TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Il Parco Archeologico delle Chiese Rupestri

Weekend insolito tra paesaggio, fede e storia.

Tra Puglia e Basilicata, a un passo dai sassi di Matera, si estende un parco archeologico, storico e naturale che abbraccia un paesaggio decisamente unico. I segni del passato e di una fede popolare antichissima riemergono nei tratti e nei dipinti delle chiese rupestri nascoste tra grotte e gravine da sempre utilizzate dall'uomo come abitazioni e luoghi di culto.

Dove si trova

Dagli agri dei comuni di Matera e Montescaglioso fino a quelli della pugliese Laterza si estende un paesaggio brullo, solo a tratti interrotto da vegetazione mediterranea; boschetti di roverelle e piccole querce emergono a ombreggiare i terreni calcarei, incisi da profondi solchi che tracciano rupi, forre, grotte e gravine con una flora che comprende oltre 900 specie tra cui un centinaio rarissime.

Proprio qui si trova l'area protetta del Parco archeologico storico e naturale delle Chiese rupestri del Materano, istituito nel 1990, che comprende oltre 150 chiese ipogee, tutte affrescate e talvolta collocate in luoghi non facilmente raggiungibili. La suggestione all'interno di questi anfratti investiti di sacralità e oggetto della devozione popolare, invita a un viaggio di scoperta davvero insolito.

Ci si tuffa nei secoli passati attraverso simboli sacri incisi sulla roccia, altari che sembrano emergere dalla terra e cripte di pietra levigata, architetture di inestimabile valore. In origine il fenomeno fu circoscritto alle sole presenze monastiche e bizantine che si erano insediate nel territorio tra l'VIII e il XII-XV secolo, stabilendo una rete di centri ascetici e luoghi di culto scavati nella roccia e quindi conservatisi nei secoli. Studi recenti hanno però dato evidenza anche al grande valore archeologico e architettonico di queste chiese che fanno capo a un articolato sistema.

Cosa vedere

Le chiese più numerose si rintracciano in prossimità di piccoli insediamenti rurali o lungo gli antichi percorsi che collegano le città alla campagna. In genere sono costituite da uno scavo finalizzato a creare il luogo di culto, accompagnato da una costruzione in muratura della facciata o di altre strutture interne. Di frequente sono ad aula unica, concluse da absidi precedute da minimi transetti; in alcune cripte si riconosce l'accenno a delle cupole, per assimilare le chiese ipogee agli edifici sacri tradizionali.

Immancabile un giro ai rioni del Sasso Caveoso e del Sasso Barisano a Matera; negli immediati dintorni si trova il centro visite presso lo Jazzo Gattini da cui nella bella stagione partono alcune escursioni guidate. Una di queste è la Visita Turistica che con un giro di circa 1 ora adatto a tutti, conduce all'area belvedere (spettacolare vista sui sassi, decisamente suggestiva all'imbrunire) e alle chiese rupestri di San Falcione e Madonna delle Tre Porte. Una seconda proposta guidata che in genere si tiene nel corso del pomeriggio, è quella del Sentiero Belvedere che, in poco più di 2 ore, ripercorre un itinerario naturalistico storico ed archeologico nella gravina di Matera visitando le chiese rupestri di San Falcione, Sant'Agnese e Madonna delle Tre Porte, oltre ad alcune grotte e cisterne nella zona di fronte ai Sassi.

Se durante la primavera l'area è perfetta per una passeggiata tra le fioriture, in ogni periodo è affascinante per gli amanti della fotografia naturalistica e del bird-watching. I tratturi e i sentieri che collegano le masserie ai casali rupestri si prestano invece per una pedalata in mountain bike o per un'escursione, magari accompagnati dalle guide messe a disposizione del parco.

Per chi viaggia in camper

Radogna Camp
Contrada Murgia Timone
presso Jazzo Gattini, centro visite del Parco 
Tel. 0835.33.22.62 - 320.26.36.528
www.ceamatera.it
Servizi: acqua, pozzetto, elettricità, servizi igienici, docce, ammessi i cani.

 

Informazioni


 

Ente Parco Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano
Via Sette Dolori, 10 (Rioni Sassi)
Matera
Tel. 0835.33.61.66
www.parcomurgia.it

Centro visite del Parco della Murgia Materana
Jazzo Gattini / Masseria Radogna
Contrada Murgia Timone - Matera
Tel. 0835.33.22.62 - Cell. 320.26.36.528
www.ceamatera.it
Orari di apertura
Da novembre a marzo
9.30-13.30
Da aprile a ottobre
9.30-14.30; 16.00-18.30
apertura fuori oraroio su prenotazione

 

Centro di Educazione Ambientale di Montescaglioso
Montescaglioso
Piazza Racamato, 1
Montescaglioso (MT)
Tel. 0835.20.10.16 - Cell. 334.83.60.098
Orari di apertura
Da aprile a ottobre
10.00-13.00 e 15.00-19.00
Chiuso lunedì pomeriggio
10.00-13.00 e 15.00-19.00

 

Come arrivare

Per raggiungere il Parco della Murgia occorre percorrere l'autostrada A1 fino a Bologna proseguendo poi sulla A14 fino all'uscita di Bari Nord. Da qui si segue la SS99 fino a destinazione.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

A Pergola per le festività di Pasqua

Scaldate i motori e... via! Alla volta dei uno dei...

Leggi tutto

Mostra Mercato di prodotti Agro-Alimentari e Artigianali

Tra le mura medievali del borgo umbro di Città della...

Leggi tutto

Foire de la Pâquerette

Se state pensando di trascorre le vacanze in Pasqua in...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna