TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Una giornata a Sanremo

La città del Festival e dei fiori

Sanremo è il famoso Casinò e il Festival; Sanremo è ciclismo; è la capitale dei fiori. Ma passeggiando per la città, ci si sorprende per molti altri piacevoli aspetti. Scopriamoli insieme.

L'antica Villa Matutiae, com'era chiamata la città, è davvero un paradiso climatico. Lo hanno dimostrato personaggi illustri che hanno scelto la località per lunghi soggiorni invernali, sia per sfuggire ai rigori di un clima rigido (vedi le famiglie degli imperatori russi), che per rimettersi da problemi di salute. Oggi Sanremo, al di là delle icone che la rendono celebre a livello mondiale, ha piccoli tesori nascosti cui val la pena dedicare una visita.

A passeggio per la "Pigna"

Così si chiama Sanremo vecchia, proprio perché le stradine che si susseguono in anelli concentrici e le ardite architetture medievali ammassate le une sulle altre la fanno somigliare alla struttura a squame di una pigna. La Porta di Santo Stefano, un arco gotico, è l'ingresso alla Pigna e, se vogliamo, il raccordo tra la città vecchia e quella nuova.
Attraverso le Rivolte di San Sebastiano si giunge nella Piazzetta dei Dolori, che prende il nome dall'antica sede della Confraternita della Madonna dei Sette Dolori; Via Palma, poco oltre, è l'elegante strada principale del borgo. Vi si inconrano la seicentesca chiesa di San Giuseppe e Palazzo Manara e, proseguendo su Via Capitolo, Palazzo Capitolo che fu sede del Magnifico Consiglio di San Romolo. Nella Pigna si può ammirare anche l'edificio religioso più antico, l'oratorio di San Costanzo, che conserva un altare maggiore in stile barocco: accanto alla chiesa è ancora distinguibile una delle torri di avvistamento, incorporata nelle case sorte sulla sede dell'Arcivescovado.
I giardini Regina Elena conducono al castello e, con una salita scenografica, al sagrato policromo del santuario della Madonna della Costa, edificato nel 1361 in cima alla collina della Pigna: un vero museo di arte sacra, che comprende affreschi e statue del Sei-Settecento, decorazioni barocche e, soprattutto, una splendida Madonna con Bambino del Trecento.
La passeggiata prosegue nella piazza della Cattedrale di San Siro eretta nel XII secolo in architettura romanica, anch'essa scrigno d'arte imperdibile, accanto al Battistero, custode di una celebre Comunione della Maddalena, di De Ferrari. Di fronte alla cattedrale spicca l'architettura barocca dell'oratorio dell'Immacolata Concezione. Tra le tante chiese della Pigna, la torre medievale della Ciapèla svetta in Piazza degli Eroi Sanremesi: nota come torre saracena, un tempo difendeva il confine della città.

La "vasca" e la passeggiata a mare

La strada più elegante, con i negozi più chic, la più mondana con il Casinò, il Teatro Ariston - quello del Festival! - e lo splendido Palazzo Borea D'Olmo con i portali abbelliti da sculture del Cinquecento, è Via Matteotti. Lunghissima e pedonale in parte, venne tracciata a metà dell'Ottocento. Nel tratto pedonale, che comprende il Casinò e il celebre teatro, la pavimentazione in pietra ingloba delle lastre in ottone su cui sono incisi i nomi dei cantanti e i titoli delle canzoni che hanno vinto il Festival fino al 2014. A pochi metri dal Casinò, si trova uno dei simboli della città: la splendida chiesa di Cristo Salvatore, fatta edificare dalla nobiltà russa in stile bizantino con cinque cupole dorate e lucenti.
La Passeggiata dell'Imperatrice è la risposta "a mare" della vasca di Via Matteotti. Tracciata al tempo dell'Imperatrice di Russia Maria Alexandrovna, che per motivi di salute soggiornò a lungo a Sanremo, fu talmente amata dall'ospite illustre, da indurla a donare la partita di palme che abbelliscono il tratto ponentino. Sulla passeggiata si trovano la statua della Primavera, altro simbolo della città, e il monumento a Giuseppe Garibaldi, inaugurato nel 1908.

I musei, i giardini e Villa Nobel

Sontuose residenze storiche e parchi rigogliosi sono parte integrante delle bellezze architettoniche e paesaggistiche e del patrimonio culturale della città. Alfred Nobel, l'ideatore del Premio Nobel - e inventore della dinamite - ha a lungo vissuto ed è morto a Sanremo. La sua Villa Nobel, circondata da un parco secolare, è poi divenuta un museo aperto al pubblico, dove si può ammirare l'esposizione permanente dedicata all'Ottocento e visitare i piani di rappresentanza e quelli di residenza, con gli arredi e i decori originali.
Ai piedi della Pigna, Palazzo Borea D'Olmo è uno splendido edificio con due portali abbelliti da sculture del Cinquecento: al piano nobile, il Museo Civico Archeologico trova spazio nelle sale affrescate da Giovanni Battista Merano.
Villa Magnolie, ora sede di un liceo, fu frequentata da personaggi illustri, dal Marchese Dufour per il quale fu progettata, al Duca Amedeo d'Aosta, dalla zarina Maria Alexandrovna, moglie dello zar Alessandro II, a Maometto VI, ultimo Sultano Ottomano.
Una ricca collezione di opere pittoriche realizzate tra il XV e il XIX secolo, si può ammirare alla Pinacoteca Rambaldi, presso Villa Luca, annessa alla quale è la preziosa Biblioteca Rambaldi, con volumi antichi e rari, documenti, manoscritti e incunaboli.
Villa Ormond è famosa, invece, per il suo immenso parco, separato in due dalla Via Aurelia: la parte a monte ospita la villa, il Giardino d'inverno e il giardino giapponese; nel parco a valle sono presenti numerose statue oltre alla magnifica fontana di Pietro Agosti, con i putti in pietra.

 

Informazioni

www.comunedisanremo.it

Come arrivare

Sanremo si raggiunge con la A10, uscite Arma di Taggia (per chi proviene da Genova) e Sanremo Ovest (per chi proviene da Ventimiglia), oppure con la SS1 Aurelia.
Chi viaggia in moto e proviene da Torino o Cuneo, può percorrere la bellissima statale 20 del Colle di Tenda, che per un tratto sconfina, come statale D6204, in Francia nel dipartimento Provenza-Alpi-Costa Azzurra e che raggiunge la costa a Ventimiglia.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Visita Guidata alla Stazione Centrale e al Padiglione Reale

Arte e solidarietà vi aspettano nel capoluogo lombardo, l'ultima domenica...

Leggi tutto

Camelie Locarno

Nella vicina Svizzera, in primavera c'è una regione tutta da...

Leggi tutto

Fiera dell’Asparago di Mesola

L'asparago di Mesola sarà ancora una volta il protagonista indiscusso...

Leggi tutto

Beef & Snow

Tra le splendide montagne dell'Alto Adige, e più precisamente in...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna