TROVA LA META PER IL TUO WEEKEND

Brda: il Collio sloveno

Un viaggio tra ville, borghi e sapori della Slovenia

Morbide colline costellate da borghi romantici, circondati da verdi vigneti, uliveti e frutteti. Benvenuti nel Collio sloveno, l'angolo più dolce e soleggiato a due passi da Gorizia.

Gli italiani la chiamano Collio: Brda, in sloveno, è una piccola regione fantastica. La bici, oppure scarpe leggere da trekking ai piedi e una borraccia d'acqua è tutto quel che serve per una vacanza attiva in questo angolo di Paradiso. Se arrivate a Brda in primavera lungo il tracciato Alpe Adria, lo sguardo sul panorama restituisce un paesaggio incantevole ricoperto da fiori bianchi e rosa. Tra le vigne, gli ulivi e gli alberi da frutta si snodano otto sentieri escursionistici dai nomi invitanti: sono tutti intitolati alle varietà antiche di ciliegie di Brda.

Il Sentiero della Pace, che si snoda dalle Alpi all'Adriatico, attraversa la regione. Esso rappresenta un messaggio di speranza e una testimonianza del tempo della Grande Guerra. Oltre a questi, potete scegliere di inoltrarvi lungo l'interessante percorso didattico di Gradnik, un famoso poeta che descrisse la regione di Brda come "stelle cadenti dal cielo".
E se volete divertirvi su e giù per le colline senza sprecare troppo fiato, potete contare su una soluzione ecomobile: biciclette e scooter elettrici, a disposizione in parecchi punti.

A proposito di vini

I produttori di vino di Brda devono la loro grande fama agli eccellenti vini bianchi e rossi che non mancano nemmeno nei migliori ristoranti del mondo. La varietà più diffusa è la Ribolla autoctona, che brilla di riflessi gialli e dorati. Se visitate una cantina, vedrete applicare alla lettera il detto locale secondo cui "il vino non ama stare da solo, ma si trova meglio in compagnia": insieme al vino, degusterete deliziosi salumi lavorati artigianalmente.
Se capitate nel Collio in aprile, non mancate l'appuntamento con "Brda e Vino", il festival tradizionale del vino e della gastronomia, un'esperienza gastronomica gioiosa che si ripete nelle "Giornate della Ribolla e dell'olio d'oliva", evento tradizionale che attira molti visitatori che desiderano degustare le varietà di vino autoctone abbinate ai tesori gastronomici di Brda.

Prodotti locali e buona cucina: una gran festa

La "Festa delle ciliegie", in giugno, è l'evento turistico più importante di Brda e si chiude con un tradizionale, coloratissimo corteo. Bisogna attendere novembre per la "Festa di San Martino", una delle più importanti in Slovenia, che celebra il vino novello. La gente del posto lavora all'organizzazione dell'evento con una passione speciale; l'Associazione delle Donne di Brda è attiva tutto l'anno e si impegna nel promuovere la cultura del vino e della cucina.
Se non potete vivere il momento delle feste, poco male. Ristoranti e agriturismi puntano sulla cucina tradizionale che si basa su specialità e spezie locali e fonde la freschezza delle Alpi e il calore del Mediterraneo. Le ricette delle nonne di Brda sono considerate ancora oggi una sorta di comandamento divino per la gastronomia tipica, che, spesso, viene "contaminata" da un tocco contemporaneo e cosmopolita.

Tra borghi e castelli

Vi è mai giunta all'orecchio qualche nobile storia ambientata nel Collio? La regione della frutta e del sole si è formata nel cuore del mondo slavo, romanico e germanico, ed è quindi contraddistinta da una storia drammatica. La signoria e la nobiltà sceglievano la regione per le vacanze: sono sorti così, nel mezzo delle verdi colline, alcuni tesori del patrimonio storico culturale sloveno. Da tutte le direzioni è ben visibile Castel Dobra, con il magnifico edificio rinascimentale: Villa Vipolže, da poco splendidamente restaurata, che accoglie un centro all'avanguardia per la cultura e il turismo d'affari e didattico. Il borgo medievale fortificato di San Martino, che si trova nel cuore geografico del Collio, è così pittoresco e romantico da essere considerato uno dei più bei monumenti culturali della Slovenia. Dalle mura si apre una vista sul paesaggio sinuoso e sulla punta del Monte Sabotino, da dove, nelle giornate limpide, si possono ammirare le cime più alte della Slovenia, la valle color smeraldo dell'Isonzo e il mare Adriatico.

 

Informazioni

www.slovenia.info

Come arrivare

Percorrere l'autostrada A4 fino all'uscita di Palmanova dove si devia sulla SR352 poi sulla SR252 e dopo pochi chilometri, sulla SP                         che si segue fino al confine di stato italia-slovenia. Qui ci immette sulla H4 su cui si prosegue fino a Ajdovščina dove si imbocca la strada 207 fino a destinazione

Tag dell'articolo

Sagre & eventi

Visita Guidata alla Stazione Centrale e al Padiglione Reale

Arte e solidarietà vi aspettano nel capoluogo lombardo, l'ultima domenica...

Leggi tutto

Camelie Locarno

Nella vicina Svizzera, in primavera c'è una regione tutta da...

Leggi tutto

Fiera dell’Asparago di Mesola

L'asparago di Mesola sarà ancora una volta il protagonista indiscusso...

Leggi tutto

Beef & Snow

Tra le splendide montagne dell'Alto Adige, e più precisamente in...

Leggi tutto

Cerca vicino a te!

Trova sulla mappa la meta ideale per il tuo weekend

Cerca le mete vicino a te! Lombardia Valle d'Aosta Piemonte Liguria Trentino - Alto Adige Veneto Friuli Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Puglia Lazio Basilicata Calabria Sicilia Sardegna