profumo caldo dei prati e lo scampanìo delle mucche al pascolo.

  • SCHEDA TECNICA
  • Partenza
  • Passo Oclini
  • Arrivo
  • Vetta del Corno Bianco
  • Durata
  • 1 h e 20 minuti
  • Dislivello
  • +320 m 
  • Difficoltà
  • Escursionistica
  • Segnavia
  • Bianco-rosso
  • Periodo
  • Giugno-ottobre

Informazioni

Consorzio Turistico Rosengarten-Latemar
Ponte Nova (BZ)
Tel. 0471.61.03.17
www.rosengarten-latemar.com

Come arrivare

L'autostrada A22 del Brennero raggiunge l'Alto Adige e, l'uscita più vicina a Ega è Bolzano Nord. Da qui si svolta a destra in direzione Val d'Ega e si prosegue sulla SS241 fino a Ponte Nova. Da questo punto si procede in direzione Nova Ponente-Obereggen e, quindi, Ega e il Passo Oclini. 

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Liberamente

EVENTO RIMANDATO A DATA DA DESTINARSI. Stay tuned...Esiste una...

Leggi tutto

Nero Norcia

Confermata anche quest'anno la manifestazione che per ben tre i...

Leggi tutto

HappyCheese

Lungo la Strada dei formaggi delle Dolomiti succedono grandi ed...

Leggi tutto

Banff Mountain Film Festival

Uno dei più prestigiosi appuntamenti mondiali dedicati al film di...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna