TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

In bici tra Casalmaggiore e Gussola

Dove il Po traccia l’ultima ansa

Canneti, lanche e oasi naturali come quella del Lancone abbracciano di verde due paesi incastonati fra le province di Cremona, Parma e Mantova. In un'antica ansa del Po, attualmente alimentata dal canale Riolo, e soltanto in estate dall'impianto di sollevamento delle acque per uso irriguo collocato a monte, si estende una riserva naturale di rara bellezza.

Percorrendo verso Casalmaggiore la strada asfaltata che segue le sinuosità dell'argine golenale, si domina lo scacchiere colorato delle coltivazioni di mais, frumento e girasole che circondano i piccoli centri abitati di Martignana e Agoiola e le rispettive chiese di Santa Lucia e San Giacomo. Qualche chilometro più avanti, in mezzo ai campi, una facciata del XVII secolo, armoniosamente saldata ad un campanile romanico, è ciò che rimane dell'antica parrocchiale di Santa Maria, testimone dell'ubicazione originaria del paese prima che le continue e minacciose inondazioni del Po costringessero gli abitanti a spostarsi verso l'interno.

Là dove l'argine maestro e il letto del grande fiume convergono, ci si trova a Casalmaggiore; ne è biglietto da visita il Duomo di Santo Stefano, una costruzione poderosa che svetta con i sessanta metri di altezza della sua cupola, sulla campagna cremonese. Dall'alto del campanile in cotto che l'affianca, lo sguardo si posa su Piazza Marini e sul candore della Chiesa di Santa Chiara, edificio ottagonale risalente al XVI secolo e composto da un doppio ordine di portici sorretti da colonne tonde con capitelli cubici e ottagonali. Proseguendo lungo via Favagrossa si trova Palazzo Mina Tentolini, appartenuto nella seconda metà del Settecento alla nobile famiglia Fadigati, poi trasformato in stile neoclassico con timpano, fregi e bassorilievi allegorici.

Alcuni dei monumenti civili e religiosi più importanti di Casalmaggiore si trovano in via Baldesio, Azzo Porzio e Cairoli. Qui, per esempio, si susseguono Palazzo Martinelli, espressione dell'architettura lombarda del XV secolo, che spicca per la facciata in muratura a vista abbellita dal portale con decorazioni in cotto, il Teatro Comunale e la Chiesa della Beata Vergine, detta dell'Ospedale perché attigua all'ex ricovero degli infermi; anch'essa è ricca di pregevoli affreschi, ornati e tondi figurati situati negli spicchi della cupola.

Ognuna di queste vie converge nella storica Piazza Garibaldi: una delle più belle e vaste d'Italia che, con il lastricato della parte mediana e l'ellittico steccato perimetrale comprendente cinquantasette colonnetti e trentatré panchine, assume l'aspetto di un salotto all'aperto sul quale si affacciano il Palazzo Comunale, tipica costruzione ottocentesca in stile neogotico, e l'ex chiesa di Santa Croce, parte integrante dell'antico complesso dei Barnabiti, oggi sede della Biblioteca civica e del Museo del Bijou.

Risalendo sull'argine del Po, costruito proprio a ridosso del paese, la continuità delle colorate e pittoresche abitazioni dei pescatori casalesi è interrotta prima dall'Arco trionfale, eretto nel XVIII secolo dalla cittadinanza per onorare il passaggio dei regnanti austriaci, poi da un antico torrione un tempo nucleo di un modesto castello in cui alloggiava la guarnigione locale.

Scendendo sulle sponde del fiume, si trovano alcune imbarcazioni di coloro che ancora oggi vivono delle sue risorse. Nonostante l'estrazione della ghiaia e la pesca (in particolare dei siluri) non siano attività particolarmente remunerative, "i figli del Po", così amano definirsi i casalesi che continuano a farlo, navigano ogni giorno come fossero legati da un'inevitabile simbiosi.

Il percorso che vi proponiamo si snoda lungo l'argine maestro del Po dall'abitato di Casalmaggiore sino a Gussola e all'interno dell'Oasi Lancone, dove vivono numerose specie di uccelli e anfibi (particolari sono la rana lataste, il rospo smeraldino e la raganella). Seguendo una strada sterrata situata ai confini della riserva, si arriva in località "Valloni", dove la LIPU ha dato vita a un boschetto di circa cinque ettari piantando numerose essenze autoctone.

In alternativa, un itinerario altrettanto interessante prende avvio nei pressi della Cascina Palazzo, situata all'interno del Lancone, per accedere, attraverso il pennello di contenimento delle piene, all'isola Maria Luigia. In questo importante sito ornitologico, il Comune di Gussola ha effettuato estese piantumazioni nel tentativo di ricostruire l'originario bosco planiziale esistente fino alla fine degli anni Cinquanta e in seguito distrutto per far posto ad alcuni pioppeti.

informazioni

  • Casalmaggiore Turismo
    Ufficio IAT - Pro Loco Casalmaggiore
    Piazza Garibaldi 6
    Casalmaggiore (CR)
    Tel. 0375.40.039
    www.casalmaggioreturismo.it
    www.prolococasalmaggiore.it
  • Oasi Lancone di Gussola
    Gussola (CR)
    Cell. 339.82.55.244
    www.lipu.it

Come arrivare

Per raggiungere Casalmaggiore da Milano si percorre l'autostrada A1 fino a Piacenza; poi A21 fino all'uscita di Cremona, dove si segue per San Giovanni in Croce. Da qui SS343 fino a Casalmaggiore. 

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Pizza Festival Lombardia

La vera pizza napoletana sarà la protagonista indiscussa di otto...

Leggi tutto

Vales Fest

Fiumi di birra artigianale per gli amanti del gusto sano...

Leggi tutto

Sagra della vongola verace

Tre weekend per degustare tutte le ricette e le varianti...

Leggi tutto

Colico in cantina

Preferite il lago o la montagna? A Colico potrete approfittare...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna