TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Ciaspolata alle sorgenti del Sarca

L'Antartide trentina

Alle sorgenti del Sarca, proponiamo una passeggiata con le racchette da neve per ammirare uno specchio d'acqua incastonato tra le Dolomiti e i dolci pendii innevati. Perché è proprio nella stazione invernale della Val Rendena, ai piedi delle Dolomiti di Brenta, che il turismo alpino riserva soddisfazioni agli amanti della montagna.

Il fiume Sarca nasce in una conca incastonata tra le montagne che fanno da cornice alla località di Madonna di Campiglio. Una piacevole passeggiata riesce a raggiungere la sorgente, permettendo a chiunque di scoprire il significato di una camminata in stile invernale, con racchette da neve o sci.

Dal margine settentrionale del paese, una strada si allontana per salire verso il Passo Campo Carlo Magno. Imboccatala, si procede fino a una diramazione a destra per la località Malga Nambino, dove è possibile parcheggiare l'auto. Nella stagione estiva si può proseguire lungo la strada che fiancheggia il Sarca, ancora torrente, e lasciare l'automobile alla fine dell'asfalto.

Iniziamo a camminare sul sentierno n. 217, con un tratto in salita per superare un dirupo e guadagnare la quota della conca del Lago di Nambino (1768 m). Continuiamo la nostra ciaspolata compiendo il periplo dello specchio d'acqua tenendo la sinistra e arrivando al rifugio omonimo.

Non abbandoniamo mai il tracciato n. 217, che adesso punta verso il Corno Alto (classica via sci-alpinistica della vallata). Ignorando le possibili tracce in altre direzioni, continuiamo fino a un secondo pianoro, che accoglie il Lago Nero (2243 m), fino a incrociare il percorso n. 232, il Giro dei 5 Laghi.

La nostra passeggiata non è ancora terminata: con un ultimo sforzo rimaniamo sul tracciato di partenza, lambendo sulla destra il Lago Gelato (2393 m) e arrivando finalmente al Passo di Nambrone (2457 m): qui il panorama spazia sul Gruppo della Presanella.

  • Scheda tecnica
  • Partenza
  • Malga Nambino (1634 m)
  • Arrivo
  • Passo di Nambrone (2457 m)
  • Durata
  • 3 h circa
  • Segnavia
  • 217
  • Periodo
  • Tutto l'anno
  • Difficoltà
  • Escursionistica

Informazioni

  • Azienda per il Turismo di Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena
    Via Pradalago 4
    Madonna di Campiglio (TN)
    Tel. 0465.44.75.01
    www.campigliodolomiti.it

Come arrivare

Per raggiungere Madonna di Campiglio si percorre la A4 Milano-Venezia e fino all'uscita di Brescia est. Da qui si continua lungo la SS45bis (Strada Statale Gardesana Occidentale, che ben presto diventa SS237) fino a Nozza. Si guida paralleli al fiume Chiese e, successivamente al Lago d'Idro, proseguendo verso nord sempre lungo la SS237. Mantenendosi su questa strada, diventata nel frattempo SS239 si arriva a Madonna di Campiglio.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Festa del Pesce

Per salutare la fine dell'inverno, a Forte Marghera, alle porte...

Leggi tutto

Benvenuto Brunello

Un lungo weekend in Toscana per dare il benvenuto alla...

Leggi tutto

Travel Outdoor Fest

Nel terzo weekend di febbraio, nei padiglioni della fiera di...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna