TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Tra le mura del Castello di Gorizia

A difesa della città

Gorizia svela la sua posizione già dal nome che in slavo significa "colle". Da cui il castello sorveglia l'abitato.

Proprio dalla cima del colle il castello dell'XI secolo, nucleo storico della cittadina, domina sulle case offrendo una grande vista panoramica su Gorizia e i suoi dintorni. L'aspetto attuale del maniero è il risultato di una serie di interventi successivi che del mastio originale hanno lasciato solo le fondamenta ancora oggi visibili all'interno della corte dei Lanzi così come un pozzo.

La storia

I rimaneggiamenti ebbero inizio nel XIII secolo, quando i conti di Gorizia trasformarono un primo edificio ottoniano in vera e propria fortificazione. Di questi ampliamenti duecenteschi rimane ancora oggi il Palazzo dei Conti, impreziosito da bifore romaniche incorniciate da marmo rosa. Risale invece al XVI secolo la sostituzione di una cinta difensiva in legno con un paramento a tre piani dotato di torrioni, camminamento di ronda e mura merlate in arenaria. Il castello passò più volte di mano, diventando possedimento dei conti di Gorizia, ma anche degli Asburgo e dei veneziani; nei secoli assunse funzioni amministrative, di caserma e carcere. Si raggiunge varcando la Porta Leopoldina, edificata nel 1660 in onore della visita dell'imperatore Leopoldo d'Asburgo.

La visita


La visita può avere inizio nella Corte dei Lanzi; al piano terra sono state ricostruite la cucina e la mensa, mentre la sala dei Cavalieri ospita una collezione di armi goriziane impiegate dall'XI al XVI secolo, con anche riproduzioni di macchine da guerra in dimensioni reali. Al piano superiore, si visitano la Sala del Conte e il Salone degli Stati Provinciali, un grande ambiente su cui si affaccia un ballatoio in legno con uno splendido soffitto a cassettoni. Sul medesimo piano, nella Sala della Musica, potrete ascoltare la melodia di antichi strumenti. Al secondo piano sono esposte tele di scuola veneta e, nel cosiddetto Granaio, è allestito il Museo del Medioevo Goriziano. Il giro non può prescindere dal percorrere il cammino di Ronda, dal quale godrete di un grande panorama. Accanto al Palazzo dei Conti, tra il Quattrocento e il Cinquecento fu innalzato il Palazzo degli Stati Provinciali.

E dopo il castello...

Lasciando Borgo Castello si scende verso piazza Sant'Antonio e nella storica via Rastello, dove fare una passeggiata nell'atmosfera goriziana delle antiche botteghe fino a raggiungere il respiro della piazza con la barocca chiesa di Sant'Ignazio, principale luogo di culto della città.
Da qui ci si dirige verso piazza De Amicis dove si trova lo storico Palazzo Attems che ospita la Pinacoteca, particolarmente interessante perché ospita dipinti dal '700 al '900.

Per chi viaggia in camper
Area sosta
Viale Oriani angolo Viale Virgilio, a 200 m dal centro
Servizi: acqua, scarico

Informazioni

Castello di Gorizia
Borgo Castello 36
Gorizia
Tel. 0481.53.51.46

Come arrivare

Gorizia si trova in prossimità del confine sloveno. Per raggiungerla si percorrere l'autostrada A4 fino all'uscita Villesse-Gorizia seguendo poi le indicazioni per il capoluogo friulano. Il raccordo Villesse-Gorizia conduce comodamente in città.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Antichi sapori della Valle di Non

Tra le splendide montagne del Trentino, ritroverete il...

Leggi tutto

Pizzocchero d’Oro e Sapori d'Autunno a Teglio

L'autunno trasforma Teglio nella capitale della cucina valtellinese. Si comincia...

Leggi tutto

Festa della Polenta

Decine di combinazioni di piatti e menu per più di...

Leggi tutto

Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato

Le terre del Montefeltro e i suoi sapori autunnali vi...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna