TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Una giornata a Monte Isola

A piedi sull’acqua

Tra le maggiori isole lacustri europee, è la meta giusta per una passeggiata fuori dagli schemi: niente auto, l'acqua che lambisce il tracciato e il sentore di pesce di lago che si mischia all'aroma delle olive. Benvenuti a Monte Isola.

Bisogna compiere un solo sforzo per conquistarsi l'isola: lasciare l'auto (o il camper, la moto), nel parcheggio accanto all'imbarcadero e spegnere il cellulare. Un battello solca le acque del Lago d'Iseo e riporta, in pochi minuti, in un piccolo mondo antico che profuma di aromi dimenticati. Un mondo da scoprire a piedi o in bicicletta, alla portata di tutti; minuscoli centri, alcuni in stretto legame con il lago, altri giusto un pugno di case, più appartati verso l'interno, dove vivono meno di duemila abitanti. Pescatori e montanari: l'isola vanta, infatti, il rilievo lacustre maggiore d'Europa, con un picco del suo cono montano a 600 metri di altitudine.
Con la bici, il periplo dell'isola si può chiudere in un'ora circa; le lunghe mulattiere che culminano alla sommità del monte, dove spicca il Santuario della Madonna della Ceriola, costituiscono, però, i più gratificanti percorsi a piedi per penetrare l'anima dell'isola. È proprio lungo questi percorsi, alla volta del Santuario, che ci si sofferma volentieri nelle antiche frazioni; in questi luoghi dove la natura e la storia sono protetti dalle acque, si possono scoprire testimonianze di una cultura millenaria che si racconta attraverso graziose chiesette e grandi case di pietra chiarissima locale, utensili dimenticati che fanno mostra di sè sotto i portici, scorci e panorami di straordinaria bellezza.

Peschiera Maraglio

È l'approdo per chi arriva da Sulzano. Un porticciolo dove sono ormeggiati i naèt, le barche tipiche del lago d'Iseo, il Museo della rete e il piccolo cantiere di barche, qualche scorcio pittoresco del villaggio di pescatori: basta questo per immergersi nell'atmosfera dell'isola e non sentire affatto la mancanza delle "solite cose" di cui abitualmente ci si circonda.
Pescataori e fabbricanti di reti abitano anche le antichissime, ma ben conservate case di Carzano, il secondo approdo importante sull'isola per chi arriva da Sale Marasino.
Partendo dal molo di Peschiera Maraglio, con il lago alle spalle, si punta a sinistra verso Sensole, fino alla graziosa piazzetta del paese. Da lì, un vicolo sale alla chiesa di San Michele, del XVII secolo, e, più oltre, alla Rocca degli Oldofredi, fatta costruire nel XII secolo come rocca difensiva.
Siviano si raggiunge seguendo il filo dell'acqua in meno di venti minuti a piedi: il piccolo centro, affacciato sulla sponda bergamasca del Lago d'Iseo, si stringe attorno alla Torre Martinengo, alta sui tetti, ed è sovrastato dalla chiesa barocca dei Santi Faustino e Giovita, cui si accede lungo una ripida scalinata.

Il punto più alto

Il periplo dell'isola si può compiere tranquillamente in due ore e mezza a piedi, prendendosi il tempo di guardare lontano. Montisola costringe a recuperare il rapporto con l'ambiente e allora non si può fare a meno di prolungare la magia dell'atmosfera salendo a Cure, nel punto più alto del monte. Agoni e persici, stesi a essiccare come panni al sole, non sono l'unica risorsa degli isolani: la passeggiata a terra si snoda tra gli ulivi che si sono ricavati spazio tra i boschi di castagni e frassini. Saluta l'arrivo in cima il Santuario della Madonna della Ceriola, risalente al XIII secolo. Il panoramma toglie il respiro ed è difficile non rimanere sedotti dal fascino del luogo: allora, senza correre, bisogna tornare verso l'acqua e attendere il tramonto. Gelosi custodi dei loro ritmi, in bilico tra la terra e il lago, gli isolani, a fine giornata, si passano le voci sul tempo, sui raccolti, sulla pesca. I suoni e i colori dell'isola sono anche loro.

 informazioni

Comune di MonteIsola
www.comune.monteisola.bs.it

Ufficio turistico MonteIsola
Tel. 030.98.25.088
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

come arrivare

Sulzano e Sale Marasino (distanti tra loro 3 km), da dove partono i battelli per l'isola, si raggiungono con la SS510 Sebina Orientale, uscita Sulzano, che costeggia la sponda bresciana del Lago d'Iseo. Le uscite dell'autostrada più vicine sono Ospitaletto e Brescia Ovest, sulla A4

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Antichi sapori della Valle di Non

Tra le splendide montagne del Trentino, ritroverete il...

Leggi tutto

Pizzocchero d’Oro e Sapori d'Autunno a Teglio

L'autunno trasforma Teglio nella capitale della cucina valtellinese. Si comincia...

Leggi tutto

Festa della Polenta

Decine di combinazioni di piatti e menu per più di...

Leggi tutto

Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato

Le terre del Montefeltro e i suoi sapori autunnali vi...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna