TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Gita a Pizzighettone

Passeggiata nel borgo medievale

Tra campanili e isolati boschi ripariali, Pizzighettone veste ancora i panni dell'antica piazzaforte. Una passeggiata nel borgo medievale svela preziosi tesori e racconta storie di incredibile fascino.

Si respira tutta l'aria della Bassa a Pizzighettone, il borgo medievale – ancora in gran parte racchiuso tra le mura originarie – che si trova lungo la sponda sinistra dell'Adda, a metà strada tra Lodi e Cremona. L'accesso al paese avviene dal Rivellino di Porta Cremona Nuova, ovvero dalla fortificazione interposta tra due fossati e due ponti levatoi che stavano a protezione dell'ingresso di Porta CremonaVecchia.

Pizzighettone sfoggia edifici e monumenti storici entro la cerchia di casematte edificata sulla corona delle mura di fondazione viscontea, ma rinforzate nel corso del XVI secolo dagli Spagnoli. Delle porte, oltre quella di Cremona Nuova, sopravvive in buone condizioni Porta Crema, lungo il Serio Morto (a nord), e Porta Soccorso, in riva all'Adda, non lontano dalla quale sorge l'antica polveriera di San Giuliano.

Posteggiata l'auto nell'ampio parcheggio che si trova alle porte del centro abitato, si è già in prossimità di due tappe imperdibili: la Chiesa di San Bassiano (XII sec.) e il Palazzo comunale (tardo-gotico), le cui rispettive facciate si fronteggiano sulla porticata (a destra) Via Municipio. Imboccata Via Garibaldi, anch'essa abbellita da portici nel primo tratto, si raggiunge in pochi passi il palazzo noto come Quartier Fino, dove hanno sede la Biblioteca comunale e il Museo Civico.

Ci si porta lungo il fiume passeggiando tra i viali del giardino pubblico. Sulla riva opposta si schierano le case di Gera, oltre le quali spicca lo slanciato campanile della Chiesa di San Rocco. Proseguendo lungo l'Adda, in prossimità del ponte appare il monumento simbolo della località, il cosiddetto Torrione (Torre del Guado): il suo aspetto severo e possente ricorda che vi fu rinchiuso per tre mesi niente meno che Francesco I, re di Francia, fatto prigioniero nel 1525 dopo la sconfitta di Pavia.

La torre, sopravvissuta fino ad oggi, è parte dei resti del castello medievale-visconteo, di cui rimane, nella vicina piazza Cavour, anche la base di un'altra torre, detta la Mozza, appunto.

È solo al di là del ponte, però, che Pizzighettone svela la sua anima più antica, custodita tra le case della borgata di Gera. La cinta muraria, qui, è contraddistinta da ampie casematte a volta, sovrastate da un verde terrapieno. A destra del ponte si estende la piazza del mercato, con il lato ovest occupato dalla facciata della Chiesa di San Rocco.

Informazioni

Pro Loco Pizzighettone
c/o Polveriera San Giuliano
Tel. 0372.74.39.00
www.prolocopizzighettone.it

Come arrivare

Lungo l'A1, uscire a Casalpusterlengo e proseguire in direzione di Codorgno.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Pizzocchero d’Oro e Sapori d'Autunno a Teglio

L'autunno trasforma Teglio nella capitale della cucina valtellinese. Si comincia...

Leggi tutto

Festa dell’Uva

Cinque domeniche di festa "in famiglia" vi aspettano a Settembre...

Leggi tutto

Salone del Camper

Con la fine dell'estate, torna immancabile l'appuntamento con il Salone...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna