TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Passeggiata a Lodi

Un itinerario urbano alla scoperta della città con la piazza del Duomo che lascia senza fiato

A passeggio per la città di Lodi, nella storia in una delle piazze più belle della regione, scrutati dalle persiane che occhieggiano e rassicurati dal maestoso profilo romanico del Duomo.

Una passeggiata a Lodi per il fine settimana. Un tour cittadino ma non solo. Lo spazio e il tempo si assomigliano molto in queste silenziose terre padane, lontane dal frenetico agitarsi della grande metropoli milanese e immerse molto spesso nella nebbia "guareschiana" che sfuma i colori e profili. Anche l'Adda sembra voler schivare Milano, piegando verso la Bergamasca, ma senza lasciarsi scappare l'opportunità di attraversare Lodi, la città di che, come dicono da queste parti, è un "bel paesotto della Bassa". Che nel 1992, però, ha raggiunto il rango di capoluogo di provincia.

Lodi è infatti riuscita a mantenere gran parte del suo fascino padano, fatto di brume e tetti rossi, balconi sulle piazze, mercati e "cascine del centro"; tutto, o quasi, nonostante sia sede di fiorenti attività industriali e agricole. I circa 45.000 abitanti che vivono nelle strade vecchie e nuove percepiscono un solo centro della città, un solo punto di riferimento che li aggrega e li identifica: Piazza della Vittoria, o Maggiore o, ancora, del Duomo.

Questo è il salotto non solo di Lodi ma dell'intero Lodigiano. Le linee geometriche allungate sulla grigiastra pavimentazione di ciottoli fluviali ricordano ancora l'origine settecentesca della piazza, quando era necessario pensare all'aggiunta di strisce di granito, affinché i veicoli dell'epoca potessero procedere più agevolmente.

La facciata del Duomo, romanica ma rimaneggiata da elementi gotici e rinascimentali, si fa largo tra portici, loggiati e balconi, possentemente affiancata dall'imponente campanile, tanto da sembrare un fedele e gigante scudiero.

Antiche documentazioni attestano al 1160 l'inizio dei lavori per la costruzione della cattedrale, uno degli edifici religiosi in stile romanico più ampi dell'intera regione. Nella prima metà degli anni Sessanta del secolo scorso si effettuarono delicati lavori di restauro; le tre navate, la cripta e il presbiterio rialzato furono riqualificati e riportati all'aspetto originario. Alle pareti si trovano resti di affreschi risalenti al XIV e XVI secolo e nella cappella battesimale un polittico di Callisto Piazza e uno di Martino Piazza. Da sottolineare una statua in rame dorato di San Bassiano, patrono cittadino, e nel catino dell'abside un mosaico di Aligi Sassu (1964). Dal presbiterio a destra, salendo uno scenografico scalone, si giunge al Museo Diocesano d'Arte Sacra.

Lungo il lato sinistro della cattedrale, ad angolo tra la piazza e Corso Adda, si eleva la bella facciata neoclassica del Broletto, ricostruzione settecentesca di un impianto medievale del Duecento, oggi sede del Municipio cittadino. Nel cortile interno spicca una fontana ricavata da un antico battistero.

L'isola pedonale di Corso Roma, la via principale della città, quasi per inerzia trascina in Piazza della Vittoria tutti coloro che passeggiano in cerca di acquisti tra le tante vetrine che la caratterizzano. Del resto Lodi è un perfetto esempio di città a misura d'uomo, reputazione verificabile semplicemente camminando tra le abitazioni del centro, tra le loro armoniose proporzioni, così come è certamente equilibrata l'intera Piazza Maggiore sulla quale, oltre alla già descritta cattedrale, si affacciano altri edifici e botteghe.

La costruzione che più s'impone allo sguardo del visitatore è Palazzo Vistarini; adagiato lungo il lato sud della piazza, ha un impianto fortificato risalente al XIV secolo; la parte che, invece, si sviluppa seguendo Corso Vittorio Emanuele si trasforma in Palazzo Barni, dalla inequivocabile fisionomia neoclassica.

Respirare l'aria della Bassa padana, proprio nella piazza centrale di Lodi, regala una certa atmosfera di genuinità mista al dialetto lombardo che ancora si parla da queste parti e, anche, ai versi nebbiosi, semplici ma pieni di dignità di Ada Negri, poetessa e scrittrice tra le più importanti del nostro Paese.

Nata e vissuta in città a cavallo tra l'Ottocento e la Seconda guerra mondiale è l'esempio personificato di quali frutti possa donare questa terra troppo spesso considerata adatta solo a "scarpe grosse e poche parole" ma che invece, proprio nella terra, affonda radici storiche, culturali e artistiche imprescindibili.

Dove mangiare per la famiglia
Un ristorante elegante ma dove sentirsi a proprio agio anche con i bambini, che possono giocare nel parco appositamente pensato per loro dopo aver gustato l'ottima pizza! Per mamme e papà il menù offre anche gustose portate a base di pesce.
La Fleur Ristorante & Pizzeria
Via Achille Grandi 7
Lodi
Tel. 0371.35.678
www.lodihotel.it

Dove dormire per la famiglia
Un luogo pensato su misura per le famiglie e i bambini: la Cascina Grazzanello rientra tra le Fattorie Didattiche della Lombardia, gestisce un Ecomuseo che fa parte del Sistema Museale del Lodigiano e collabora con il Parco Adda Sud e la Provincia di Lodi. Dispone di un'ampia aia per il barbecue e persino di un antico forno a legna per chi vuol prepararsi delle pizze! Inoltre, dalla cascina si può partire per tanti itinerari ciclabili.
Azienda Agrituristica Cascina Grazzanello
SS9 Emilia
Mairago (LO)
Tel 0371.48.72.61
www.grazzanello.it

Dove mangiare per la coppia
In una cascina ristrutturata del Settecento, a un passo dal centro storico, un ristorante raffinato e dalle calde atmosfere, con un menù ricercato e gustoso. In tarda serata, il giardino si anima, il clima diventa più leggero, si accendono le luci e stare in compagnia di chi si ama diventa ancora più piacevole!
La Coldana
Via Privata del Costino
Lodi
Tel. 0371.43.17.42
www.lacoldana.it
In un luogo dall'atmosfera un po' retrò, una delle migliori cucine della tradizione lodigiana, dove il piatto forte è la costoletta milanese. È anche enoteca e birreria.
Antica Osteria Il Rondò
Via Felice Cavallotti 28
Lodi
Tel. 0371.42.05.53
www.ilrondo.it

Dove dormire per la coppia

Basta una piacevole passeggiata di una ventina di minuti per raggiungere, da questo delizioso B&B situato in una tranquilla zona residenziale della città, il centro storico di Lodi. È l'ideale per i soggiorni in coppia, e anche se sceglierete di portarvi il vostro amico a quattro zampe!
B&B da Ida
Via Palestrina 13
Lodi
Cell. 333.98.36.744
www.bebdaida.com
In un edificio completamente indipendente e interamente ristrutturato, situato nel giardino interno di una villa liberty dei primi del '900, un B&B che riporta l'atmosfera della campagna a un passo dalla città. Sarà romantico fare colazione nella saletta del piano terra, e poi uscire nel giardino con pergolato per godersi l'aria fresca del mattino.
La Casa di Oliver
Via Defendente 60
Tel. 0371.41.17.77
www.lacasadioliver.it

Dove mangiare per il gruppo di amici
È uno dei più frequentati ristoranti di Lodi, per l'ambiente cordiale ma soprattutto per la sua impeccabile cucina tradizionale tra cui spiccano il risotto alla lodigiana (con salsiccia e peperoni) e gamberi di fiume. Dispone di tre sale che contano fino a 400 posti!
Ristorante Isola Caprera
Via Isola Caprera 14
Lodi
Tel. 0371.42.13.16
www.isolacaprera.com

Dove dormire per il gruppo di amici
Nel cuore della campagna del Lodigiano, questa cascina è perfetta per chi cerca un soggiorno all'insegna della semplicità, dei sapori della tradizione e della tranquillità. È situata a sei chilometri dalla città di Lodi, la quale è raggiungibile percorrendo l'A1 Milano-Napoli, uscita casello Lodi-Pavia.
Agriturismo Le Bertoline
Ossago Lodigiano (LO)
Tel. 0371.87.773 / 0371.87.041
www.lebertoline.it

Informazioni

  • Ufficio IAT di Lodi
    Piazza Broletto 4
    Tel. 0371.40.92.38
  • Turismo Provincia di Lodi
    Via Fanfulla 14
    Lodi
    Tel. 0371.44.27.11/ 44.27.13
    www.turismo.provincia.lodi.it

Come arrivare

Per raggiungere Lodi in auto da Milano si percorre la Via Emilia o dall'autostrada Milano-Bologna fino all'uscita Lodi. Con i mezzi pubblici, invece, si può usufruire di treni molto frequenti anche nei giorni festivi sulla linea Milano-Bologna

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Sagra della Nocciola Piemonte IGP

Torna la fiera gastronomica di Cortemilia che. per il sessancinquesimo...

Leggi tutto

Festa Patronale di Sant'Oronzo

La profonda devozione al santo regala giorni intensi di festeggiamenti...

Leggi tutto

Festa dello Gnocco Fritto e della Birra

A Belforte, in provincia di Mantova, quattro giorni totalmente dedicati...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna