TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Il Parco Archeologico delle Chiese Rupestri

Weekend insolito tra paesaggio, fede e storia.

Tra Puglia e Basilicata, a un passo dai sassi di Matera, si estende un parco archeologico, storico e naturale che abbraccia un paesaggio decisamente unico. I segni del passato e di una fede popolare antichissima riemergono nei tratti e nei dipinti delle chiese rupestri nascoste tra grotte e gravine da sempre utilizzate dall'uomo come abitazioni e luoghi di culto.

Dove si trova

Dagli agri dei comuni di Matera e Montescaglioso fino a quelli della pugliese Laterza si estende un paesaggio brullo, solo a tratti interrotto da vegetazione mediterranea; boschetti di roverelle e piccole querce emergono a ombreggiare i terreni calcarei, incisi da profondi solchi che tracciano rupi, forre, grotte e gravine con una flora che comprende oltre 900 specie tra cui un centinaio rarissime.

Proprio qui si trova l'area protetta del Parco archeologico storico e naturale delle Chiese rupestri del Materano, istituito nel 1990, che comprende oltre 150 chiese ipogee, tutte affrescate e talvolta collocate in luoghi non facilmente raggiungibili. La suggestione all'interno di questi anfratti investiti di sacralità e oggetto della devozione popolare, invita a un viaggio di scoperta davvero insolito.

Ci si tuffa nei secoli passati attraverso simboli sacri incisi sulla roccia, altari che sembrano emergere dalla terra e cripte di pietra levigata, architetture di inestimabile valore. In origine il fenomeno fu circoscritto alle sole presenze monastiche e bizantine che si erano insediate nel territorio tra l'VIII e il XII-XV secolo, stabilendo una rete di centri ascetici e luoghi di culto scavati nella roccia e quindi conservatisi nei secoli. Studi recenti hanno però dato evidenza anche al grande valore archeologico e architettonico di queste chiese che fanno capo a un articolato sistema.

Cosa vedere

Le chiese più numerose si rintracciano in prossimità di piccoli insediamenti rurali o lungo gli antichi percorsi che collegano le città alla campagna. In genere sono costituite da uno scavo finalizzato a creare il luogo di culto, accompagnato da una costruzione in muratura della facciata o di altre strutture interne. Di frequente sono ad aula unica, concluse da absidi precedute da minimi transetti; in alcune cripte si riconosce l'accenno a delle cupole, per assimilare le chiese ipogee agli edifici sacri tradizionali.

Immancabile un giro ai rioni del Sasso Caveoso e del Sasso Barisano a Matera; negli immediati dintorni si trova il centro visite presso lo Jazzo Gattini da cui nella bella stagione partono alcune escursioni guidate. Una di queste è la Visita Turistica che con un giro di circa 1 ora adatto a tutti, conduce all'area belvedere (spettacolare vista sui sassi, decisamente suggestiva all'imbrunire) e alle chiese rupestri di San Falcione e Madonna delle Tre Porte. Una seconda proposta guidata che in genere si tiene nel corso del pomeriggio, è quella del Sentiero Belvedere che, in poco più di 2 ore, ripercorre un itinerario naturalistico storico ed archeologico nella gravina di Matera visitando le chiese rupestri di San Falcione, Sant'Agnese e Madonna delle Tre Porte, oltre ad alcune grotte e cisterne nella zona di fronte ai Sassi.

Se durante la primavera l'area è perfetta per una passeggiata tra le fioriture, in ogni periodo è affascinante per gli amanti della fotografia naturalistica e del bird-watching. I tratturi e i sentieri che collegano le masserie ai casali rupestri si prestano invece per una pedalata in mountain bike o per un'escursione, magari accompagnati dalle guide messe a disposizione del parco.

Per chi viaggia in camper

Radogna Camp
Contrada Murgia Timone
presso Jazzo Gattini, centro visite del Parco 
Tel. 0835.33.22.62 - 320.26.36.528
www.ceamatera.it
Servizi: acqua, pozzetto, elettricità, servizi igienici, docce, ammessi i cani.

 

Informazioni


 

Ente Parco Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano
Via Sette Dolori, 10 (Rioni Sassi)
Matera
Tel. 0835.33.61.66
www.parcomurgia.it

Centro visite del Parco della Murgia Materana
Jazzo Gattini / Masseria Radogna
Contrada Murgia Timone - Matera
Tel. 0835.33.22.62 - Cell. 320.26.36.528
www.ceamatera.it
Orari di apertura
Da novembre a marzo
9.30-13.30
Da aprile a ottobre
9.30-14.30; 16.00-18.30
apertura fuori oraroio su prenotazione

 

Centro di Educazione Ambientale di Montescaglioso
Montescaglioso
Piazza Racamato, 1
Montescaglioso (MT)
Tel. 0835.20.10.16 - Cell. 334.83.60.098
Orari di apertura
Da aprile a ottobre
10.00-13.00 e 15.00-19.00
Chiuso lunedì pomeriggio
10.00-13.00 e 15.00-19.00

 

Come arrivare

Per raggiungere il Parco della Murgia occorre percorrere l'autostrada A1 fino a Bologna proseguendo poi sulla A14 fino all'uscita di Bari Nord. Da qui si segue la SS99 fino a destinazione.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Fiera Agricola Zootecnica Italiana

Bovini da latte e razze equine, macchine, attrezzature agricole e...

Leggi tutto

100 presepi in Vaticano

Per oltre un mese, nella Sala San Pio X in...

Leggi tutto

Festa del Torrone e del Croccantino

Un delizioso impasto di nocciole e mandorle, ricoperto di nero...

Leggi tutto

Eurochocolate Christmas

Quattro giorni golosissimi dedicati interamente al cioccolato, con degustazioni, cooking...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna