TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

San Giovanni in Fiore, l'ingresso per la Sila

Immersi nella natura

Prima di essere la bella cittadina sul monte, così come appare oggi, San Giovanni in Fiore, era solo un'abbazia che Gioacchino da Fiore scelse di far diventare un importante centro religioso immerso nella natura incontaminata della provincia di Cosenza.

Visto dall'alto, l'abitato di San Giovanni in Fiore sembra proprio un fiore dai mille petali, curvi e arricciati che, più si avvicinano al centro storico, più si fanno piccoli e stretti. Il particolare sviluppo urbanistico a terrazzamenti di questa cittadina in provincia di Cosenza è legato alla formazione montuosa del territorio che raggiunge i 1000 metri di quota sul massiccio del Montenero, porta di ingresso all'Altopiano della Sila. Il suo nome invece deriva dal legame con l'abate Gioacchino da Fiore che qui, nel XII secolo, fondò un monastero.

Il borgo antico, prima, e la città nuova poi, si formarono attorno all'Abbazia Florense, un centro religioso importante, abitato da una comunità monastica. Costruita in stile romanico, con una facciata che richiama elementi gotici, l'abbazia custodisce nella cripta le spoglie del frate. Solo più tardi fu costruita la chiesa madre, dedicata a Santa Maria delle Grazie, caratteristica per la facciata in pietra arenaria, l'interno barocco e alcune opere di fattura artigianale.

I palazzi più antichi risalgono al Seicento, quando San Giovanni in Fiore, divenuto municipalità con una piazza di ritrovo della vita pubblica e amministrativa, diventò attraente anche per le nobili famiglie proprietarie di latifondi che cominciarono a costruire qui le loro dimore. Palazzo Lopez, che si affaccia su piazza Abate Gioacchino, Palazzo Barberio, dichiarato dimora storica e Palazzo De Marco, sede della biblioteca comunale, sono alcuni tra gli esempi più belli.

Una scorpacciata di prodotti tipici calabresi è il minimo che si possa fare prima di ripartire: lasciatevi deliziare dai funghi della montagna, dalla soppressata e dalla salsiccia pepata; dal caciocavallo silano e dalla ricotta, senza dimenticarvi di comprare le conserve di verdure sotto'olio.

Tutt'attorno è natura allo stato puro con i boschi protetti dal Parco nazionale della Sila, dove è ancora possibile avvistare alcuni esemplari di lupi, volpi e linci, rapaci notturni e roditori.

Le aree lacustri dei laghi artificiali, in particolare i laghi di Arvo e Ampollino, sono mete di itinerari da percorrere su due ruote, con escursioni che possono durare anche più giorni. All'interno del parco sono infatti situati punti di noleggio bici che consentono di lasciare il mezzo anche in una stazione diversa da quella di partenza. Sul Lago di Ampollino, per esempio, è possibile fare il giro completo lungo le rive e godere della vista del Bosco di Gariglione considerata l'area boschiva di più antica formazione dell'intera Calabria.

 

Informazioni

Comune di San Giovanni in Fiore
Piazza Municipio
Tel. 0984.97.71.11
www.comune.sangiovanniinfiore.cs.it

Ente Parco Nazionale della Sila
Tel. 0984.53.71.09
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.parcosila.it

Come arrivare

Per raggiungere San Giovanni in Fiore si percorre l'Autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria fino a Cosenza, dove proseguire sulla SS107 fino a destinazione.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Festa del Pesce

Per salutare la fine dell'inverno, a Forte Marghera, alle porte...

Leggi tutto

Benvenuto Brunello

Un lungo weekend in Toscana per dare il benvenuto alla...

Leggi tutto

Travel Outdoor Fest

Nel terzo weekend di febbraio, nei padiglioni della fiera di...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna