TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Weekend di Pasqua sul mare della Sicilia

Da Noto a Modica, tra Barocco, pomodorini e cioccolato

Un piccolo angolo di Sicilia, quello più vicino all'Africa, è perfetto per essere visitato fuori stagione, quando la natura non si è ancora arresa al vento secco e bollente. A ritmo lento si toccano due meravigliose città capitali del Barocco, passando dalle bizzarre geometrie delle serre di Pachino. Destinazione finale: le botteghe dei cioccolatai.

Partiamo dal Barocco. Noto trasuda Barocco non solo in ogni chiesa, ma nelle architetture, riprese con un lavoro faraonico dopo la completa distruzione della città all'inizio del 1700 in seguito a un terremoto di terribile intensità. Il processo di ricostruzione totale viene riconosciuto dall'Unesco come "l'apice e la fioritura dell'arte barocca in Europa".
Corso Vittorio Emanuele, la centrale via pedonale, è shopping, struscio, bei negozi e locali dove prendere un aperitivo seduti all'aperto; la passeggiata sul corso è spezzata dalla mole della Chiesa di San Francesco, con la facciata scenografica e la triplice scala di accesso. Meno appariscente, la Chiesa di Santa Chiara è, invece, un gioiello incantevole al suo interno, mentre dalle sue terrazze si gode una splendida vista a tutto tondo sui tetti di Noto e sul panorama circostante.

Verso Pachino

Fuori Noto tutto cambia. In primavera, le interminabili file di serre dei pomodorini, l'oro rosso di Pachino, somigliano a colonne di bruchi intenti ad assecondare le gobbe delle colline. Le strade, deserte e polverose in tempi di siccità, si allungano tra file irregolari di fichi d'india. L'ambiente selvaggio diventa estremamente ordinato e protetto solo nei pressi dell'Oasi di Vendicari, una riserva spettacolare a ridosso del mare, dove nidificano le tartarughe e sulla cui spiaggia sono stati restaurati i resti di un'antica tonnara.
Poco più avanti, a galleggiare sul mare, c'è Marzamemi, con la vasta e spoglia piazza Regina Margherita, tanto affascinante che Gabriele Salvatores la scelse come set per il suo film Sud: quel sud isolato e lontano evocato nel film trova in questa piazza remota la migliore rappresentazione.
Passeggiando sulla Balata, in effetti, sembra di essere in un film: i pescatori abitano ancora le casupole che precipitano in mare e si danno da fare attorno alle reti e alle barche. La vita, qui, gira attorno alla pesca - oltre che ai pomodorini: non c'è nessuno davanti al porto, ma quando arrivano le barche, la Balata improvvisamente si anima di voci e di gente, di odori del pescato, di volti segnati dall'aria salmastra, di gesti esperti e sempre uguali.
La strada scende a spingersi verso Capo Passero, la punta estrema della Sicilia. Pachino, in questo vagare tra polvere, giganteschi cactus e palme stanche di combattere col vento, sembra quasi una città. Lo è, per certi versi: se occorre qualcosa, un giornale, la spesa, una banca, Pachino è il centro di riferimento. Fuori, di nuovo, il paesaggio si svuota. Il ritmo è lento muovendosi tra i pantani che contraddistinguono il tratto tra il mare e Ispica; ancora, le serre dei pomodori si rincorrono senza soluzione di continuità su quell'accenno di colline che guarda verso l'interno.

A casa di Montalbano

Pozzallo, città viva e graziosa, apre le porte ai luoghi del celebre commissario TV: Donnalucata che, nelle fiction, si chiama Marina di Vigata, col bel lungomare, e Scicli, le cui splendide facciate barocche sono prestate al commissariato e alla questura di Montelusa. E la famosa casa di Montalbano? Si trova a Punta Secca, mare di Santa Croce Camerina, ed è oggi una struttura ricettiva, sotto la cui arcinota terrazza i selfie non finiscono mai...

Modica, trionfo del Barocco

Impossibile resistere al fascino delle architetture di Modica; qui il Barocco si mischia e si fonde a quel che resta della città medievale. Scarpinando tra vicoletti remoti, antiche botteghe e scalinate infinite e ripidissime, scavate nella roccia, si giunge al cospetto del Duomo di San Giorgio. A sorprendere - meglio, a lasciare senza fiato - non è la cattedrale in sé, ma i 250 scalini che bisogna salire per raggiungere la facciata. La gradinata si allarga man mano che sale e accoglie piccoli giardini pervasi dal profumo intenso delle zagare. Lo sfarzo dei decori all'interno del duomo è impreziosito da un grandioso organo e una suggestiva meridiana solare.
Il giro lento, di sapore africano, non può che concludersi nelle cioccolaterie del corso. Per uscirne con la borsa piena e solo dopo aver imparato tutto sulla lavorazione della massa di cacao e sul suo impiego. Soprattutto, dopo avere ben chiaro cosa differenzia il cioccolato di Modica da tutti gli altri! Le spezie, le scorzette di arancia, il peperoncino, parlano anche qui, come il vento caldo, di Africa.

 

Per chi viaggia in camper
Area attrezzata Airone

Marina di Noto
Tel. 389.87.42.256

Area attrezzata a Portopalo di Capo Passero
in Contrada Cicogna
Tel. 329.61.16.208 - 328.67.25.846
Servizi: acqua, pozzetto, illuminazione, elettricità, docce, barbecue, ammessi i cani

Parcheggio Calamosche
c/o la spiaggia Calamosche all'interno dell'Oasi Naturale Vendicari;
Tel. 347.85.87.319
www.parcheggiocalamosche.com
Servizi: acqua, pozzetto, elettricità, servizi

INFORMAZIONI

www.comune.noto.sr.it

www.pronoto.it

www.visitmodica.com

www.oasivendicari.net

Come arrivare

Noto si raggiunge da Catania con la A18-E45. Provenendo dalla Sicilia del Sud, Modica si raggiunge con la SS115 da Agrigento, Gela.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Sagra della Nocciola Piemonte IGP

Torna la fiera gastronomica di Cortemilia che. per il sessancinquesimo...

Leggi tutto

Ascoliva Festival

Piazze e torri ma anche sapori ad Ascoli. Quello delle...

Leggi tutto

In e-bike a Rovereto

Arriva in treno a Rovereto e noleggia una e-bike direttamente...

Leggi tutto

Volterra A.D.1398

Audaci cavalieri, artigiani e mercanti, destrieri focosi, nobili, dame, popolani...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna