TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Weekend lungo a Firenze

Il Rinascimento abita qui

Musei, gallerie e palazzi custodiscono alcuni dei più importanti tesori artistici al mondo. Ma Firenze è bella anche "fuori", lungo le strade del centro; è romantica sul Ponte Vecchio e all'Oltrarno; è tranquilla e verdeggiante ai giardini di Boboli.

Predisponetevi alle lunghe passeggiate e, a seconda dei giorni che avete a disposizione - mai meno di due intere giornate! - frammentate in modo tematico la vostra visita. Partite dall'arte e dalla storia nella prima giornata, quando le suole delle vostre scarpe ci sono ancora tutte; il giorno dopo cercate il relax nei giardini o sulla collina alle spalle di Piazzale Michelangelo. Quando vi sarete ripresi, dedicatevi allo shopping - mettendo il naso nelle botteghe storiche, che a Firenze sono oltre 60 - e alla ricerca di una trattoria giusta dove gustare le ottime e gigantesche fiorentine, e delle enoteche e vinerie per un buon bicchiere di vino regionale, liberi dal pensiero di mettervi alla guida. Riconquistate le energie, dedicatevi alla salita sulla Torre di Arnolfo - e lì le energie vi servono davvero! - e alla visita del Corridoio Vasariano. Se siete a Firenze nella giornata di lunedì e fuori piove, scegliete tra i tanti musei che, contrariamente alla consuetudine, sono aperti anche in quella giornata. Qui vi diamo solo qualche spunto da cui partire per la vostra scarpinata di scoperta: solo "qualche", perchè a Firenze le cose da fare e vedere non finiscono mai.

Il cuore della città

È Piazza del Duomo, dominata dalla magnifica cattedrale di Santa Maria del Fiore: la cupola del Brunelleschi è famosa in tutto il mondo, come la Porta del Paradiso e il campanile di Giotto - salitevi, per un'incredibile primo sguardo su Firenze. Cercate il Rinascimento anche nell'imponente mole di Palazzo Strozzi e, già che ci siete, godetevi la mostra in corso. Soffermatevi nella Piazza della Signoria davanti alla Fontana del Nettuno e al monumento equestre del Giambologna. La lunga coda di gente vicino a Palazzo Vecchio attende di entrare alla Galleria degli Uffizi: programmate in anticipo la vostra visita per saltare questa noiosa trafila, ma considerate che per vedere bene tutto quanto vi occorrono almeno due ore. Il Corridoio Vasariano collega la Galleria degli Uffizi a Palazzo Pitti, in uno straordinario percorso d'arte lungo un chilometro, che si snoda tra dipinti del Sei e Settecento e ritratti degli artisti. Fatto realizzare nel 1565 da Cosimo I de' Medici per il matrimonio del figlio Francesco I con Giovanna d' Austria, il corridoio consentiva ai Medici di spostarsi liberamente e in sicurezza tra la loro residenza a Palazzo Pitti e la sede del governo a Palazzo Vecchio.

Ponte Vecchio e i Giardini di Boboli

Entusiasmante passerella coperta tra lussuose vetrine dei gioiellieri, Ponte Vecchio è la passeggiata più romatica della città ed è anche il modo per raggiungere l'Oltrarno e Palazzo Pitti con i suoi musei. Oltre Palazzo Pitti, i magnifici Giardini di Boboli sono, in realtà, un vero e proprio parco monumentale: scalinate e architetture verdi, fontane e statue, prati curatissimi contornati da imponenti lecci in file ordinate e, ancora, laghetti e grotte, marmi, tempietti, obelischi. Firenze lì non fa più rumore. Palazzo Pitti, ex residenza dei granduchi di Toscana, ospita, tra gli altri musei, una singolare Galleria del Costume, con quasi 6000 pezzi tra abiti, accessori di moda e costumi teatrali dal Settecento a oggi.
Se i Boboli non vi bastano, quando risalite in macchina per lasciare la città, fate una deviazione verso Scarperia e puntate verso l'oasi verde del Parco di Pratolino, il giardino di Villa Demidoff a meno di 15 chilometri dalla città e patrimonio mondiale dell'Umanità. Ancora verde spezzato da suggestivi specchi d'acqua, che possiamo ammirare sempre grazie a un desiderio di un Medici, Francesco I. E ancora il Giambologna, che qui stupisce col suo Gigante dell'Appennino, un Dio della montagna alto 14 metri, coperto di alghe, fontane e formazioni calcaree a simboleggiare la sua venuta dall'acqua del laghetto e il cui ventre è un susseguirsi di fantastiche grotte.

ZTL

Tre lettere temute, da tenere sempre in considerazione! La zona a traffico limitato a Firenze è molto estesa; l'accesso, a fasce orarie prestabilite, è indicato da semafori a luce verde o rossa a tutte le porte d'ingresso. Telecamere e un'applicazione severa della normativa garantiscono l'osservanza. L'auto va parcheggiata fuori dal centro storico; chi alloggia in un hotel all'interno della ZTL, può raggiungerlo per scaricare i bagagli, comunicando la targa alla reception, ma deve comunque parcheggiare fuori.

Informazioni

www.comune.fi.it

www.firenzeturismo.it

www.firenzeparcheggi.it

 

Come arrivare

L'autostrada A1 ha 4 uscite verso Firenze; la A11 e la FI-PI-LI collegano la città alla costa tirrenica. I treni (Italo e le Frecce) raggiungono la stazione di Santa Maria Novella, in pieno centro, in un'ora e mezza sia da Milano che da Roma, in due ore e mezza da Napoli e in soli 35 minuti da Bologna.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Pizza Festival Lombardia

La vera pizza napoletana sarà la protagonista indiscussa di otto...

Leggi tutto

Vales Fest

Fiumi di birra artigianale per gli amanti del gusto sano...

Leggi tutto

Sagra della vongola verace

Tre weekend per degustare tutte le ricette e le varianti...

Leggi tutto

Colico in cantina

Preferite il lago o la montagna? A Colico potrete approfittare...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna