TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Un giro a San Benedetto Po

Lungo il Po per un viaggio di fede

Immergiamoci nella pianura mantovana per scoprire l'Abbazia di Polirone a San Benedetto Po, piccolo ma caratteristico borgo delle terre di Matilde di Canossa.

Dal 1007, quando Tedaldo di Canossa, nonno della contessa Matilde, fece costruire sull'Isola di Polirone il Monastero di San Benedetto, di acqua sotto i ponti ne è passata. O forse, in questo caso, sarebbe meglio dire che si è... prosciugata!

Oggi infatti, di quell'isola tra il Po e il Lirone, un fiume ormai scomparso, non rimane più traccia. Ma dell'edificio – fiorito grazie alle donazioni di Matilde di Canossa e all'incessante lavoro dei monaci – si riconosce ancora la grandezza e l'imponenza che ne fanno il fulcro di San Benedetto Po, una delle località più apprezzate dell'Oltrepò Mantovano.

Una visita completa della badìa inizia con la chiesa abbaziale. Affacciata sull'ampio sagrato cadenzato da statue, conserva antiche impronte gotiche e romaniche, da ritrovare rispettivamente nelle volte della navata centrale e nel deambulatorio. Entrando si è colpiti dalla maestosità delle tre navate, dal soffitto riccamente decorato e dalla luce che penetra l'atmosfera di spiritualità attraverso le trasparenze della cupola, sopra l'altare maggiore, e del rosone centrale.

Da segnalare sono il tesoro spirituale, costituito da oggetti simbolici appartenenti all'abbazia (candelabri, ceri e corali, tra i molti), provenienti da donazioni e acquisti lontanissimi nel tempo; l'Oratorio di Santa Maria, impreziosito da uno dei mosaici pavimentali più belli del romanico; la tomba di Matilde in alabastro; il settecentesco altare maggiore e il coro in legno intagliato.

La scoperta di questo monumentale sito religioso continua nell'area adiacente con il complesso monastico, suddiviso in edifici e chiostri decorati di verde. Oltre ai locali adibiti anticamente a infermeria, alla Sala del Capitolo e al Palazzo dell'Abate, va certamente citato il Refettorio, che custodisce gelosamente un affresco del giovane Correggio, intitolato l'Architettura dipinta.

Dal Chiostro degli Abati, salendo dallo scalone barberiniano, si arriva al Museo Civico Polironiano. Fondato nel 1977, è uno dei maggiori musei etnografici d'Italia. Il nuovo percorso espositivo, nei suggestivi spazi restaurati, offre un ampio quadro della storia della civiltà contadina di questo territorio, collegandola alla secolare opera di trasformazione realizzata dai monaci benedettini.

Di notevole interesse anche la collezione storico-archeologica del museo e quella degli antichi carri agricoli reggiano-modenesi, collocate nelle cantine monastiche.

Per chi viaggia in camper
Area Sosta
Via Ruffini
Servizi: acqua, pozzetto, gratuita
 

Informazioni

IAT di San Benedetto Po
Piazza Matilde di Canossa, 7
Tel. 0376.62.30.36
www.turismosanbenedettopo.it

Museo Civico Polironiano
Piazza Teofilo Folengo, 22
www.museocivicopolironiano.it

Associazione Amici della Basilica
Piazza Teofilo Folengo, 20
www.amicidellabasilica.it

Come arrivare

Per raggiungere San Benedetto Po si percorre l'autostrada A4 in direzione Venezia; a Verona, si prosegue sulla A22 del Brennero in direzione Modena fino a Mantova Sud. Continuare poi sulla SS413 fino a San Benedetto Po

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Sagra della Nocciola Piemonte IGP

Torna la fiera gastronomica di Cortemilia che. per il sessancinquesimo...

Leggi tutto

Festa Patronale di Sant'Oronzo

La profonda devozione al santo regala giorni intensi di festeggiamenti...

Leggi tutto

Festa dello Gnocco Fritto e della Birra

A Belforte, in provincia di Mantova, quattro giorni totalmente dedicati...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna