TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Fine settimana a Napoli

All'ombra del Vesuvio

Un weekend per scoprire Napoli! Solare, verace, fin troppo vivace. Splendida e caotica, sfacciata e gioviale. Moderna e antichissima, popolare, popolana e dignitosa. Così è questa città dai contrasti fortissimi, che ti avvolge coi suoi tentacoli. E chi se ne va più?!?

A Napoli hanno inventato la pizza, il "sole mio", il sorriso, l'ammicco (ma gentile!), o'caffè, i panni stesi. E la gioia di vivere e di stare in strada. Nonostante tutto. Se veniamo da fuori, come accade se siamo turisti a Napoli, forse siamo sopraffatti da quell'iniziale, fastidioso preconcetto che ci porta a essere un filo diffidenti, a infilare a tracolla la nostra borsa. Per fortuna dura solo un attimo. In realtà, la passeggiata per Napoli è un bagno di folla gioiosa e vivace, un continuo saltare da localini modernissimi zeppi di giovani alle prese con musica e aperitivo, a bar dove, caffè e bicchiere d'acqua sul banco, i meno giovani parlano di calcio; da lussuosi negozi protetti dalle facciate di splendidi palazzi, a botteghe la cui merce esce fin sulla strada, sullo sfondo la canzone napoletana intonata a gran voce.

Come muoversi

Non ridete: per farci un'idea generale della città e dei luoghi più interessanti, cui successivamente ci possiamo dedicare in autonomia secondo le nostre preferenze, possiamo scegliere uno degli itinerari sui bus turistici a due piani. Smaccatamente turistici, è vero, ma danno l'idea della città, in un sol colpo, senza preoccuparci di dove lasciare l'auto o quale mezzo prendere per andare da qui a là. Le corse coprono quattro diversi itinerari tematici; magari possiamo decidere di farci comodamente in bus quello che si spinge nel cuore pulsante del centro antico di Napoli, con un numero infinito di chiese, fontane, obelischi, monumenti, molti dei quali, purtroppo, non in splendida forma.

Da non perdere a Napoli

Il Castel dell'Ovo, sopra gli scogli dell'antico isolotto di Megaride, accanto allo storico rione di Santa Lucia. Icona del Golfo di Napoli, la sua possente mole è mutata drasticamente nei secoli, in seguito alla quasi totale distruzione dell'impianto originario normanno e alla ricostruzione del periodo angioino e aragonese. È visitabile e ospita spesso mostre ed eventi culturali. Chi non sapesse l'origine del nome, può ascoltare le divertenti versioni della leggenda da parte di un autoctono loquace.
Almeno un museo: per gli appassionati del genere, quello archeologico etrusco De Feis (ma solo su prenotazione) e quello archeologico nazionale. Il Museo Aperto è, invece, un itinerario tra le realtà monumentali dei tre Decumani (Spaccanapoli, l'Anticaglia e Via Tribunali), da fruire in completa autonomia e libertà, dopo aver acquisito le informazioni sul sito o presso gli uffici di accoglienza turistica.
Il Palazzo delle Arti Napoli PAN, con sede nel settecentesco Palazzo Roccella. Spazi espositivi moderni, in contrasto con l'edificio che li ospita, in cui incontrare l'arte moderna espressa in tutte le sue forme: pittura, scultura, fotografia e fumetti, video e cinema.
Qualcuno dei chiostri monumentali, elementi distintivi di Napoli, adattati ad accogliere musei, aule universitarie e addirittura ospedali. Il magnifico chiostro di San Pietro a Maiella ospita il conservatorio. Sullo stesso filone, possiamo spingerci al cimitero di Poggioreale, tra i più grandi in Europa, per una passeggiata nel "quadrilatero degli uomini illustri".
Piazza Plebiscito, la maggiore della città, con la grandiosa scenografia di Palazzo Reale, una delle quattro residenze utilizzata dai Borbone di Napoli durante il Regno delle Due Sicilie. La piazza accoglie gli edifici monumentali più rappresentativi della città: Palazzo Salerno, la neoclassica Basilica di San Francesco di Paola e il Palazzo della Prefettura, al tempo utilizzato come foresteria della corte borbonica.
Di fascino equivalente Il Maschio Angioino, con la torre merlata dell'Oro è ben visibile dal porto. Costruito nel 1279 sotto Carlo I d'Angiò, divenne residenza reale. Il "Castrum Novum", come venne chiamato inizialmente, ospita oggi il Museo Civico in cui passeggiare tra la Sala dell'Armeria, la Cappella Palatina o, tra mostre ed eventi temporanei nella Sala Carlo V e in quella della Loggia.

La città vista dal mare

Per un punto di vista diverso, possiamo ammirare la città dal mare. Come? Con il "batò muscio", nome che evoca certi battelli a Parigi, ma qui non siamo sulla Senna, bensì nello splendido Golfo di Napoli! Così possiamo partire da Mergellina, da dove salpano gli aliscafi per Ischia e Capri, sfilare di fronte alle sontuose ville di Posillipo, superare l'area protetta della Gaiola, poi le grotte scavate nel tufo, sbirciare verso gli stabilimenti balneari e soffermarci di fronte a Castel dell'Ovo.

Un tuffo nella Napoli sotterranea

Ci risiamo: anche a Napoli, splendida e solare fuori, ci propongono un itinerario underground. Un mondo straordinario, irresistibile. Così, occhiali da sole nello zainetto, ci accingiamo a scendere negli inferi. Per scoprire che le modalità di visita e i percorsi proposti sono davvero tanti: il viaggio al centro della terra può iniziare e finire alle catacombe, può infilarsi nelle sale del Museo del Sottosuolo, può spingersi all'acquedotto e al teatro greco-romano, passando per il "tunnel borbonico". E non si sta solo a guardare: molti degli itinerari sono veri e propri percorsi sensoriali nella suggestione del buio sottosuolo. Magari spuntano i fantasmi dei Borboni? Chissà, a Napoli tutto è possibile!

La tradizione napoletana a tavola

Prima di tutto la tazzulella: il caffè a Napoli è sacro, più che altrove. E allora tanto vale andarselo a gustare in uno dei caffè storici del centro. Uno su tutti: il Gambrinus, di per sé un monumento nazionale ma, soprattutto, un elegante salotto culturale. Oltre al caffè, servito in tazze di raffinata porcellana, possiamo farci servire un Vesuvio, il dolce sintesi dei tre dolci tradizionali di Napoli: la sfogliatella, il babà al rum e la pastiera. La forma? Quella del vulcano, appunto! Per la ricetta della sfogliatella i napoletani hanno inventato anche un sito, sfogliatella.it, spiegata in rima dialettale e poi, passo per passo, in una ricetta che contempla le diverse varianti. Per tornale alla tazzulella: simbolo della città che sta lentamente scomparendo è la caffettiera napoletana. Nel 1945 Eduardo de Filippo ben descrisse nella sua commedia Questi fantasmi la preparazione del caffè con la "macchinetta". Se vogliamo degustarlo, non ci resta che farci invitare a casa da qualche amico nato e cresciuto qui.
E vogliamo parlare di pizza? Beh, la pizza sta a Napoli come la vite sta al dado: imprescindibili. Tutte buone le pizze a Napoli? Si, certo, forse. Dopo la pizza, i napoletani hanno inventato l'Associazione Verace Pizza Napoletana, con un rigido disciplinare che le pizzerie aderenti devono osservare per sfornare "vera pizza".
Insomma: per una pausa tra i top five o per concludere la giornata in bellezza non c'è che l'imbarazzo della scelta.

Il Vesuvio, vulcano addormentato

Se alzate lo sguardo verso sud, andrete a sbattere contro la possente mole del Vesuvio, il vulcano addormentato che sorveglia la città circondata da un parco nazionale tutto da scoprire. I 2000 metri del suo cratere possono essere raggiunti per una semplice passeggiata da cui ammirare un grandioso panorama che abbraccia anche la città e l'intero golfo.

Per chi viaggia in camper

Area attrezzata Sosta del Sole
Via Antica di Chiaiano 1/a
Tel. 334.60.47.913 - 333.24.06.448
www.sostadelsole.it
Servizi: acqua, pozzetto, illuminazione, elettricità, bar, ristorante, giochi bimbi, servizio navetta, ammessi i cani

Informazioni

Info turistiche (anche Napoli sotterranea)
comune.napoli.it

Come arrivare

Napoli si raggiunge con la A1 Milano-Napoli, con la A16 Napoli-Canosa-Bari, e con la A3 Napoli-Reggio Calabria.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Antichi sapori della Valle di Non

Tra le splendide montagne del Trentino, ritroverete il...

Leggi tutto

Pizzocchero d’Oro e Sapori d'Autunno a Teglio

L'autunno trasforma Teglio nella capitale della cucina valtellinese. Si comincia...

Leggi tutto

Festa della Polenta

Decine di combinazioni di piatti e menu per più di...

Leggi tutto

Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato

Le terre del Montefeltro e i suoi sapori autunnali vi...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna