TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Weekend alla scoperta di Genova

Passeggiata cittadina per il capoluogo ligure

Un fine settimana per conoscere Genova, potente Repubblica Marinara e città d'arte. Tra monumenti, architetture avveniristiche, e i caruggi cantati nelle ballate di Fabrizio De André.

Per chi ama la città, ma non vuole rinunciare a una gita al mare, Genova è un ottimo compromesso per un weekend all'insegna della cultura e del relax. Ma anche dei "luoghi della musica" di Fabrizio De André. Ecco un itinerario che va alla scoperta del centro storico e del suo porto, tappa imperdibile del fine settimana.

I giorno

Per un tour della città si può iniziare dalla centralissima stazione di Genova Brignole, situata in Piazza Verdi, ai piedi del colle di Montesano. Costruita per l'Esposizione mondiale del 1905, si trova a un passo da Via XX Settembre. Quella che i genovesi chiamano semplicemente 'Via Venti' è la principale arteria viaria del centro di Genova. Sviluppata in direzione Est-Ovest, fa da cerniera tra la parte orientale e la parte occidentale della città, ed è quasi interamente occupata da negozi e uffici coperti da eleganti portici.

Vi sorgono anche alcuni dei palazzi più imponenti della città, caratterizzati da uno stile eclettico, e quindi ancora più affascinanti. Fra di essi si apre l'ampia arcata del Ponte Monumentale, altro luogo simbolo che unisce l'altura dell'Acquasola a Corso Andrea Podestà. E non è distante Piazza De Ferrari, con la sua scenografica fontana, luogo preferito dai turisti e dai giovani, che qui si incontrano anche per vere e proprie "adunate" in occasione di feste e manifestazioni.

Via XXV Aprile porta invece a Piazza Fontane Marose, sulla quale sbocca da Ovest la "sontuosa" Via Garibaldi. I palazzi che vi si affacciano raccontano delle grandi epopee familiari dei Doria, dei Pallavicini, degli Spinola. Palazzo Bianco e Palazzo Nero ospitano rispettivamente due straordinarie gallerie d'arte genovese e fiamminga. Mentre Palazzo Tursi, sede del Municipio, custodisce il violino appartenuto a Niccolò Paganini. Ma il vero fulcro della vita culturale genovese è Palazzo Ducale.

Dietro la facciata neoclassica che domina Piazza Matteotti si apre l'elegante gioco di cortili porticati e colonnati, logge e volte che caratterizzano l'antica residenza del doge e abbelliscono le sale dove oggi trovano spazio mostre, eventi e manifestazioni. Scendendo da Via Reggio si sbocca in Piazza San Lorenzo, dominata dall'omonima Cattedrale romanico-gotica. Se colpisce la grandiosità dell'interno, con tre navate sorrette da colonnati trecenteschi, si rimane a bocca aperta negli ambienti sotterranei che ospitano il Museo del Tesoro, dove il Sacro Catino conservato insieme agli altri oggetti sacri sarebbe l'autentico Sacro Graal.

Genova non sarebbe "Zena", però, senza i suoi caruggi, gli stretti vicoli ombrosi che rendono l'unicità di molte città e paesi della riviera ligure. Via Prè (che s'imbocca nei pressi del Palazzo Reale) è forse il caruggio più noto del capoluogo, dove si incontrano le più autentiche bancarelle dei mercatini. Via del Campo cantata nel 1967 da "Faber", è una delle strade antiche della città dove si trova anche il negozio di dischi di Gianni Tassio frequentato in gioventù da Fabrizio. Qui si sono custodite le copertine dei dischi del cantautore e la chitarra a lui appartenuta. 

 

II giorno

Il Porto Antico è oggi il palcoscenico della vita culturale e sociale del capoluogo, dove si svolgono spettacoli e concerti e dove sorgono alcuni dei principali luoghi di interesse della città. Tra questi ci sono gli ex Magazzini del Cotone e la Città dei Bambini; il Bigo, con l'ascensore panoramico progettato da Renzo Piano e realizzato per le celebrazioni colombiane del 1992; e ancora la Bolla, la sfera di vetro che ospita al suo interno un ambiente tropicale ricostruito, da cui ha preso il nome di "Biosfera".

Naturalmente l'Acquario merita un discorso a parte. È uno dei più grandi e moderni parchi marini d'Europa, con vasche che mostrano la flora e la fauna marina dei diversi ambienti presenti sulla Terra. Si va dai mari freddi a quelli tropicali, senza ovviamente dimenticare il Mediterraneo, passando dalle acque salmastre alle dolci e alle foreste tropicali.

Il luogo è molto amato dai bambini e l'Acquario organizza diversi eventi a loro dedicati. Per un'esperienza impagabile, è possibile prenotare una notte con gli squali: aperta ai bambini tra i 7 e i 14 anni, la nottata prevede l'osservazione dei comportamenti notturni degli animali.
Oppure, i più curiosi possono andare alla scoperta dei segreti dell'acquario, grazie a un percorso guidato nel "backstage" delle vasche.

Grazie al restauro dell'antico edificio dell'Arsenale – in cui nel Seicento la Repubblica Marinara di Genova costruiva e varava la propria flotta – nel 2004 è stato inaugurato il Galata Museo del Mare e della Navigazione, che con i suoi 10.000 metri quadrati di esposizione è il più grande museo marittimo del Mediterraneo, dedicato alla storia avvincente del rapporto dell'uomo con il mare. Un tema "classico" per la città marinara che ogni anno accoglie migliaia di visitatori al Salone Nautico. Boccaporti aperti, inoltre, per il Nazario Sauro, il più grande sommergibile italiano musealizzato in acqua, dal maggio 2010 ormeggiato davanti al Galata, a bordo del quale si visita il pre-show interamente dedicato al museo.

Informazioni

  • Genova Turismo
    www.genova-turismo.it
  • Uffici IAT
    Via Garibaldi
    Tel. 010.55.72.903/751
    Piazza Caricamento
    Tel. 010.55.74.200/74.202
    c/o Aeroporto Cristoforo Colombo
    Tel. 010.60.15.247

Come arrivare

Genova è raggiunta dall'autostrada A12, dalla stazione delle Ferrovie dello Stato (la principale è quella di Brignole) e dalle più importanti navi traghetto e da crociera. Il porto della città è infatti uno dei maggiore scali marittimi italiani.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna