TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Salita al Sacro Monte di Ghiffa

Itinerario di fede sul Lago Maggiore

Il Sacro Monte della SS Trinità di Ghiffa sorge nel cuore dell'omonima riserva, un'oasi di tranquillità, dove la natura e lo spirito si uniscono in un abbraccio, lasciando al visitatore l'incanto della scoperta.

Il Sacro Monte di Ghiffa è forse il più intimo e raccolto fra i Sacri Monti. Il borgo di Ghiffa, affacciato sulla sponda piemontese del Verbano, alle pendici del Monte Cargiago, gode di una vista meravigliosa su un ampio tratto del lago. La rigogliosa vegetazione della riserva che lo comprende consente di fruire dell'area anche da un punto di vista escursionistico, e non solo spirituale.

Il santuario della SS Trinità

Il nucleo più antico del Sacro Monte è costituito dal santuario dedicato alla SS Trinità, edificato sulle mura di un precedente oratorio risalente ai secoli XII-XIII. Dal 1605 al 1617 fu realizzato il corpo principale del santuario, e dal 1646 al 1659 successivi rimaneggiamenti portarono al suo completamento.

Nel 1646 vi fu poi l'aggiunta del campanile e nel 1691 fu innalzato il porticato sul fronte della chiesa. Nel XVIII secolo si sopraelevarono i locali sul fianco della chiesa per realizzare la casa del Romito, abitata da un padre dei Trinitari era il custode del santuario. L'ultimo rifacimento avvenne nel 1761, quando si sopraelevò il pronao conferendo alla facciata l'aspetto attuale. Ma il progetto non era ancora completo: nel 1904, infatti, l'abside fu circondata da un coro poligonale.

A chiudere la scenografia degli edifici c'è il porticato settecentesco, formato da quattordici campate di crociere e colonne di granito, corrispondenti alle stazioni della Passione di Cristo, ciascuna con un'edicola affrescata. Furono aggiunge solo nel 1930 le pregevoli formelle policrome in gesso della Via Crucis.

La via sacra

In questo affascinante quadro si inserisce il complesso monumentale del Sacro Monte (oggi patrimonio dell'UNESCO) dedicato alla SS Trinità, che comprende il santuario, tre cappelle e il porticato della Via Crucis.

Luogo di antichissima devozione popolare, l'attuale Sacro Monte di Ghiffa faceva parte di un progetto più articolato che non fu mai portato a compimento e che prevedeva una decina di cappelle raffiguranti episodi dell'Antico e del Nuovo Testamento. Delle tre che sono state edificate, la prima è dedicata all'Incoronazione di Maria.

Fu costruita nel 1647 per volontà della famiglia Canetta di Ghiffa, come si deduce dal cartiglio posto sul portale di ingresso. A pianta ottagonale, spicca soprattutto per l'imponente pronao. All'interno, otto nicchie semicircolari custodiscono altrettante figure policrome in terracotta che rappresentano profeti e dottori della Chiesa. L'abside espone infine il tema trinitario dell'Incoronazione della Beata Vergine Maria.

La seconda cappella, consacrata a San Giovanni Battista, fu innalzata con ogni probabilità anteriormente al 1659, anno in cui risulta registrata negli Atti di Visita. A pianta ottagonale, è dotata di un pregevole porticato anulare che segue la concezione architettonica tipica dei Sacri Monti, soprattutto di Oropa, Varallo e Crea.

All'interno, il gruppo scultoreo raffigura il battesimo di Gesù nelle acque del Giordano per opera di Giovanni Battista. Anche qui torna il tema trinitario, con la rappresentazione del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Un aspetto curioso della cappella è dato dalla presenza, al di sotto dell'edificio, di una cisterna scavata nella roccia, utilizzata in passato per raccogliere l'acqua piovana con cui dissetare i pellegrini.

Non esisteva ancora, infatti, la fontana realizzata nel 1851 e ancora oggi presente. In seguito, nel corso del XIX secolo, la cisterna fu addirittura utilizzata dai macellai di Ghiffa come ghiacciaia mista a neve per la conservazione delle carni. Infine, la terza cappella – che è anche la più recente, citata per la prima volta come Cappella in modum crucis negli Atti di Visita del 1703 – è dedicata ad Abramo, ha pianta cruciforme ed è preceduta da un portico rettangolare. All'interno si ammira la rappresentazione scultorea del Patriarca in adorazione di tre angeli rappresentanti la Trinità.

Per chi viaggia in camper
Area attrezzata Pineta
Via Pineta, Ghiffa (VB)
Tel. 011.99.69.412, 346.82.75.719
Servizi: acqua, pozzetto, illuminazione, elettricità, accesso consentito ai cani
Area camper
SS34 località Gonte
Oggebbio (VB)
Tel. 0323.40.74.74, 335.66.95.378
www.areacamperoggebbio.it
Servizi: acqua, pozzetto, illuminazione, elettricità, servizi igienici, docce, Wi-Fi

Informazioni

  • Riserva Naturale Speciale del Sacro Monte della SS Trinità di Ghiffa
    Centro di accoglienza-Centro visita
    Via SS Trinità 48
    Ghiffa (VB)
    Tel. 0323.59.870
    www.sacromonteghiffa.it
  • Dove dormire
    Hotel Ghiffa
    Corso Belvedere 88
    Tel. 0323.59.285
    www.hotelghiffa.it
  • Dove mangiare
    Ristorante Miralago
    Via Miralago 8
    Tel. 0323.59.888
    www.miralagoristorante.it
    Trattoria La Canfora
    Corso Belvedere 127
    Tel. 0323.59.402, 368 3002673
    www.lacanfora.com

Come arrivare

L'autostrada dei Laghi A8 e l'autostrada dei trafori A26 sono due delle principali arterie viarie che raggiungono il Lago Maggiore. In entrambi i casi, l'uscita più indicata è quella di Gravellona Toce; si prosegue dunque in direzione di Verbania guidando lungo la litoranea fino a Ghiffa.
Ghiffa è inoltre raggiungibile in autobus grazie alle linee VCO e in battello.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Pizza Festival Lombardia

La vera pizza napoletana sarà la protagonista indiscussa di otto...

Leggi tutto

Sagra del Fungo Porcino con Polenta

Tra le dolci colline lucchesi, ben cinque gustosi weekend vi...

Leggi tutto

Sagra del Pesce

Tornano nel centro storico di Chioggia i profumi e i...

Leggi tutto

Notte rosa alle cascate

Siete pronti per vivere una serata speciale, tra...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna