TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

In moto sulle dolomiti lucane

Fine settimana lucano su due ruote

Strade tortuose prive di traffico e fondo perfetto; un ambiente naturale di bellezza sorprendente e minuscoli borghi antichi arroccati sul cocuzzolo di un colle. Benvenuti nel cuore verde della Basilicata.

Per incontrare il cuore verde della Basilicata, arrivate fin qui. Guidate da Potenza sulla Via Appia verso Tricarico, in uno dei suoi tratti più entusiasmanti, tutto curve e tornanti dal fondo perfetto, su un tracciato ormai surclassato dalla veloce – e noiosa! – Basentana di fondovalle. Prendetevi poi il tempo per guardarvi intorno e per fare una passeggiata nei borghi, affascinanti quanto antichi, per ricordarsi volti, cose e case che sembrano uscire da una seducente pagina della letteratura del primo Novecento.

Così è Vaglio della Basilicata dove il Museo delle Antiche Genti di Lucania afferma tradizioni mai scomparse. Così è Tricarico, poco oltre l'anello suggerito, città arabo-normanna dove le botteghe sono, oltre che un bazar zeppo di mercanzia di ogni genere, il luogo di incontro delle signore del paese, con gli uomini seduti in piazza di fronte a Palazzo Ducale che non aspettano altro che scambiare due parole con gli "stranieri col casco".

Alla svolta verso Castelmezzano ci si tuffa nel cuore verde. Si chiama Parco Regionale di Gallipoli Cognato e Piccole Dolomiti Lucane. 30mila ettari che si estendono dai 200 metri del letto del Basento ai 1319 metri del Monte Impiso e del Bosco di Montepiano, straordinario habitat in cui convivono enormi cerri, lecci e macchia mediterranea e dove si cerca di passare senza disturbare i cavalli che vivono allo stato brado. Ecco la vera sorpresa: quasi improvvisamente, salendo verso Castelmezzano, dal verde sbuca la pietra arenaria delle Dolomiti Lucane. Guglie e camini, ma anche formazioni bizzarre dai nomi tanto fantasiosi come il Becco della Civetta, la prima, impressionante, formazione che si incontra; fantastico la sera quando viene lluminato da un potente faro. Sotto le guglie, le case di Castelmezzano spiccano per le facciate colorate. Il borgo di  Pietrapertosa proprio di fronte, quasi si confonde con la roccia e le abitazioni che sembrano il prolungamento naturale delle pietre su cui poggiano. 

Alternativa off road

Da questi due borghi partono altrettante strade che si perdono nel verde; due tracciati che si fatica a individuare sulle carte, ma che, avendo ore di luce a disposizione e un po' di dimestichezza con lo sterrato, vale la pena di percorrere, assecondando per una volta quel sano senso di avventura. In cambio di cosa? Di uno sguardo sul paesaggio da una posizione privilegiata e dalla sensazione di aver vissuto un'esperienza straordinaria.

La guida verso Accettura avviene tra i fitti boschi e le ampie radure della Timpa di Castello, che scoprono un panorama grandioso. Dal bivio, ci sono 20 km (che sembrano 50), ma che vien voglia di ripercorrere in direzione opposta, subito, per osservare il paesaggio da una nuova prospettiva.
Ci si abbassa di poco dai 1000 metri; quei minuscoli centri che si tengono d'occhio per non perdere l'orientamento sono solo puntini sulla carta stradale, così vicini in linea d'aria, ma uniti da una giostra di curve che non si distendono mai. Ad arrestare la corsa, ancora qualche sosta nei paesi: a Stigliano, per due passi accanto ai resti delle mura e alla Chiesa Madre; a Cirigliano per ammirare il castello e i palazzi storici, costruiti con pietra locale, e a Corleto Perticara, per scovare le numerose sorgenti. Ovunque nei dintorni per ascoltare storie e leggende di brigantaggio, nemmeno tanto inventate o remote. Chiudete, infine, lungo la mitica statale 92, tortuosa fino a Laurenzana, che si allunga in un misto veloce a superare il Passo Croce di Scrivano.

  • SCHEDA TECNICA
  • Partenza
  • Potenza
  • Arrivo
  • Potenza
  • Lunghezza
  • 230 km.
  • Tappe
  • Vaglio della Basilicata, Campomaggiore, Castelmezzano, Pietrapertosa, Accettura, Stigliano, Cirigliano, Gorgoglione, Guardia Perticara, Corleto, Laurenzana, Anzi

 

Informazioni

Ente Parco Gallipoli Cognato
Piccole Dolomiti Lucane
www.parcogallipolicognato.it 

Come arrivare

Per giungere a Potenza, tappa d'inizio del nostro itinerario, si possono percorrere sia l'Adriatica A14, uscendo a Bari e proseguendo poi sulla SS96, sia l'autostrada A3 fino all'uscita di Sicignano; da qui si prosegue poi sulla E847 fino a destinazione.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Memorie da Auschwitz

Nel Castello Albani di Urgnano, cittadina a una decina di...

Leggi tutto

Model Expo Italy

La più grande fiera del modellismo è a Verona, dove...

Leggi tutto

Festival della Cucina Mantovana

Saranno sei gli weekend di gusto che vi aspettano a...

Leggi tutto

Le forme della velocità

Al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, avrete...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna