TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Fine settimana nel Parco dei Gessi Bolognesi

Quando il mare evaporò

Curiosi fenomeni morfologici hanno disegnato alle spalle di Bologna un'area dalle forti valenze paesaggistiche, figlie di drammatici eventi risalenti a milioni di anni fa.

Se prove inconfutabili non lo dimostrassero al di là di ogni dubbio si sarebbe portati a non crederci: più di 5 milioni di fa, a causa della chiusura dello Stretto di Gibilterra, l'acqua del Mediterraneo evaporò quasi del tutto in tempi relativamente brevi. Il risultato di questa cosiddetta "crisi di salinità" fu un'enorme distesa di sale, trasformatasi poi in gesso selenitico. Questo materiale costituisce dunque l'ossatura delle colline attorno a Bologna, un tempo parte del fondale marino.

Il gesso è un materiale fortemente erodibile dall'acqua: ne consegue che la zona è ricchissima di fenomeni carsici, tutelati dal 1988 dal Parco dei Gessi Bolognesi e dei Calanchi dell'Abbadessa, con sede in località Farneto nel comune di San Lazzaro di Savena. Qui è possibile procurarsi il materiale informativo sull'area protetta, nonché partire per le visite (su prenotazione) della Grotta del Farneto, rimasta a lungo chiusa per i danni causati dall'escavazione del gesso. La presenza invasiva delle cave è infatti il principale motivo che ha portato, dopo anni di dibattito, all'istituzione dell'area tutelata. Chi volesse approfondire la conoscenza del settore centrale del parco può percorrere il sentiero che, sviluppandosi tra i bacini dei torrenti Zena e Idice, raggiunge delle caratteristiche doline: la Buca dell'Inferno, la Buca di Goibola e la Buca di Ronzano.

Spostandosi verso ovest si può usare come base d'appoggio Croara, uno dei pittoreschi borghi che punteggiano queste colline: da vedere, almeno Castel de' Britti, appartenuto a Matilde di Canossa, e San Pietro di Ozzano, cresciuto intorno alla chiesa e alla torre medievale. Da Croara si arriva in breve all'area di sosta La Palazza, base d'appoggio per raggiungere la Grotta della Spipola.

Si tratta del più grande complesso carsico dell'Europa occidentale limitatamente alle formazioni gessose. Le visite guidate permettono di apprezzare questo dedalo dai numeri impressionanti: 4 chilometri di lunghezza (12 se si considerano i cunicoli e le grotte adiacenti), 50 metri di profondità dal livello del suolo e 3 chilometri di fiume sotterraneo (il rio Acquafredda, che si inabissa poco a monte). Gli appassionati di trekking possono proseguire verso ovest fino all'Altopiano di Miserazzano, dove all'emozione dei panorami sulla pianura si somma il fascino di inghiottitoi, doline e dossi gessosi.

Nel settore orientale del parco cambia la composizione geologica delle colline: non più gessi ma argilla, scavata dall'acqua nelle caratteristiche e drammatiche forme dei Calanchi dell'Abbadessa. Per esigenze di conservazione non è possibile percorrerne i crinali, ma possono essere ammirati sia dalla strada asfaltata Ciagnano-Settefonti, sia dal sentiero che connette la Chiesa di Sant'Andrea all'antica Pieve di Pastino, quest'ultima in magnifica collocazione panoramica.

Poco lontana è la località Settefonti, dove oltre alla medievale torre campanaria della parrocchiale di Santa Maria è presente anche il Centro Visita "Villa Torre": aperto solitamente nei giorni festivi, offre un eccellente ausilio per approfondimenti sui temi del parco, con particolare riferimento alla geologia.

Per chi viaggia in camper
Camper service
Area di servizio e Autolavaggio
Via Paolo Poggi 4
San Lazzaro di Savena (BO)
Tel. 051.62.72.337
Acqua, Pozzetto

 informazioni

  • Parco dei Gessi Bolognesi e Calanchi dell'Abbadessa
    www.parks.it/parco.gessi.bolognesi
  • Centro Parco "Casa Fantini"
    Via Jussi 171
    Farneto
    San Lazzaro di Savena (BO)
    Tel. 051.62.54.811
  • Centro Visita "Villa Torre"
    Via Tolara di Sopra 99
    Settefonti
    Ozzano Emilia (BO)
    Tel. 051.62.54.821 

 come arrivare

Per raggiungere il Parco dei Gessi Bolognesi, dalla tangenziale di Bologna prendere l'uscita 12 e continuare fino alla prima rotonda, da cui si prosegue dritto, incrociando la via Emilia. Andando a sinistra si arriva invece a San Lazzaro. Arrivati alla seconda rotonda, si svolta a sinistra verso Farneto.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Pizza Festival Lombardia

La vera pizza napoletana sarà la protagonista indiscussa di otto...

Leggi tutto

Sagra della vongola verace

Tre weekend per degustare tutte le ricette e le varianti...

Leggi tutto

Cammina e gusta

Il Parco nazionale dello Stelvio vi aspetta, nell'ultima domenica di...

Leggi tutto

Festival del Pesce azzurro a Marzamemi

Il profumo di squisiti piatti a base di pesce azzurro,...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna