TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Castel Grumello

Visita al castello gemino

Un weekend in Valtellina per scoprire, magari a piedi lungo il sentiero che taglia i filari d'uva, Castel Grumello, bene tutelato dal FAI. Si trova appena sopra Sondrio, nel comune di Montagna di Valtellina, in splendida posizione tra i vigneti del pregiato rosso cui il castello ha dato il nome.

Un grumo, cioè un dosso roccioso, costituisce la base su cui poggia il castello il cui nome completo è Castello De Piro al Grumello. De Piro è la famiglia ghibellina di origine comense che lo fece costruire tra la fine del duecento e l'inizio del trecento in una posizione ritenuta strategica, sia per le difficoltà di accesso, sia perchè dominante sulla città di Sondrio e su una buona porzione di valle. Il Castello ha vita breve: viene infatti distrutto nel 1512, quando era già divenuto dimora del Vescovo di Como, insieme al vicino castello Mancapane, in seguito all'occupazione della Valtellina da parte dei Grigioni.

Com'era e com'è

La struttura originaria del castello era molto più vasta di quella attuale, come fanno supporre i ritrovamenti archeologici emersi durante gli scavi, ancora in corso.
La costruzione attuale è a struttura gemina, cioè composta da due edifici che ancora conservano i merli ghibellini a coda di rondine, interamente circondati dalle mura. L'edificio orientale è munito di una torre di avvistamento elevata, caratteristica che lascia supporre il suo utilizzo come corpo difensivo. La presenza di ruderi di un camino in una sala dell'edificio occidentale fa pensare, invece, che quest'ultimo fosse adibito a dimora; anche in questa costruzione non doveva mancare un corpo di guardia, alla cui presenza fanno ricondurre le feritoie ricavate nelle mura.

Il castello può essere raggiunto anche a piedi, in circa 25 minuti, lungo il sentiero ben tenuto che da Montagna piano sale ripido attraverso i vigneti del Grumello.

Orari di apertura e prezzi

Da marzo a settembre, aperto tutti i giorni tranne i lunedì non festivi, dalle 10 alle 18.
Da ottobre a metà dicembre e nel mese di febbraio, aperto tutti i giorni tranne i lunedì non festivi, dalle 10 alle 17.

L'ingresso è gratuito; è richiesto un contributo a sostegno del FAI di 2 € per gli adulti e di 1 € per i bambini (4-14 anni).
Le visite guidate vanno sempre prenotate.

informazioni

fondoambiente.it

Per prenotare le visite guidate:
Tel. 02.46.76.15.325

Come arrivare

In auto, si segue la SS36 dello Spluga fino al trivio di Fuentes dopo Colico e si svolta a destra in Valtellina sulla SS38 dello Stelvio su cui si prosegue fino all'uscita della tangenziale di Sondrio; da qui, seguendo i cartelli indicatori, si percorre così la strada panoramica che da Sondrio sale verso Montagna in Valtellina.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Antichi sapori della Valle di Non

Tra le splendide montagne del Trentino, ritroverete il...

Leggi tutto

Pizzocchero d’Oro e Sapori d'Autunno a Teglio

L'autunno trasforma Teglio nella capitale della cucina valtellinese. Si comincia...

Leggi tutto

Festa della Polenta

Decine di combinazioni di piatti e menu per più di...

Leggi tutto

Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato

Le terre del Montefeltro e i suoi sapori autunnali vi...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna