TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Weekend tra i borghi del Lago Maggiore

Un weekend alla scoperta della sponda piemontese

Affacciate sull'acqua, le località che si allineano sulla riva occidentale del Lago Maggiore sono piccoli gioielli da scoprire lentamente, magari fuori stagione, abbracciati dai colori vivaci della primavera e dell'autunno. Spunto ideale per vivere un angolo di Piemonte che offre grandi paesaggi davvero a portata di mano.

Sorridete, siete sul lago! A ridosso delle sponde sinuose, imponenti montagne e verdi valli proteggono le rive; eppure il clima è mite e predispone a una vera "immersione in acqua dolce". Primavera e autunno sono i momenti perfetti per un weekend o una vacanza sul Lago Maggiore, tra paesaggio, cultura, storia e arte. Vi aspettano ville e giardini, borghi e castelli, in un territorio che offre una gran varietà di itinerari.

Lago Maggiore da sud a nord

L'estremità meridionale del lago inizia a Castelletto Ticino dove il fiume lascia il Lago Maggiore dopo averlo attraversato e, poco prima, quasi inaspettata, "regala" la Riserva Naturale Canneto di Dormelletto se vi piace l'idea di godervi un weekend a contatto con la natura.

Motore spento, zainetto e via. La Rocca di Arona, su un ammasso roccioso alto 100 metri e la celebre statua del San Carlone, sono le sue icone; quest'ultima è visitabile all'interno fino alla testa (preparatevi a ripide scalette!) e, dalle sue orecchie, dagli occhi e da alcune finestrelle, potrete ammirare il panorama spettacolare sul lago. Scendete poi nel grazioso centro storico pedonale. La grande Piazza del Popolo bagnata dal lago, è perfetta per un caffè tra gli eleganti edifici, tra cui il trecentesco Broletto, opera dei Visconti. Dopo una passeggiata sul lungolago, basteranno pochi passi tra le vie per raggiungere la chiesa dei Santissimi Martiri, del X secolo, di cui ammirare la facciata e, all'interno, la pala, i dipinti e i rilievi marmorei. 

Strette viuzze che patono dalla centrale Piazza San Carlo fino a perdersi sulla riva del lago. Benvenuti a Meina! Non trascurate la passeggiata lungo la litoranea per ammirare ville ottocentesche immerse in splendidi giardini. Nel grandioso parco di Villa Farraggiana, ad esempio, il Museo Chalet stupisce con un allestimento multimediale, esposizioni temporanee insolite e tanti eventi dedicati anche ai bambini, durante tutto l'anno.

Belgirate e le ville

A specchiarsi sul lago, splendide di giorno, sfavillanti di lucine che ricamano l'acqua di sera, sono le ville che punteggiano le rive. Se volete lustrarvi gli occhi, a Belgirate c'è Villa Conelli, di cui restano il magnifico giardino all'italiana, l'imbarcadero e le scuderie, Villa Martelli e Villa Cairoli, dove dormì Garibaldi, fino alla ottocentesca Villa Carlotta, oggi albergo. Concludete il tour alla Malgirata, com'è chiamata la tardo neoclassica Villa Principessa Matilde, per via della sua posizione ombrosa; il suo parco è stato disegnato da Demidoff.

Stresa, le Isole Borromee e il Mottarone

Considerata la perla del Lago Maggiore, Stresa è il suo cuore, la meta dove fermarsi e contare ogni giorno su qualcosa di diverso da fare e vedere. Oltre al grazioso centro storico vista lago, scoprite in salita le pendici del Mottarone, che in inverno si trasforma in stazione sciistica, il Giardino Botanico Alpina e, a un passo dalla riva, le Isole Borromee.

Iniziate da Isola Bella: il giardino è considerato il più bello d'Europa ed è interamente visitabile, come anche i saloni del piano nobile di Palazzo Borromeo e le grotte che incantarono Stendhal.
Fastosa, elegante e fiabesca al tempo stesso è l'Isola Madre, con uno scenografico giardino all'inglese. Negli ambienti della residenza, un tripudio di arazzi e tele, arredi e costumi d'epoca, trompe l'oeil e una particolarissima Sala delle Bambole, la cui collezione affianca quella di marionette e teatrini. Cornice decisamente diversa ma non meno suggestiva è quella che offre l'Isola dei Pescatori; nel borgo, una chiesina romanica custodisce affreschi del Quattrocento.

Verso Verbania

A Baveno, non perdete il Museo del Granito Rosa, sintesi di una lunga tradizione di scalpellini, per scoprire dove sono in Italia e nel mondo, oltre che nel paese stesso, le sculture realizzate con questo materiale. L'area è quella di Fondo Toce, oggi Riserva Naturale; nella piccola frazione di Feriolo, un tempo era attivo l'imbarcadero da cui partivano le merci per le Valli Ossolane, lungo il Ticino, e il granito per Milano, lungo il Naviglio. 

Se Stresa è la perla del lago, Verbania è il "suo parco", con i Giardini Botanici di Villa Taranto che sono la maggiore attrazione della città. Statue, fontane, giochi d'acqua e cascate impreziosiscono sedici ettari di piante e fiori da esplorare lungo un fitto rincorrersi di camminamenti. Perdetevi nel Labirinto dei Tulipani e tenete d'occhio il cartellone degli eventi legati alle fioriture. Poi godetevi il giardino di Villa Giulia, affacciato sull'acqua e adibito a parco pubblico. E prima di spostarvi verso Locarno, ciondolate a piedi tra il porticciolo, il lungolago, le strade del centro con i negozi di Pallanza, Verbania e Intra. 

Le case si diradano

Guidando verso nord vi lascerete alle spalle ville, giardini e sfarzo barocco, per dedicarvi alla salita al Sacro Monte di Ghiffa che, alle falde boscose del Monte Cargiago, offre uno spettacolare panorama sul lago. Il complesso religioso, circondato da duecento ettari di Riserva Naturale, è costituito da una chiesa, dal santuario e da tre cappelle oltre al porticato della Via Crucis. Salite al monte anche se non siete attratti dalla visita al santuario: potrete percorrere i diversi sentieri tematici. Altre passeggiate si diramano nel territorio di Oggebbio: nove sentieri per praticare il nordic walking o il nordic trekking, di diversi gradi di difficoltà, alcuni adatti anche a semplici passeggiate tra le frazioni.

Il grazioso borgo di Cannero Riviera sorge in una insenatura riparata: vi siete accorti che siete circondati da cedri e limoni, palme e azalee, ma soprattutto camelie? Proprio alle camelie vengono dedicati diversi eventi in questo tratto di costa. Dal lungolago, ammirate i castelli di Cannero: in realtà sono "solo" i suggestivi ruderi della cinquecentesca Rocca Vitaliana, sui due isolotti rocciosi che sembrano galleggiare a poca distanza dalla riva.

Infine, Cannobio

È l'ultimo vivace centro prima del confine con la Svizzera; entrate in un mondo senza tempo percorrendo l'antichissima via al castello, le strade strette e acciottolate del borgo, su cui affacciano signorili palazzi, soffermatevi davanti alla dimora cinquecentesca di Palazzo Omacini e osservate il singolare profilo di Palazzo Pironi, che evoca la prua di una nave; percorrete infine le gradinate che conducono sul lungolago e predisponetevi a una delle più belle passeggiate bordo acqua.
Se partite da Amore, la passeggiata continua nell'insenatura tra le vecchie case dei pescatori, fino a raggiungere, tra bei palazzi porticati, Piazza Vittorio Emanuele III, cuore del paese. Risalendo Via Giovanola troverete il Palazzo della Ragione, oggi "Parasio", l'antica sede del potere civile, e la settecentesca Chiesa di San Vittore con campanile romanico, sede del potere religioso.

Ora che siete arrivati in fondo, godetevi il lago dall'acqua: il Lido di Cannobio è famoso per la sua spiaggia attrezzata dove, oltre ai bagni di sole, potete anche dedicarvi alla vela e al diving, in santa pace, se avrete scelto i mesi meno congestionati!.

 

Informazioni

www.illagomaggiore.it

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Pizza Festival Lombardia

La vera pizza napoletana sarà la protagonista indiscussa di otto...

Leggi tutto

Vales Fest

Fiumi di birra artigianale per gli amanti del gusto sano...

Leggi tutto

Sagra della vongola verace

Tre weekend per degustare tutte le ricette e le varianti...

Leggi tutto

Colico in cantina

Preferite il lago o la montagna? A Colico potrete approfittare...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna