TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Weekend a Brisighella

Gustosa passeggiata per il borgo romagnolo

Un piacevole fine settimana a Brisighella, borgo romagnolo d'altri tempi dove gustare l'ottima cucina locale.

Sentieri, scalinate in gesso e antichi luoghi di culto; strade dai nomi insoliti e abitazioni dai colori accesi. Ecco Brisighella, borgo medievale della Valle del Lamone, nel cuore dell'Appennino Tosco-Emiliano. Composto da un dedalo di antiche viuzze, tratti di cinta muraria e scale scolpite, ha il suo fulcro nella curiosa "Via degli Asini", così chiamata per la sua originaria funzione, quella di accogliere gli animali dei "birocciai" (da birocce, antichi carri) che trasportavano il gesso dalle cave del paese proprio a dorso d'asino.

È una strada soprelevata che riceve luce dalle caratteristiche finestre ad arco. Nata come camminamento di ronda e via di comunicazione, fu poi coperta e inglobata nelle abitazioni. dai birocciai che trasportavano il gesso dalle cave del paese, servendosi proprio di "quegli asini" che prestarono poi il nome al passaggio. Le stalle si trovavano di fronte agli archi mentre le abitazioni occupavano i piani superiori.

Brisighella ha dato inoltre i natali a otto cardinali e, proprio per questo motivo sono numerosi gli edifici sacri: spicca la Pieve di San Giovanni in Ottavo (o Pieve del Thò), eretta attorno al V secolo e ricostruita in forma più ampia tra l'XI e il XII.

Ciò che caratterizza il borgo è la presenza di tre guglie rocciose che lo proteggono, ognuna delle quali contraddistinta da tre diversi monumenti. Una scalinata all'imbocco della Via degli Asini, accanto al Municipio, sale al primo colle, alla Torre dell'Orologio: la struttura odierna è merito di un rifacimento ottocentesco e regala uno splendido panorama sul borgo e sulle colline circostanti.

La Rocca Manfrediana si raggiunge invece in auto. Voluta da Francesco Manfredi nel 1310, fu terminata dai veneziani due secoli più tardi. Si notano ancora oggi i beccatelli e le caditoie, i camminamenti sulle mura di cinta e le feritoie. Dista invece meno di un chilometro a piedi dal parcheggio sotto la Rocca il Santuario della Madonna del Monticino (XVIII sec.), dove si trova una preziosa immagine in terracotta seicentesca.

Ma Brisighella è rinomata anche per la produzione di olio extravergine di oliva, tra cui la DOP Brisighello. A sottolinearne l'importanza è stato istituito un Museo all'aperto dell'Olio, un modo per valorizzare l'ampio patrimonio ambientale caratterizzato da ulivi secolari.

Per chi viaggia in camper
Sosta camper
Piazzale Donatori del Sangue
a 100 m dalla strada statale
Servizi: acqua, scarico, elettricità

c/o Agriturismo La Quercia-Casa sul Rio
Via Molino del Rosso 35
Tel. 0546.81.824
Servizi: acqua, elettricità
Note: chiuso gennaio e febbraio

c/o Agriturismo Torre del Marino
Via Torre del Marino 45
nei pressi di Villa Vezzano
Servizi: acqua, elettricità
Note: chiuso tre settimane a gennaio, due a febbraio

Informazioni

  • Pro Loco Brisighella
    P.tta. Porta Gabalo
    Tel. 0546.81.166
    www.brisighella.org

Come arrivare

Brisighella è raggiungibile in auto dall'autostrada A14, uscita Faenza. Si continua poi lungo la SP8 fino al raccordo con la SS302.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Pizza Festival Lombardia

La vera pizza napoletana sarà la protagonista indiscussa di otto...

Leggi tutto

Vales Fest

Fiumi di birra artigianale per gli amanti del gusto sano...

Leggi tutto

Sagra della vongola verace

Tre weekend per degustare tutte le ricette e le varianti...

Leggi tutto

Colico in cantina

Preferite il lago o la montagna? A Colico potrete approfittare...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna