TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

A spasso per Trento

Il “salotto buono” delle Alpi

Trento è la Città del Concilio, dei Mercatini di Natale, dei musei, dello sport, dell'incontro tra civiltà italiana e mitteleuropea. Non si viene qui senza lasciarsi travolgere e stupire dall'eleganza del suo patrimonio architettonico, dal respiro internazionale dei suoi eventi, dalla bellezza senza aggettivi delle sue montagne.

Deliziosa e accogliente, Trento è un rifugio d'élite nel cuore del Trentino (di cui è capoluogo). Ci si va d'inverno per immergersi nella magica atmosfera dei mercatini di Natale e per essere a un passo dai favolosi scenari alpini sui quali si snodano piste da sci adatte a tutti. Ma la si sceglie anche d'estate, per le mille passeggiate che si possono fare tra le malghe in quota, o tra i vigneti del fondovalle. In ogni stagione non si contano gli eventi in programma: dalle degustazioni enogastronomiche in prestigiose location alle manifestazioni culturali di altissimo livello (uno fra tutti, il Festival dell'Economia). Castelli e palazzi rinascimentali raccontano di una città che è stata sempre crocevia di culture, a metà strada tra la civiltà italiana e quella mitteleuropea e che nel Cinquecento ha accolto il più importante Concilio Ecumenico dell'Età Moderna. Un salotto elegante e coltissimo, dove sentirsi protagonisti di un viaggio nel tempo, che noi vogliamo iniziare da uno dei suoi simboli più antichi e prestigiosi: il Castello del Buonconsiglio.

Il Buonconsiglio

Dall'alto della collina di Cervara, a margine della quale si innalza con un complesso di edifici, mura e torri costruite nell'arco di cinque secoli a partire dal Duecento, si può ammirare la cornice di vette che incorona Trento: a Nord la Paganella e il Monte Calisio, a Est la Marzola e, poco sotto, la Vigolana, a Ovest il Monte Bondone, detto l'Alpe di Trento perché facilmente raggiungibile, con il suo comprensorio sciistico, dal capoluogo. Uno scenario spettacolare che si contempla anche dalla Loggia veneziana del castello. Visitate anche il Magno Palazzo, e poi soffermatevi nella Torre dell'Aquila per il ciclo di affreschi quattrocenteschi che illustrano i mesi dell'anno.

Sull'antica Via Lunga

Usciti dalle mura fortificate imboccate Via San Marco (il primo tratto dell'antica Via Lunga, diretta, continuando poi come Via Larga, dal Buonconsiglio al Duomo) e iniziate la discesa che anche l'imperatore, ai tempi del Sacro Romano Impero, quando Trento era sede del feudo dei principi vescovi, percorreva lungo il suo viaggio trionfale verso l'Italia. Vi trovate all'improvviso nel ben mezzo di una parata di facciate dipinte, appartenenti ai più importanti palazzi rinascimentali della città. Sulla destra notate Palazzo Del Monte, decorato in onore di Massimiliano I d'Asburgo. Poco più avanti, su Via Manci, siete di fronte alla storica Casa della S.A.T., Società degli Alpinisti Tridentini, fondata a Madonna di Campiglio nel 1872. Nello stesso palazzo ha sede la Biblioteca della Montagna, dove si conservano e si mettono a disposizione degli utenti libri e documenti di ogni tipo sulla montagna e l'alpinismo. In Via Roma, di fianco alla Chiesa di San Francesco Saverio, il più imponente edificio barocco della città, si trova l'ex collegio dei Gesuiti che oggi è la prestigiosa sede della Biblioteca comunale, dotata di cortile interno con tanto di caffetteria, per una sosta culturale e anche rilassante, che crea un'oasi appartata – e silenziosa – nel cuore storico della città.

Sull'antica Via Larga

Imboccate quindi Via Belenzani (l'antica Via Larga), che guarda dritto verso Piazza del Duomo. Soffermatevi, lungo il tragitto, di fronte al palazzo che ospita il comune e, di fronte ad esso, su due perle affrescate: la facciata di Palazzo Geremia, dove i suggestivi trompe d'oeil si uniscono alla raffigurazione della ruota della fortuna, responsabile della ciclicità della buona e della cattiva sorte; e la facciata di Palazzo Quetta Alberti-Colico, di finta tappezzeria affrescata, ricca di monofore e con una trifora sopra il portale.

Il trionfo di Piazza del Duomo

Quando finalmente arrivate in Piazza del Duomo, vi sembrerà che la città si schiuda ai vostri occhi solo adesso, tanto è arioso e straordinario lo spazio che accoglie la cattedrale di San Vigilio e la monumentale Fontana del Nettuno. Ma non solo: sulla piazza affacciano anche il Palazzo Pretorio, con all'interno il Museo Diocesano, le variopinte Case Rella, traboccanti di affreschi, e la Torre Civica ai piedi della quale un tempo si svolgevano i mercati, le assemblee popolari, le aste pubbliche.

Da non perdere anche...

La visita alla città non sarebbe completa senza aver dedicato una parte consistente del proprio tempo anche alla sua parte più contemporanea e in particolare al nuovissimo quartiere realizzato nel 2013 da Renzo Piano per accogliere il MUSE, Museo delle Scienze di Trento, o le Gallerie di Piedicastello, della Fondazione Museo storico del Trentino, e il Museo dell'Aeronautica Caproni, con una collezione unica al mondo di aeroplani, opere d'arte e biblioteca tematica dedicati all'aviazione.

Informazioni

www.comune.trento.it

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna