TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Weekend di note a Cremona

Arte, musica e buon cibo

Al centro della Pianura Padana, la cittadina di Cremona non è solamente la capitale dell'arte liutaria mondiale, ma anche un luogo "a misura d'uomo", da visitare lentamente fino ai piedi del Torrazzo, in una delle piazze più belle d'Italia. Le stesse in cui è cresciuta Mina che, nel 1996, dedica alla sua città il primo disco singolo della sua carriera.

Da qualsiasi parte si raggiunga Cremona la slanciata sagoma del Torrazzo è un punto di riferimento inconfondibile. E non potrebbe essere altrimenti, dal momento che i suoi 112 metri la classificano tra le torri campanarie più alte d'Europa. Se dalla pianura circostante svetta sulla città, avvicinandosi, la si scopre in tutta la sua imponenza come protagonista di una delle piazze più belle d'Italia.

Il cuore di Cremona è di quelli da scoprire passeggiando senza fretta lungo le strette strade del centro con una sosta obbligata ai tavolini di Piazza del Comune circondati dal Torrazzo, dal Duomo con il Battistero, dal Palazzo del Comune e dalla Loggia dei Militi. Raggiungere il punto più alto della piazza significa salire 500 gradini e recarsi al cospetto di uno degli orologi astronomici più importanti al mondo, con la volta celeste e le costellazioni attraversate dal moto del sole e della luna.

La cattedrale come ci appare oggi è ben diversa dalla chiesa romanica di cui nel 1107 venne posata la prima pietra (oggi conservata sopra l'ingresso della sagrestia dei canonici) in quello che era il punto più alto della città medievale, lontana dai rischi di alluvione costituiti dalle acque del Po. La facciata principale rivestita in marmo è il frutto di numerosi rimaneggiamenti ed è caratterizzata dalla presenza di una loggia a due piani con il protiro sorretto dai leoni e sormontato da una loggetta a tre arcate. Al centro spicca il grande rosone sovrastato da un attico con quattro nicchie. L'interno a tre navate stupisce per le dimensioni con i possenti pilastri, gli archi a sesto acuto e la volta.

A fianco del Duomo si trova il battistero che ne ricalca lo stile con i suoi marmi e i due leoni stilofori all'ingresso. Di forma ottagonale, l'edificio merita una visita per ammirare il battistero cinquecentesco che ne occupa il centro e la volta interna alla base della quale si trova una doppia serie di bifore.

Il Palazzo Comunale domina il lato opposto alla cattedrale ed è originario del 1206, caratterizzato da un'impronta medievale. Alla sua sinistra, la Loggia dei Militi risale al 1292, conserva le sue sembianze originarie e l'emblema della città di epoca napoleonica sotto il portico.

La liuteria e i violini

Un giro a Cremona significa anche immergersi nel mondo della musica con un punto fermo rappresentato dallo storico Teatro Ponchielli e le oltre duecento botteghe dei liutai che offrono l'emozione di vedere all'opera grandi maestri artigiani. Quest'arte iniziata nella prima metà del '500 da Andrea Amati, portò Antonio Stradivari a diventare il suo maggior esponente. La sua casa in corso Garibaldi è meta turistica mentre la Scuola di Liuteria a lui intitolata richiama aspiranti da tutto il mondo. Nelle sale del Palazzo Comunale è possibile vedere una collezione con gli strumenti realizzati dai più famosi liutai cremonesi.

La tigre e il torrone

La cittadina è però anche "la casa" di una delle voci più calde d'Italia, quella di Mina, non a caso soprannominata la tigre di Cremona: qui ebbe le prime esperienze di una meravigliosa carriera musicale e, alla sua Cremona, dedicò negli anni Novanta un disco che ne porta il nome.

L'origine del torrone e della sua dolcezza è tutta cremonese, da quando fu servito per celebrare le nozze tra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti. Da allora il perfetto mix di mandorle (o nocciole), albume d'uovo, zucchero e miele ha raggiunto la perfezione e mille varianti da provare nelle botteghe cittadine.

Informazioni

Comune di Cremona
Tel. 0372.40.75.84, 0372.40.74.93, 0372.40.72.30
www.turismo.comune.cremona.it

Come arrivare

Cremona è lungo la tratta autostradale A21 che collega la A1 con la A4. Dalla A1, si devia per la A21 a Piacenza provenendo da nord e a Fiorenzuola se si procedere in senso inverso. Sulla A4, si imbocca la A21 a Brescia. In entrambi i casi, l'uscita della A21 è proprio "Cremona".

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Giornata Europea dei Parchi

Grandi polmoni verdi di montagne o piccole aree di pianura,...

Leggi tutto

Mangialunga

Assaporate, è proprio il caso di dirlo!..., i paesaggi dell'entroterra...

Leggi tutto

Sagra dei Pici

Primo piatto tra i più celebri e richiesti nelle più...

Leggi tutto

Golosa Bike

Domenica in sella alla vostra due ruote a pedali, per...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna