TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Craco, fascino immortale

Borgo medievale fantasma

Un promontorio spazzato dal vento tra le alture dell'Appennino lucano e le spiagge del mare Ionio, custodisce le rovine di Craco, avvolte da un fascino senza tempo.

Servono molte curve e qualche buona indicazione; la strada è stretta ma non troppo e, dietro a un ultimo dosso, il paese ti appare all'improvviso, abbracciato a uno spuntone di roccia con il torrione, sul punto più alto, a far da vedetta. Ai piedi delle case, si respira il profumo del vento, dei fiori viola che colorano questo colle silenzioso. Collina come tante eppure diversa da tutte.

Craco è un paese disabitato dove il tempo si è fermato in una notte del 1962, quando la terra franando, lo "elesse" a paese fantasma, costringendo gli oltre 2000 abitanti a lasciare le proprie abitazioni ormai poco sicure. Le case sono ancora tutte lì, in un saliscendi di stradine e gradini, radunate attorno alla torre normanna  che le osserva nel digradare del pendio da un lato e le protegge dal vertice della bastionata rocciosa dall'altro. Corrono minuti di sbigottimento prima di guardarla "dal verso giusto", riprendere il respiro e pensare al film che vorresti ambientarci...

...Proprio come hanno fatto molti registi che lo hanno eletto a set cinematografico; da Francesco Rosi nel suo Cristo si è fermato a Eboli del 1978 a Mel Gibson per alcune scene de La Passione di Cristo, fino al più recente Basilicata coast to coast di Rocco Papaleo.

Visitare Craco è un'esperienza unica, tra l'incredibile silenzio e la strana spettralità delle case vuote. Per rendere fruibile il borgo, il Comune ha istituito una card (pass giornaliero), che permette di accedere nel centro storico e nelle aree limitrofe consentite lungo un percorso di visita in sicurezza, in gruppi da massimo dieci persone, accompagnati dalla Protezione Civile.

L'itinerario inizia dalla località Craco Sant'Angelo, per visitare le reliquie di San Vincenzo, il santuario della Madonna della Stella e la fontana del Piscicchio; si attraversano le mura medievali percorrendo il corso principale del paese e il rione Santa Lucia per giungere al monastero dei frati Minori Osservanti e, infine, a quello seicentesco di San Pietro. Oltre alla passeggiata guidata sarà possibile sostare nelle aree in sicurezza per al massimo un'ora, indossando un caschetto di protezione.

 

Informazioni

Mediateca Comunale di Craco
Via Sant'Angelo
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.comune.craco.mt.it

Come arrivare

Per raggiungere Craco in auto si percorre l'Autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, fino all'uscita Sicignano oppure, se si proviene dalla Puglia, la SS106 Ionica fino a Metaponto e, da qui, la SS407 Basentana fino allo svincolo di Pisticci, oltre il quale seguire le indicazioni per Craco.

Tag dell'articolo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sagre & eventi

Fiera Agricola Zootecnica Italiana

Bovini da latte e razze equine, macchine, attrezzature agricole e...

Leggi tutto

100 presepi in Vaticano

Per oltre un mese, nella Sala San Pio X in...

Leggi tutto

Festa del Torrone e del Croccantino

Un delizioso impasto di nocciole e mandorle, ricoperto di nero...

Leggi tutto

Eurochocolate Christmas

Quattro giorni golosissimi dedicati interamente al cioccolato, con degustazioni, cooking...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna