TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Trekking in Val Darengo

La salita che dal borgo montano di Livo raggiunge la Capanna Como

Lungo la stretta Val Darengo tra acque limpide e fitti boschi sino a una baita in sasso circondata da un anfiteatro roccioso.

Fare trekking sul Lago di Como? Basta scegliere una gita in Val Darengo, l'avvallamento che si origina nella parte meridionale della catena Mesolcinica, con il suo omonimo lago ai piedi di massicci granitici e creste aguzze è una delle più selvagge e spettacolari della regione. Il sentiero che la percorre si sviluppa in un ambiente piuttosto variegato che attraversa pascoli montani e bellissimi boschi di faggio; si cammina circondati da imponenti massicci montuosi, costeggiando per lunghi tratti il torrente di fondovalle che dà luogo a innumerevoli salti d'acqua e placide piscine naturali.

Il trekking in Val Darengo parte in prossimità di Dangri al termine della Valle di Livo; le baite in sasso che costituiscono il minuscolo borgo accrescono la suggestione di questo luogo isolato, circondato da una fitta vegetazione. Al termine della strada sterrata, il ponte, di presunta origine romanica, sancisce l'inizio del sentiero e, pochi metri a valle, le acque hanno plasmato enormi marmitte piuttosto frequentate dai bagnanti in estate.

Oltrepassato il ponte, miracolosamente sopravvissuto alla disastrosa alluvione del 1987, si sale nel bosco lungo una ripida mulattiera sino a intravedere il seicentesco Santuario della Madonna di Livo, che appare quasi all'improvviso. Proseguendo ancora in marcata pendenza, si raggiungono i verdi pascoli e le baite della località Baggio, dove c'è la gradita possibilità di rinfrescarsi a una fontana. Questo piccolo borgo, abitato fino agli anni '50 e ormai quasi definitivamente abbandonato, mostra oggi concreti segni di ripresa, con parecchie abitazioni che vengono ripristinate spesso come seconde case.

Superati i prati dell'alpe si apre la vista sul profondo solco che costituisce la Val Darengo; qui la presenza umana si affievolisce e finalmente si odono solamente i suoni del bosco e delle cascate che, dal versante opposto, si gettano a valle. La traccia si fa pianeggiante e procede in costa sul lato sinistro idrografico; al temine della conca si giunge al Ponte di Borgo ai piedi del Monte Croce di Rabbi che, con i suoi 2052 metri, domina la confluenza con la Val di Ledù. Si attraversa e, passando vicino a due enormi massi, si raggiungono le baite di Borgo, un altro luogo affascinante che rende sempre più magico questo weekend sul Lago di Como.

Ignorata una deviazione che conduce al Lago Ledù, si continua sul versante destro orografico all'ombra di un bosco di faggi. Superate alcune radure si arriva a un ponticello in sasso oltre il quale sorge il Rifugio Pianezza; tra larici, abeti e cespugli di rododendri, si raggiunge un'ampia conca con alcune cascinette: l'Alpe Darengo. Oltre i prati, una bastionata rocciosa chiude la valle e lascia intuire sulla destra il bacino del lago. Seguendo il segnavia bianco-rosso si percorre un costone piuttosto ripido fino al Rifugio Darengo. Ancora pochi metri e attraversando l'emissario del lago si guadagna il poggio dove sorge la Capanna Como.

Circondato da pareti rocciose e creste frastagliate, in un ambiente tipicamente alpino, si trova il bellissimo Lago di Darengo, nato in seguito a due glaciazioni successive e unico laghetto alpino presente nella provincia di Como.

Negli ultimi decenni, a causa delle piogge acide e della scarsa presenza di rocce calcaree in zona, il ph dell'acqua si è abbassato, causando la scomparsa dei pesci che vivevano nel bacino; solo ora, a seguito di numerosi interventi sulle acque, è stato ripopolato con trote. Pernottando nel rifugio (autogestito con 12 posti letto), si possono raggiungere in poco meno di 2 ore il Pizzo della Gratella e il Pizzo San Pio, con uno straordinario panorama sull'alta Val Darengo.

  • Scheda tecnica
  • Partenza
  • Dangri
  • Arrivo
  • Capanna Como
  • Dislivello
  • 1140 m
  • Durata
  • 4 ore
  • Segnavia
  • Segnaletica in vernice bianco-rosso su massi e alberi
  • Periodo
  • Da maggio a ottobre
  • Difficoltà
  • Impegnativo

Dove mangiare per il gruppo di amici
Crotto Dangri
Loc. Dangri
Livo (CO)
Tel. 368.37.25.705

Dove dormire per il gruppo di amici
Capanna Como
Loc. Alpe Darengo
Il rifugio è sempre chiuso e incustodito. Chi desidera ususfruirne, deve telefonare al Sig. Guglielmo Molinari (tel. 0344 89760 - cell. 331 4914599 - 335 7806842) per prenotare e ritirare le chiavi.

Dove dormire per la coppia
Affacciato sull'incantevole Lago di Como, è il luogo ideale per le coppie che desiderano un rifugio romantico da cui intraprendere le escursioni lungo le vallate dei dintorni. O semplicemente godersi il panorama sul lago.
Hotel La Villa
Via Regina Ponente 21
Gravedona (CO)
Tel. 0344.89.017

Informazioni

Comune di Livo
Via Giuseppe Mazzini
Tel. 0344.89.761

Come arrivare

Per raggiungere la Valle di Livo ci si muove lungo la SS35 verso il Lago di Como. Costeggiando il Lario si percorre la Statale Regina fino a Gravedona seguendo poi le indicazioni sulla sinistra per Domaso, quindi per Peglio e Livo. Oltre l'abitato ci si mantiene sulla sinistra fino al termine della strada asfaltata presso il cimitero e la Chiesa di San Giacomo (scarso parcheggio), da dove è possibile proseguire in direzione del ponte di Dangri.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Giornata Europea dei Parchi

Grandi polmoni verdi di montagne o piccole aree di pianura,...

Leggi tutto

Mangialunga

Assaporate, è proprio il caso di dirlo!..., i paesaggi dell'entroterra...

Leggi tutto

Sagra dei Pici

Primo piatto tra i più celebri e richiesti nelle più...

Leggi tutto

Golosa Bike

Domenica in sella alla vostra due ruote a pedali, per...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna