TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Weekend tra le vigne del Basso Sebino

Alla scoperta di due borghi secolari della Franciacorta

Tra placidi vigneti, antichi santuari e selvaggi sentieri l'anima cortese del paesaggio prealpino conduce a due borghi medievali di autentica suggestione.

 

Quando il gelo, signore delle albe invernali, abbandona riluttante le umide colline del Bresciano restituendole al nitido tepore del sole, il Basso Sebino si desta mostrando a poco a poco le sue meraviglie, delineando i contorni di un territorio – abituale via d'accesso al Lago d'Iseo e alla Valcamonica – dove la storica presenza dell'uomo ha modellato il paesaggio trasformando con lungimiranza ogni risorsa naturale in una fonte di ricchezza.

Lo fecero prima i Romani, poi gli ordini monastici che, liberi da dazi e imposte, ingentilirono le colline moreniche della Franciacorta con i primi vigneti. La rinomata zona vitivinicola deve infatti il proprio nome (franca corte) alla prolungata "affrancatura" dalle tassazioni che, dal medioevo all'età moderna, agevolò un'agricoltura incentrata sulla coltivazione della vite e affiancata da un fiorente commercio del vino.

La meritata fama che accompagna anche la produzione enologica attuale rende perciò quest'angolo di Lombardia meta ideale di un itinerario da farsi in auto ma anche seguendo i ritmi più lenti e meditativi della bicicletta. Qui, lungo la Strada dei Vini e dei Sapori della Franciacorta, si muove alla scoperta di due piccoli comuni legati alla storia e alle tradizioni di una terra dalla variegata componente paesaggistica, dove le colline preludono alle Prealpi e i pochi, modesti monti emergono isolati fre esse.

Da Rodengo Saiano, dove sorge ascetica e contemplativa l'Abbazia di San Nicola, la nostra attenzione si spinge a nord-est, in direzione di Ome. La rinomata località di villeggiatura è il comune più isolato della Franciacorta e raduna un insieme di contrade di impronta medievale distribuite lungo le due sponde del torrente Gandovere. Su uno sperone di colle prospiciente la valle, la frazione di Cerezzata è custode del Santuario della Madonna dell'Avello, il cui prestigio storico-artistico è da attribuirsi all'abside e al campanile risalenti probabilmente all'XI secolo e alla statua della Madonna con Bambino in stile bizantino, forse la più antica dedicata nel bresciano al culto mariano.

Un gruppuscolo di antichi caseggiati, collocati invece poco fuori il centro di Ome, rivela l'attività molitoria finalizzata alla lavorazione del ferro che animava il villaggio negli anni passati. Tanta operosità artigiana riecheggia fra le mura annerite del Maglio Averoldi, il fabbricato risalente al 1008 e denominato "antro di Vulcano" per l'oscura fucina in cui il ferro incandescente baluginava ai colpi del martello sull'incudine. Agli appassionati sono riservate interessanti visite guidate, esposizioni e dimostrazioni di artigiani che si dedicano alla produzione di antiche armi per le rievocazioni storiche.

Rivolgendo tuttavia lo sguardo al presente, ci si accorge subito di quanto Ome viva ora una rapida evoluzione, favorita dalla presenza di rinomate terme che sfruttano una sorgente d'acqua con particolari proprietà curative e alle quali si affianca una moderna clinica specializzata in microchirurgia.

Un "vin dolce perfettissimo" era decantato già nel Seicento dagli storici che avevano saggiato anche le punte di eccellenza della produzione enologica di Monticelli Brusati. Il paese, anch'esso sgretolato in minuscoli borghi medievali, sorge sulle ondulate colline della riva destra del Gandovere, poco più a ovest di Ome, immerso in una quinta di vigneti a gradoni e terrazzi. Se un tempo furono i feudatari a godere del frutto di queste terre, oggi sono gli innumerevoli clienti e ospiti delle cantine locali ad avere il privilegio di degustare direttamente "dai calici" dei produttori le squisite fragranze dei vini di uve Pinot, Chardonnay, Nebbiolo, Cabernet, Barbera e Merlot.

La trama enologica non esaurisce ancora, tuttavia, il disegno arabescato nel quale si inscrivono i tesori di Monticelli Brusati. Lunghe passeggiate, piacevoli sia d'estate che d'inverno, percorrono antichi sentieri volti a oasi di spiritualità e natura che non passano inosservate. Dalle contrade del paese, per esempio, si raggiunge in breve il Santuario della Madonna della Rosa, risalente al XIV secolo e caratterizzato da una massiccia torre che ne faceva già posto di guardia in epoca remota.

Oppure, per i più intraprendenti, attende l'avventuroso Sentiero delle Cascate, un itinerario di 3 chilometri la cui partenza è raggiungibile da Monticelli Brusati seguendo le indicazioni per Villa Baiana e poi Gaina. Dalla piazzetta di quest'ultima frazione si imbocca a sinistra la strada con segnaletica bianco/rosa che, oltre alcuni prati, diventa sterrata per scendere, ancora a sinistra, fino a un piccolo ma suggestivo canyon. L'ostacolo si supera con un po' di abilità passando su grosse pietre disposte lungo il torrente che scorre tra le stratificazioni rocciose. Poco più avanti, con l'aiuto di apposite scale metalliche, pioli e catene fisse, si vince anche la serie di cascatelle da cui deriva il nome del sentiero.
Presso una di esse, una testa scolpita nella roccia è l'unico segno umano nel fitto della vegetazione.

 informazioni

  • Comunità Montana del Sebino Bresciano
    Via Roma 41
    Sale Marasino (BS)
    Tel. 030.98.63.14
    www.cmsebino.brescia.it
  • Maglio Averoldi
    Via Maglio 51
    Ome (BS)
  • Dove dormire
    B&B La Tana
    Vicolo Nas 3
    Ome - Franciacorta (BS)
    Tel. 030.68.52.531
    www.latanaome.it
  • Dove mangiare
    Ristorante Hostaria Uva Rara
    Via Foina 42
    Monticelli Brusati (BS)
    Tel. 030.68.52.643
    Cell. 335.64.42.075
    www.hostariauvarara.it

 

come arrivare

Da Milano si segue l'A4 Milano-Venezia con uscita a Ospitaletto. Si ignorano le indicazioni per il centro abitato e si continua in direzione di Iseo fino alla località Rodengo Saiano.

 

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Giornata Europea dei Parchi

Grandi polmoni verdi di montagne o piccole aree di pianura,...

Leggi tutto

Mangialunga

Assaporate, è proprio il caso di dirlo!..., i paesaggi dell'entroterra...

Leggi tutto

Sagra dei Pici

Primo piatto tra i più celebri e richiesti nelle più...

Leggi tutto

Golosa Bike

Domenica in sella alla vostra due ruote a pedali, per...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna