TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

In bici tra i laghi di Ginevra e di Costanza

Da Laupen a Willisau, lungo l'itinerario del cuore

Classico dell'e-bike, questo tratto più apprezzato dell'Itinerario del Cuore si articola in sole quattro tappe. Una pedalata romantica tra i pascoli, in un incantevole scenario collinare punteggiato da caratteristici villaggi.

L'Itinerario del Cuore completo collega, in 700 chilometri, Losanna a Rorschach; ma è proprio tra Laupen e Willisau che si trasforma in un romantico viaggio nel passato. Scaldatevi il primo giorno e godetevi la seconda tappa, la più amata, che regala una magnifica vista sulle Alpi, prima di immergervi nei boschi dell'Eriz.

Tappa 1: Laupen - Thun

Sovrastata dal castello posto su uno sperone roccioso, Laupen è una città storica, così come storiche sono le bici a rotaia: divertitevi a pedalare lungo la linea ferroviaria dismessa, nel giro circolare che dura un'ora! Se amate il paesaggio fluviale, calcolate un paio d'ore per visitare la riserva naturale Laupenau-Hirsried e se volete trascorrere una notte in modo insolito, in estate potete dormire in una tenda tepee nel villaggio allestito nella vicina Bösingen.
A Rüeggisberg scorrete accanto alle massicce rovine del monastero, simbolo della città sorta sulle Prealpi Bernesi nella regione del Gantrish, una delle più amate dagli escursionisti su due ruote. Poi ecco Riggisberg sull'altopiano soleggiato alla propaggine del Längenberg, 20 chilometri a sud di Berna. Si pedala tra pascoli e cascine adornate da fiori, con una magnifica vista sulla catena alpina e, presto, sul lago morenico di Thun, meta finale della prima tappa. Passeggiate lungo le rive dell'Aar fino al parco di Schadau, con una bella vista sul lago; il castello di Schadau, contrapposto a quello tardo-medievale a strapiombo sul lago, fu costruito nello stile dei castelli della Loira; oggi ospita un ristorante e il Museo della gastronomia.

Tappa 2: Thun - Langnau

Si inizia pedalando verso Merligen lungo la Riviera del Lago di Thun, così chiamata per il suo clima mite, la posizione favorevole e le due spiagge contornate dalle palme - se amate gli sport acquatici, concedetevi la "distrazione" dalla bici! Dalla stazione dei battelli di Merligen, un piacevole sentiero di pellegrinaggio porta, in meno di un'ora e mezza di cammino, all'ingresso delle grotte di San Beato (St. Beatus-Höhlen), uno spettacolo imperdibile di stalattiti e stalagmiti, stanze e cascate. Poi via. Dopo la salita verso Heiligenschwendi, la tappa principale regala una vista sconfinata sulle Alpi ben al di sopra del Lago di Thun. Quindi il percorso si immerge nei boschi dell'Eriz, un paesaggio collinare fantastico che lentamente lascia il posto alla valle dell'Emmen. Langnau è considerato il centro della produzione del formaggio Emmental, da degustare nelle numerose locande. Assaporate la storia della città passeggiando per le strade del centro; il Chüechlihus, il Museo Regionale di Langnau, ha cinquecento anni e molto da raccontare sulla storia, l'agricoltura e l'artigianato della regione.

Tappa 3: Langnau - Burgdorf

Da Langnau il percorso conduce nella solitaria campagna dell'Emmental. Gli incantevoli punti panoramici sono le principali attrattive di questo paesaggio primordiale. Solo Worb, sorvegliato dal suo svettante castello, come tanti comuni posti nella cintura periferica di una città, ha assunto in misura crescente i tratti di un comune suburbano, perdendo un po' del suo vecchio fascino. Ma regala una chicca: un lungo scivolo nel centralissimo bagno pubblico Worber Freibad, ideale per rinfrescarsi dopo un'escursione in bici.
La storica città vecchia di Burgdorf è l'ideale per concludere l'avventurosa escursione. Lì visitate il Museo Franz Gertsch, dedicato all'artista contemporaneo tra i più importanti. Oziate nei vicoli e nelle deliziose piazzette del centro storico, gioiello di urbanistica medievale che include la città alta e la città bassa; poi mettete il naso nel Museo Elvetico dell'oro, ospitato nel castello, che offre una panoramica sulla corsa all'oro e sullo sfruttamento delle miniere aurifere locali.

Tappa 4: Burgdorf - Willisau

Si pedala ancora nel paesaggio collinare dell'Emmental. Fra Heimiswil ed Heimismatt si supera un impressionante sentiero fortemente incassato. La cosiddetta Brüelhohle è un raro esempio di questo tipo di sentieri. Il passaggio è lungo circa sessanta metri e profondo due, scolpito nella pietra arenaria, con pareti verticali. In alcuni punti il sentiero mostra ancora i solchi lasciati in passato dai carri, mentre sulle pareti si intravvedono tracce dei precedenti livelli del sentiero, buchi di travi e croci incise nella roccia. La funzione della Brüelhohle è presumibilmente correlata alla cava di pietra situata alla sua estremità settentrionale.
Il panorama delizia gli occhi con una vista dal Giura fino alle Alpi; lungo il percorso le imponenti cascine invitano a una sosta. A Sumiswald, su una terrazza fra i fiumi Grüene e Griesbach, la via del mercato è fiancheggiata da botteghe, locande, edifici residenziali e sedi commerciali, tutte circondate da giardini. Dell'antico tavolo rotondo in legno della locanda Bären si racconta che, dopo l'epidemia di peste del 1434, attorno a esso tutti gli uomini sopravvissuti consumarono il tradizionale Leichenmahl, il pasto che segue la sepoltura dei defunti. La chiesta in stile gotico, con preziosi dipinti su vetro e l'imponente torre Käsbissen, è il simbolo del villaggio. Il castello di Sumiswald costruito come ospedale e rifugio per i poveri e i pellegrini, oggi è adibito ad ospizio.
A Willisau smettete di pedalare e dedicatevi alle diverse amenità che la città offre; partecipate con un gruppo alla ricerca dell'oro, che pare il passatempo preferito di chi si ferma qui. Concedetevi un'escursione in sella a un mulo o a cavallo, o fate trekking con i lama! Poi dedicatevi al gusto: assaggiate i Willisauer Ringli, i biscotti a forma di anello simbolo della città, al miele duro, preparati secondo una ricetta segreta della ditta Hug, di cui potete visitare il laboratorio di produzione e lo spaccio.
Quindi godetevi il centro storico cintato da mura, dove spiccano la Müligass, con l'antica casa in legno, il mulino della città, ora destinato a locale culturale e galleria di strumenti musicali, la parrocchia, il municipio e una splendida fontana.

   

INFORMAZIONI

www.myswitzerland.com/it-it/suggerimenti/outdoor-swiss-made/itinerario-del-cuore.html

Come arrivare

Laupen si trova a nord dell'autostrada E27, a metà strada tra Friburgo e Berna; dall'Italia è raggiungibile da Aosta, attraverso il Colle del Gran San Bernardo, quindi proseguendo per Martigny, poi Montreaux, da dove ci si innesta sulla E27. Sull'autostrada svizzera è obbligatoria la "vignetta" acquistabile in frontiera.

Tag dell'articolo

I commenti sono momentaneamente disabilitati

Sagre & eventi

Visita Guidata alla Stazione Centrale e al Padiglione Reale

Arte e solidarietà vi aspettano nel capoluogo lombardo, l'ultima domenica...

Leggi tutto

Camelie Locarno

Nella vicina Svizzera, in primavera c'è una regione tutta da...

Leggi tutto

Fiera dell’Asparago di Mesola

L'asparago di Mesola sarà ancora una volta il protagonista indiscusso...

Leggi tutto

Beef & Snow

Tra le splendide montagne dell'Alto Adige, e più precisamente in...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna