TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Stupore a Crespi d'Adda

Scorcio inconsueto nel Parco Adda Nord

A un passo da Milano e Bergamo c'è il borgo di Crespi d'Adda, il villaggio ideale del lavoro realizzato alla fine dell'Ottocento da un imprenditore illuminato accanto al proprio opificio tessile, lungo le rive del fiume Adda. Un piccolo "feudo" dove il castello del padrone era simbolo dell'autorità e della benevolenza verso i lavoratori ed è oggi una straordinaria testimonianza patrimonio dell'UNESCO.

Il Villaggio di Crespi d'Adda,  compreso nei confini del Parco regionale dell'Adda Nord è ancora oggi un paese abitato che può essere visitato in autonomia. Frutto del genio di due capitani d'industria illuminati, Cristoforo Crespi e il figlio Silvio, il villaggio operaio che dal 1995 è entrato a far parte della lista dei beni culturali mondiali dell'UNESCO, sorse a partire dal 1878 nel territorio comunale di Capriate San Gervasio. L'intuizione di fondere in un unico microcosmo le maestranze dello storico stabilimento tessile del Bresciano con le famiglie di operai che prestavano il loro lavoro nell'opificio, venne tradotto nel progetto di un insediamento concepito secondo i criteri delle città utopiche ottocentesche.

A un primo colpo d'occhio la ciminiera, le palazzine dirigenziali e il cancello in ferro battuto costituiscono una superba combinazione scenografica divenuta il simbolo dell'architettura industriale italiana tra Otto e Novecento. Il cotonificio, che al suo interno era diviso in 4 corpi adibiti a filatura, tessitura, tintoria e officina meccanica, si sviluppa su un piano unico ed è abbellito da decori liberty in cotto.

Ma la suggestione maggiore è data dalla prospettiva delineata, lungo la via principale, dalla regolare successione dei capannoni a shed. Il viale alberato divide la zona produttiva e la spettacolare villa padronale, sulla riva del fiume Adda, dall'area delle abitazioni, distribuite su un quadro viario a scacchiera. I villini, per lo più bifamiliari, destinati agli operai, sono tutti provvisti di ingresso autonomo e rispettivi orti o giardini, e sono distanziati dalle abitazioni di dirigenti e impiegati che sorgono in posizione più decentrata.

La chiesa, d'ispirazione bramantesca, riproduce fedelmente quella di Busto Arsizio, paese d'origine dei Crespi, ed è dotata di una cupola interamente affrescata, richiamo a un cielo stellato che sembra espandere lo spazio verso l'alto grazie a un affascinante gioco prospettico. Il cimitero, infine, vero e proprio punto di fuga dell'asse viario, accoglie l'austero e imponente mausoleo della famiglia Crespi, dalla solenne forma piramidale.

Se siete in zona e state cercando qualcosa che "non avete mai visto", Crespi saprà senza dubbio stupirvi e accontentarvi...

 

Informazioni

Associazione Culturale Villaggio Crespi
Piazzale Vittorio Veneto 1
Capriate (BG)
Tel. 02.90.98.71.91
www.villaggiocrespi.it

Parco Adda Nord
Via Guglielmo Marconi 1
Paderno d'Adda (LC)
Tel. 039.51.04.67
www.parcoaddanord.it

 

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Pizza Festival Lombardia

La vera pizza napoletana sarà la protagonista indiscussa di otto...

Leggi tutto

Vales Fest

Fiumi di birra artigianale per gli amanti del gusto sano...

Leggi tutto

Sagra della vongola verace

Tre weekend per degustare tutte le ricette e le varianti...

Leggi tutto

Colico in cantina

Preferite il lago o la montagna? A Colico potrete approfittare...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna