TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Weekend a Brescia

Tour di due giorni nella città detta La Leonessa

Brescia, la Leonessa d'Italia, invita a trascorrere un weekend alla scoperta di un patrimonio artistico notevolissimo che dalle origini preistoriche arriva fino ai giorni nostri.

I giorno

Il weekend a Brescia si concentra in un tour di due giorni nel centro storico. Si può iniziare da Piazza Paolo VI, dove si trovano il Broletto, la Rotonda e il Duomo Nuovo. Il Broletto, fra i più importanti palazzi medievali lombardi, più volte ampliato e rimaneggiato, ingloba nel suo perimetro la quattrocentesca Chiesa di Sant'Agostino ed è sovrastato dalla Torre del Pegol (o Torre del Popolo) che, con i suoi merletti, conferisce all'ambiente un'atmosfera squisitamente medievale.

Distante un centinaio di metri, a una delle estremità della piazza, si distingue la Rotonda o Duomo Vecchio, una delle poche chiese romaniche a pianta circolare, la cui forma richiama quella del Santo Sepolcro di Gerusalemme. Costruita alla fine dell'XI secolo, conserva il Tesoro delle Sante Croci, dipinti di autori di scuola bresciana e l'arca di Berardo Maggi, in marmo rosso di Verona.
Al centro di Piazza del Mercato, a stupire con la sua imponente facciata di marmo bianco di Botticino, il Duomo Nuovo fu terminato nel 1825 con la realizzazione della cupola, la terza per altezza in Italia.

La salita al castello, per la contrada di Sant'Urbano, inizia da Piazza Tito Speri sul Colle Cidneo. Il portale d'ingresso, coronato dal leone di San Marco, il possente mastio visconteo circondato da mura merlate e la Torre Mirabella, di epoca comunale, fanno del castello una vera e propria cittadella fortificata che domina dall'alto la città.

Approfittando della visita al Museo delle Armi Antiche e al Museo del Risorgimento si può scendere per Via Brigida in Via dei Musei e ammirare il Monastero di Santa Giulia. Il complesso, nel quale si è stratificata la storia della città dall'età del bronzo al Rinascimento, fu fondato dal re longobardo Desiderio, che fece costruire la Chiesa di San Salvatore. Nelle sue adiacenze si distingue il tiburio ottagonale, decorato con loggiato e archetti, di Santa Maria in Solario.

Prima di tornare in Piazza Paolo VI, alla confluenza delle due principali vie della città, il "decumanus maximus" (corrispondente all'attuale Via dei Musei, sull'asse est-ovest) e il "cardus maximus", si attraversa il foro romano, centro della vita religiosa, politica ed economica della provincia. Chiuso a nord dal tempio capitolino, eretto dall'imperatore Vespasiano nel 73 d.C. e a sud dal teatro, custodisce al suo interno il museo civico romano (interessanti reperti archeologici tra i quali una Vittoria alata).

II giorno

Il giorno seguente la visita può continuare partendo da Piazza della Loggia. Costruita nel 1433 per volontà del podestà veneto Marco Foscari in luogo dei preesistenti vicoli della città medievale e al centro di un itinerario artistico di notevole interesse, appare come un raffinato salotto rinascimentale. Intorno al palazzo, al cui progetto contribuirono, fra gli altri, il Sansovino e il Palladio, si prospettano la Torre dell'orologio e gli edifici del Vecchio e Nuovo Monte di Pietà, raccordati da un'elegante loggetta. La facciata del Monte di Pietà è il più antico museo lapidario d'Italia e conserva, murate, lapidi e frammenti romani rinvenuti nel corso di scavi in città e in provincia.

Di fronte al Palazzo della Loggia si trova la Torre dell'orologio, impreziosita da un complesso quadrante raffigurante il sole e i segni zodiacali. Elegantissimo nel suo insieme, è sormontato da due automi battenti le ore che i bresciani chiamano i Macc dè le ùre.

Percorrendo qualche centinaio di metri lungo Via San Faustino, nel bel mezzo della contrada del Carmine si ammira la Chiesa di Santa Maria. Con una singolare facciata decorata in cotto, è fra i più interessanti edifici romanico-gotici della città.

Poco distante, nei pressi di Piazzale Garibaldi, la Basilica della Madonna delle Grazie si distingue per alcuni affreschi e stucchi barocchi e un portale rinascimentale con battenti in legno del 1490. È sufficiente imboccare Corso Garibaldi per scorgere la Torre della Pallata: con 31 metri di altezza è uno dei principali monumenti medievali di Brescia. Proseguendo su Via Pace e Corso Martiri della Libertà si arriva fino alla Chiesa di San Nazaro e Celso, dove ammirare uno dei tesori cittadini: il Polittico Averoldi del Tiziano.

Il percorso artistico si concilia con quello commerciale: le vie sono ricche di negozi. Piazza del Mercato è animata e vivace, circondata da portici che risalgono al '400 e '500. Piazza della Vittoria è in stile monumentale neoclassico ed è dominata da un torrione di 60 metri di fronte al Quadriportico con la Torre della Rivoluzione.

Il Teatro Grande, al quale si accede dai portici di Corso Zanardelli è il tempio della cultura musicale cittadina ma anche l'occasione per contemplare il suo magnifico ridotto decorato con specchi, affreschi e stucchi.

Dove dormire per la coppia
Se non sapete dove allogiare a Brescia e cercate un B&B dove sentirvi liberi come a casa vostra senza rinunciare al risveglio coccolato da una ricca colazione pensata per voi il posto giusto è La Fenice. Avrete a disposizione un appartamento indipendente dotato di ogni comfort, in posizione strategica per chi arriva in auto e in treno, a pochi passi dal centro storico. Parcheggio incluso nel prezzo.
B&B La Fenice
Via Corsica 18
Cell. 340.37.45.199 / 328.01.48.741
www.lafenicebrescia.com 

Dove mangiare per la coppia
A un passo dalla centralissima Piazza della Loggia, un prestigioso ristorante per stupire il partner con una cena romantica. Su vostra indicazione, La Vineria è disponibile a proporre menu studiati secondo esigenze particolari per quanto riguarda qualità e prezzo. Il locale è adatto anche ad accogliere gruppi numerosi.
La Vineria
Ristorante Enotavola
Via X Giornate 4
Tel. 030.28.05.43
Cell. 348.37.14.234
www.lavineriabrescia.com

Dove mangiare per i gruppi di amici
Un'antica osteria nel cuore di Brescia, sorta negli anni Trenta del Novecento e ancora punto di riferimento per chi ama il buon vino e la buona cucina locale. Per immergersi nella migliore tradizione culinaria locale, reinterpretata in chiave moderna.
Osteria Lo Scultore vini & cucina
Via Carlo Cattaneo 24
Tel. 030.29.43.967

Informazioni

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Pizzocchero d’Oro e Sapori d'Autunno a Teglio

L'autunno trasforma Teglio nella capitale della cucina valtellinese. Si comincia...

Leggi tutto

Vallagarina Experience Festival

Un lungo imperdibilie weekend alla scoperta di Rovereto e della...

Leggi tutto

Festa dell’Uva

Cinque domeniche di festa "in famiglia" vi aspettano a Settembre...

Leggi tutto

Salone del Camper

Con la fine dell'estate, torna immancabile l'appuntamento con il Salone...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna