TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Le marmitte dei Giganti

Pentole di roccia in Valchiavenna

Percorso curioso tra le rocce della Valchiavenna, all'ombra di larici e abeti, solleticati da un venticello capriccioso al cospetto delle vette alpine. Con tanto da imparare e qualche "buona storia"...

Quello sì, era mangiare sano!
Prodotti della terra, cacciagione fresca e cucina all'aperto in grandi pentole naturali...

Siamo fra i boschi a ridosso di Chiavenna e, per fare una passeggiata che renda l'itinerario interessante per grandi e piccini, abbiamo pensato di "portarvi" alle favolose Marmitte dei Giganti. Niente paura, loro (i giganti), non dovreste trovarli! Le marmitte per fortuna si. Così chiamate per la loro dimensione e la forma che ricorda quella di una pentola, sono in realtà cavità circolari o ellittiche scavate nella roccia viva e possono avere un diametro che raggiunge anche i 4-5 metri con una profondità di 10-12.

Nei dintorni di Chiavenna se ne contano alcune decine con il pregio di essere facilmente accessibili e tutelate nell'ambito della Riserva Naturale Marmitte dei Giganti, nata nel 1996 e amministrata dalla Comunità Montana della Valchiavenna.

L'origine delle marmitte va ricondotta all'azione dei ghiacciai che, circa un milione di anni fa, ricoprivano la catena alpina. Con l'innalzamento delle temperature, l'acqua di superficie creava numerosi ruscelli che, scorrendo verso valle, precipitavano a cascata sulla roccia trascinando detriti. La forza dell'acqua in caduta vorticava fino a creare i numerosi pozzi glaciali che oggi prendono questo curioso nome.

Visitare la riserva significa quindi percorrere un viaggio in un mondo lontano milioni di anni con numerosi altri segni del glacialismo: dalle rocce montonate e striate ai canali di erosione che rendono questi boschi ancor più affascinanti.

Un sentiero permette di ammirare da vicino questi fenomeni tra i quali sono state ritrovate anche incisioni rupestri di notevole interesse sulle pareti di antiche cave, massi isolati e in piccole grotte.

 

Informazioni

Consorzio per la Promozione Turistica della Valchiavenna
Tel. 0343.37.485
www.valchiavenna.com

Come arrivare

La via d'accesso principale è lungo la SS36 dello Spluga che raggiunge l'abitato di Chiavenna.
L'ingresso alla riserva si trova in paese, accanto al parcheggio del cimitero.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Pizza Festival Lombardia

La vera pizza napoletana sarà la protagonista indiscussa di otto...

Leggi tutto

Sagra della vongola verace

Tre weekend per degustare tutte le ricette e le varianti...

Leggi tutto

Cammina e gusta

Il Parco nazionale dello Stelvio vi aspetta, nell'ultima domenica di...

Leggi tutto

Festival del Pesce azzurro a Marzamemi

Il profumo di squisiti piatti a base di pesce azzurro,...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna