TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Weekend nel Distretto del Novese

Una terra di borghi, storia e monumenti

Terra di dolci colline, di vigneti e di paesi nascosti da scoprire lentamente, il Novese è un territorio capace di regalare intense emozioni se sarete disposti a farvi conquistare dai suoi colori, dalle atmosfere suggestive e dalla sua ricca storia. Partite quindi alla scoperta di questo piccolo angolo tra la Liguria e il Piemonte, per un indimenticabile weekend invernale dal sapore di arte, borghi e profumi di campagna sopita.

Alla scoperta del Novese: il borgo di Voltaggio

Pur trovandosi in provincia di Alessandria, l'anima di queste terre è profondamente ligure: i paesi, per lunghi secoli sottoposti all'influenza della vicina Genova, vi colpiranno per la loro ricchezza storica e la bellezza dei loro paesaggi. Iniziate da Voltaggio, minuscolo borgo sul fiume Lemme, dove potrete scegliere se visitare l'antica chiesa parrocchiale dell'Assunta e dei santi Nazario e Celso - risalente ai primi anni del XIII secolo con opere di pittori e scultori locali e genovesi tra cui dipinti di Giuseppe Badaracco, Sinibaldo Scorza- oppure se lasciarvi ammaliare dalle architetture romane del Ponte dei Paganini, la più antica costruzione del paese.

Da Gavi ad Arquata Scrivia sulle tracce delle leggende

Volgete poi l'attenzione al piccolo borgo di Gavi: insignito dal Touring Club Italiano della Bandiera Arancione dei Borghi più belli d'Italia, deve la sua fama al forte che lo domina dall'alto. Leggenda vuole che al tempo delle occupazioni saracene una principessa di nome Gavia avesse lassù la sua residenza e che sia stata la sua origine francese a dare il nome al viottolo che conduce al forte: Monserito, da mon cheri. Che ci crediate o meno, l'imponente fortezza vale senza dubbio una visita. La struttura fu costruita dai genovesi su un preesistente castello medievale: il corso della storia la vide passare di mano in mano fino a essere trasformata in luogo di prigionia. Oggi il forte è stato recuperato e sono visitabili sia la struttura che le sale didattiche. Inoltre la vista da lassù vi toglierà il fiato: provare per credere! Sempre a Gavi, non perdetevi la visita alla chiesa di San Giacomo Maggiore con la sua particolareggiata facciata in stile romanico, né un assaggio al vino locale, il Gavi DOCG o ai famosissimi amaretti morbidi di Gavi e Voltaggio che pare che abbia deliziato il palato di molte personaggi di rilievo, tra cui Fausto Coppi e Gilberto Govi.

Dopo le atmosfere evocative di Gavi vi aspetta Arquata Scrivia, cittadina vivace che vi condurrà indietro nel tempo con il suo centro medievale ben conservato. Le cose da vedere non mancano: ad esempio, la parrocchiale di san Giacomo e sant'Antonio, la piazza intitolata a Santo Bertelli con il caratteristico pozzetto barocco e soprattutto la cosiddetta Casa Gotica, uno dei rari esempi di abitazioni medievali ancora intatte nel Nord Italia che custodisce una collezione di diorami e presepi a cura dell'associazione Ar.qua.tor.

Dai palazzi dipinti di Novi Ligure al Complesso Monumentale di Bosco Marengo

La quarta tappa del vostro tour non può che essere Novi Ligure. Bella e vivace in ogni stagione, la cittadina durante l'inverno vi offrirà un'atmosfera magica e indimenticabile fatta di passeggiate tra i palazzi dipinti del centro storico e rilassanti soste a base di cioccolata calda. Già, perché Novi Ligure è anche la citta del cioccolato, e qui ne producono parecchio: perché dunque non alternare le dolci pause con la visita alle bellezze artistiche che la cittadina offre? Naso all'insù e macchina fotografica alla mano quindi, per immortalare le testimonianze affrescate dell'influenza genovese che trasformò il paese agricolo in una florida città commerciale e di villeggiatura: gli affreschi del centro sono il proprio il segno di questa trasformazione di Novi Ligure in un centro di villeggiatura, comfort e lusso. Non perdetevi poi la Basilica della Maddalena: costruita tra il XV e il XVI secolo, ospita al suo interno un grandioso complesso ligneo del Calvario, ben 21 statue a grandezza naturale realizzate da alcuni artisti fiamminghi!
Infine, fermatevi al Complesso Monumentale di Santa Croce nel paese di Bosco Marengo: ex convento domenicano voluto da papa Pio V, è visitabile sabato e domenica al pomeriggio oppure su prenotazione. Una tappa all'insegna della storia prima di salutare le terre del Novese!

 

Informazioni

Distretto del Novese
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.distrettonovese.it

FB: Distretto del Novese

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna